Terremoti Italia Settembre 2019 Archivio

Terremoti Italia Settembre 2019 Archivio

Scosse in tempo reale ultime 48 ore (Viola Ultima ora, Rosse ultime 24 ore, Arancio ultime 48 ore)

Terremoti Italia Agosto 2019 Archivio

Terremoti Italia Agosto 2019 Archivio - Terremoti Tempo Reale 4.0 o Superiori

Scosse Globali in tempo reale ultime 24 ore

Terremoti Italia Agosto 2019 Archivio

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Immagine Scosse Riportate nell'Ultima Ora

Scosse Ultima Ora Europa

Immagine Scosse Riportate nelle Ultime 24 Ore

Immagine Scosse Riportate nella Ultima Settimana

Immagine Scosse Riportate nella Ultime 2 Settimane

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Terremoti Italia Agosto 2019 Archivio

Web Hosting

NOTA: Quando nell’aggiornamento è scritto DNI significa che il report è fatto da noi, quando è scritto Dutchsinse è fatto da Dutch.

Aggiornamento 30 Settembre – DNIt

La prima delle due immagini mostra la nuova onda generata, per la parte nord dell’Asia, da una scossa profonda di M5 sulle coste Russe del Pacifico, dovremmo vedere dei movimenti in Cina e Mongolia, e poi tra qualche giorno altri movimenti nell’Hindukush. In Cina oggi vengono riportati due movimenti sulla M4 media quindi sembra che il fulcro per le nuove scosse sia nella zona di confine tra Cina e Mongolia.

In Europa continua il flusso che provoca dei movimenti in Grecia e nel Mediterraneo orientale, parte di questi movimenti sono dovuti alla pressione che dall’Oceano Indiano è risalita verso il Mar Rosso e il Medio Oriente.

In Italia solo dei movimenti sulla M2, come se la forza venisse deviata verso la Penisola Balcanica dove si notano dei movimenti sulla M3 media. E’ possibile che una scossa di simile magnitudo si possa verificare anche nel centro Italia.

La spinta sulla M3 ha continuato comunque la sia espansione in Europa del nord e verso Gibilterra quindi forse questa ultima onda si risolve in questo modo, anche se la scossa di M4.4 nella punta sud del Peloponneso in Grecia è avvenuta solo questa mattina.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 30 Settembre 2019

Scossa profonda di M5 sulle coste della Russia orientale.

Previsione Terremoti Italia

Previsione Terremoti Italia - Scosse Europa 30 Settembre 2019

Scosse Europa 30 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 28 Settembre – DNIt

Nell’immagine allegata si nota, da est verso ovest, come una spinta sulla M4 abbia provocato dei movimenti prima in Iran il 26 e poi nel Caucaso il 27; oggi in Turchia e in Grecia la stessa onda ha provocato movimenti sulla M3, catalizzati nella zona del Mar di Marmara.

Proseguendo verso ovest oggi c’è stata la solita diramazione nelle 3 direttive Europee, verso la Romania, verso l’Albania e verso l’Italia con movimenti sempre sulla M3. Parte di questa spinta ha anche proseguito lungo il confine delle placche nel nord Africa verso Gibilterra per riaccumularsi sulla M4 nel Nord Atlantico tra qualche giorno.

Questa direttiva Nordafricana ha rilasciato parte della pressione e la scossa prevista da Dutch sulla M5 in Italia non c’è stata, abbiamo avuto invece movimenti diffusi.

Lo sciame nella zona di Istanbul continua ininterrotto e questo rilascia la forza sismica piuttosto che farla transitare verso i Balcani, vedremo quando questo sciame finirà se ci sarà un movimento significativo nella zona tra Bulgaria e Romania.

Si nota nell’immagine anche un movimento sulla M5 nel Golfo di Aden, questa pressione in transito è probabile che provochi dei movimenti fino alla M4 nella zona del Mar Rosso (zona ricca di vulcani attivi) – Medio Oriente Mediterraneo.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 26-28 Settembre 2019

Scosse 26-28 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 26 Settembre – DNIt

Aspettavamo di capire se la scossa di qualche giorno fa di M5.7 a Creta fosse veramente di M4 alta e oggi abbiamo avuto la conferma che era superiore alla M5. Questa conferma è venuta dai movimenti nella Zona di Istanbul con una scossa di M5.7, quindi scossa gemella, avvenuta questa mattina in concomitanza ad un interminabile sciame sismico. La Rmania ora è certamente in allarme per una possibile scossa sulla M5 nei prossimi 2 o 3 giorni.

La placca Europea è stata scossa lungo tutto il perimetro, dalla Norvegia ieri con la scossa di M4.7, alle Canarie, con un movimento di M4.8 e ancora una volta a Creta, M4.5, e in Iran, M4.3, oltre allo sciame a Istanbul.

L’Italia ha visto dei movimenti sulla M3 al centro e sulla M2 sulle Alpi Occidentali, questa nuova scossa in Turchia dovrebbe trasferirsi verso il nord Europa, come detto in Romania e poi verso Olanda e Belgio probabilmente sulla M3 alta, prima di continuare verso nord; siamo comunque ancora in attesa di vedere se il movimento previsto da Dutch si verificherà al centro nord e se vedremo anche un movimento prossimo alla M4 al centro sud, come conseguenza di questa spinta di oggi.

Più a est si notano dei movimenti in Cina(!) sulla M5 insieme a varie scosse sulla M4 nell’Hindukush, questa è la nuova onda che sta arrivando e di cui probabilmente vedremo dei movimenti al suo passaggio in Iran a breve.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 25-26 Settembre 2019

Scosse 25-26 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 24 Settembre – DNIt

La situazione in Europa e nelle zone confinanti più a est è abbastanza complessa. Se a questa complessità ci mettiamo anche il giochino sulla magnitudo al ribasso diventa ancora più complicato.

Nell’immagine si nota una scossa di M5.7 riportata poco a sud est dell’Isola di Creta nel Mediterraneo, questo rilevamento è stato fatto da 26 stazioni principali, di questi rilevamenti solo 6 riportano una magnitudo inferiore alla M5, questa quindi, nonostante sia poi diventata parte del “Club 4.9” è una scossa superiore alla M5, probabilmente M5.4 (ma tanto in mare non la sente nessuno). Il movimento è stato questa mattina poco prima delle 10.

Quasi contemporaneamente è iniziata un’altra serie di movimenti sotto forma di sciame in Turchia nella zona dello Stretto del Bosforo con la scossa più forte ancora una volta nel “Club 4.9”.

Ad inizio pomeriggio una scossa probabilmente di M4.7 si è verificata nella zona di mare tra Scozia e Norvegia, questo a testimoniare che tutta la placca ha subito la spinta della pressione in arrivo. E’ possibile che vedremo una forte scossa superiore alla M5 nella zona dell’Islanda nei prossimi giorni.

In Italia siamo già in una situazione in cui si potrebbe verificare una scossa di M5 come riportato da Dutch, questa era dovuta alla scossa profonda, ed è possibile che non si verifichi. Questa nuova spinta potrebbe invece raggiungere il nord Italia con un movimento fino a M5 nelle stesse zone citate da Dutch.

La Romania è anche in allarme nella solita zona della curva a s della frattura evidenziata dalla freccia rossa, anche qui è possibile una scossa sulla M5.

Andando ora in dal Pakistan vediamo una scossa superficiale decisamente forte di M5.8, poi convertita a M5.6, questa è l’entità della spinta che si sta trasferendo verso l’Europa anche se sembra fare parte della stessa onda generate giorni fa con le scosse profonde nel Pacifico che già ha raggiunto l’Isola di Creta..

Previsione Terremoti Italia - Scosse Italia 24 Settembre 2019

Scosse 24 Settembre 2019 – Clicca l’immagine per ingrandire

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 23 Settembre – Dutchsinse

​La situazione in Italia mostra varie scosse nel centro nord e al nord con scosse sulla M3 medio alta, fino a ora il rilascio in Italia è stato di circa M4. Sulla line di confine tra le placche che risale l’Italia dallo Ionio abbiamo avuto movimenti lungo tutta la linea.

La scossa profonda di M4.7 dei giorni scorsi pone ancora il pericolo di una scossa sulla M5 e in base ai movimenti precedenti si evidenzia un punto di fulcro situato nella zona centrata sull’entroterra Romagnolo con un raggio di 250 km.

La tempistica per questa possibile scossa è di 4-5 giorni, fino a venerdì.

Previsione Terremoti Italia - Scosse Italia 22-23 Settembre 2019

Scosse Italia 22-23 Settembre 2019 e Punto di Fulcro

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 22 Settembre – DNIt

In Italia non abbiamo dovuto aspettare molto per i movimenti che erano previsti, invece che con una singola scossa, come spesso avviene, ci sono state varie scosse sopra la M3 con la più potente sulla M4 in Friuli.

In Albania continua il rilascio di pressione con un potente sciame, questo sembra bloccare i movimenti verso la zona dei Balcani, è possibile che quando lo sciame diminuisce vedremo una scossa sulla M4 in Romania.

Nel Pacifico Occidentale ancora scosse profonde che continueranno a spingere verso occidente. Anche nella zona a nord del Giappone verso la Penisola della Kamchatka c’è stata un’altra scossa profonda, questa spingerà la spinta sulla M5 verso Russia e Cina.

Nella zona dell’Hindukush anche continuano i movimenti con una scossa profonda di M4.5 e una superficiale di M5, questa è la nuova onda che si dirige verso ovest.

Previsione Terremoti Italia - Scosse Profonde nel Pacifico a Movimenti in Europa

Scosse 22 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 21 Settembre – DNIt

La situazione che si presenta con queste immagini è abbastanza seria in Europa del sudest dopo le scosse in Albania e la scossa profonda in Italia.

Iniziamo dalle scosse profonde nel pacifico, se ne sono verificate molte in questi ultimi due giorni, nell’immagine sono di un colore rosso più scuro e hanno le linee che allontanano i cerchi dalla superficie a significare la profondità.

Scossa Profonda Cilento 21-9-2019

Scossa Profonda Cilento 21-9-2019

L’Italia si trova praticamente dalla parte opposta del Pianeta, come si vede nell’immagine, anche gli accademici concordano che si sono delle spinte che si ripercuotono dall’altra parte.

Da questo probabilmente l’origine della forte scossa di M 5.7 avvenuta poco a ovest di Tirana in Albania, questo movimento è avvenuto all’interno di un forte sciame con un’altra scossa di M5.1 e di M4.7. Non sempre succede in caso di scosse profonde, questa sembra essere una.

La stessa origine potrebbe avere anche la scossa profonda a 294 km di M4.7 avvenuta in serata poco al largo delle coste del Cilento. Questa scossa ha la spinta per una scossa superficiale fino a M5.3 anche dopo vari giorni. Ancora una volta sembra che il centro Italia sia il punto di fulcro.

Vedremo sicuramente anche il trasferimento verso l’Europa con scosse anche sulla M4 specie nei Balcani.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 22 Settembre 2019

Scosse Profonde nel Pacifico a Movimenti in Europa

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 17 Settembre – DNIt

L’immagine di questo aggiornamento mostra le scosse del 16 e del 17 Settembre. Iniziando da est si nota come l’Iran, dopo una lunga pausa in cui non ci sono stati movimenti, ne abbia subiti una moltitudine praticamente ovunque lungo le fratture e i confini delle placche, la maggioranza è stata sulla M4 medio alta.

Anche la pressione che è transitata giorni fa nell’Oceano Indiano (M5.2 il 5/9) e giorni fa (M5.0 il 11/9) nel Mar Rosso, ha infine raggiunto oggi il Golfo di Aqaba con un movimento di M3.7 nel Sinai.

Questi trasferimento continuerà certamente verso il Mediterraneo e l’Europa ma essendo tutte scosse superficiali, da M4 alta come è ora, perderà un po’ di potenza. Ci aspettiamo quindi questi movimenti in Turchia, nella zona di Cipro e Creta oltre che nella parte nord dell’Egeo

In Europa la magnitudo generale è sulla M3 e le zone più interessate sono state la Grecia alle Isole Ionie, la parte nord della Croazia e l’Italia.

La pressione dei giorni precedenti nell’Europa del sud si sta invece espandendo a nord in Francia e a ovest, con molti movimenti nell’area di Gibilterra, punto finale verso le Azzorre a breve.

Scosse Italia 16-17 Settembre 2019

Scosse Italia 16-17 Settembre 2019

In Italia stiamo probabilmente vedendo il rilascio della spinta dalle due scosse profonde dei giorni scorsi e le zone che hanno subito movimenti cono quelle di Norcia con varie scosse la più forte delle quali di M3, e la Calabria.

La scossa di M3.2 in Calabria nella zona di Scalea è a 261 km di profondità, ed è la terza scossa profonda nel giro di pochi giorni, si nota essere punto di fulcro.

Una scossa a questa profondità aggiunge ulteriore M0.5 circa alla spinta verso la superficie quindi è possibile che vedremo un movimento potenzialmente di M3.7 nel giro di qualche giorno; il punto di fulcro potrebbe essere all’altezza di Molise e Gargano ma la contorsione del confine delle placche apre a varie opzioni, una delle quali potrebbe essere le isole a sud della Sicilia.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 16-17 Settembre 2019

Scosse 16-17 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 15 Settembre – DNIt

La situazione di oggi mostra come la forza sismica si sia trasferita lungo le zone di frattura nei Balcani per raggiungere la Polonia con due scosse sulla M3. La zona della Manica potrebbe vedere anche questa movimenti sulla M3 bassa.

Nel Mediterraneo continua ad arrivare la spinta da est e questa mattina si è verificata una scossa di M4.3 a Creta.

L’Italia ancora deve attendere qualche altro giorno per il movimento dopo la scossa profonda anche se le numerose scosse sparse sulla M2 potrebbero aver rilasciato la spinta. Da segnalare una scossa profonda riportata di M2.9 alle isole Eolie; 266 km la profondità quindi la spinta è per un movimento potenziale di massimo M3.4, la zona potrebbe essere il centro sud.

La spinta dall’Europa del sud ha raggiunto la zona di Gibilterra con numerose scosse, anche sulla M3 media.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 15 Settembre 2019

Scosse 15 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 14 Settembre – DNIt

La situazione questa mattina mostra come due dei quattro punti di fulcro che abbiamo citati ieri abbiano visto i movimenti anticiparti.

Una massiccia serie di scosse sulla M4 con la più forte di M4.7 si sono verificate in mattinata nella Turchia centrale, insieme ad un movimento riportato di M3.5 in Albania. In questa area dell’Europa dopo le scosse in Croazia oggi una parte della spinta ha continuato verso nord con una scossa sulla M2 in Slovenia.

Più a est in Europa la zona della Romania è ora il punto di fulcro per una scossa, tra oggi e domani, sulla M4.

L’Italia ha visto pochissimi movimenti, non un buon segno vista la spinta continua da oriente. Più rimane la calma più aumenta l'”accumulo” e quindi la probabilità che si verifichi una scossa sulla M4 o una lunga serie di scosse minori, tutto il confine delle placche è ora potenzialmente soggetto a rilascio di pressione sismica, il centro nord particolarmente.

A testimonianza degli incessanti movimenti in Europa, nella frattura del Nord Atlantico tra Islanda e Azzorre di è verificato un nuovo rilascio con una scossa di M4.5.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 14 Settembre 2019

Scosse 14 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Settembre – DNIt

La situazione di oggi mostra come una serie di scosse superficiali avvenute in mattinata in Cina, con la più forte di M5.0, evidenzia il movimento verso occidente della forza sismica. Dorante la giornata di oggi abbiamo visto quindi dei movimenti in Afghanistan e nel mar Caspio, a nor della zona di silenzio dell’Iran centro nord, queste scosse sono state sulla M4.

In Turchia e in Europa del sudest vediamo una serie infinita di movimenti sulla M3 e nel sud del Peloponneso anche un movimento di M4.2 che potrebbe essere collegato all spinta dal Mar Rosso dei giorni scorsi.

Punti di Fulcro 13 Settembre 2019

Punti di Fulcro 13 Settembre 2019

Nella Penisola Balcanica il trasferimento ha raggiunto la Croazia con un movimento sulla M3 mentre in Italia vediamo solo delle scosse sulla M2 e il centro nord che continua a rimanere silenzioso.

Verso l’Atlantico invece si nota il solito movimenti, una scossa vicina alla M4 nella zona di Gibilterra e poco dopo una scossa che raggruppa tutte le pressioni in Europa, di M5.4 nella zona a nord delle Azzorre.

I Punti di Fulcro per questa nuova onda sono facilmente visibili nell’immagine allegata, in Iran, a Cipro e Turchia centrale, in Albania e in Italia.

E’ possibile anche che vedremo dei movimenti anche sulle coste del Nord Africa in Algeria.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 13 Settembre 2019

Scosse 13 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 12 Settembre – DNIt

Continua la spinta verso ovest con un nuovo movimento profondo in Afghanistan, M4.8 a 258 km, e una scossa nel Mar Rosso sulla M5. L’Iran è ancora sotto pressione, una scossa sulla M5 si potrebbe verificare nella parte nord a est di Teheran. La spinta dal Mar Rosso è probabile che convergerà nella zona tra Creta e Cipro con un movimento sulla M4.

In Europa continuiamo a vedere l’espansione della forza verso la Romania e anche verso una delle altre direttive di trasferimento, quella che dalla Grecia risale la parte a est dell’Adriatico. Oggi una scosse sulla M4 si è verificata in Bosnia.

Ancora una volta in Italia il rilascio è avvenuto solo al sud con scosse sparse sulla M2, esiste ancora la possibilità di un movimento sulla M4 al centro nord, specie se si tiene presente l’arrivo della successiva onda da est tra 2 o 3 gironi.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 12 Settembre 2019

Scosse 12 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Settembre 11:50 – DNIt

Lo sciame vicino alla M4 che ieri abbiamo visto a sud del Caucaso oggi si è spostato più a ovest con molte scosse in Grecia.

Come previsto il trasferimento di forza sismica è continuato verso l’Europa del nordest con un movimento vicino alla M4 in Romania.

In Italia dopo i movimenti al sud oggi fino ad ora nessuna scossa mentre un movimento riportato di M2.6 si è verificato in Svizzera.

Cercando di trovare in Italia un possibile punto di fulcro per una possibile scossa sulla M4 nei prossimi giorni vediamo ora che sembra essere ancora in centro nord, tendenzialmente verso il centro.

Nel nord dell’Afghanistan nel frattempo si è verificata una nuova scossa profonda a 222 km di M4.5 e quindi una nuova spinta sulla M5 verso l’Iran e l’Europa.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 11 Settembre 2019

Scosse 11 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Settembre 00:01 – DNIt

I movimenti di oggi mostrano come l’onda da est stia rilasciando uno sciame sulla M4 nella zona poco a sud della catena montuosa del Caucaso, questa è la stessa onda vista nei giorni scorsi nell’Hindukush.

Più a ovest i movimenti maggiori sono avvenuti questa mattina nel Mediterraneo nella zona dell’Isola di Rodi con un M4.3.

In Italia si sono verificate varie scosse sulla M2 al sud. E’ possibile che le due zone che vedranno dei movimenti sulla M4 siano la Romania e l’Italia, qui visto che il sud è in movimento la zona potrebbe essere centro nord.

In Italia tutto questo si potrebbe anche risolvere con una serie di movimenti minori sparsi lungo la penisola.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 10 Settembre 2019

Scosse 10 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 9 Settembre – DNIt

Nell’aggiornamento di ieri avevamo creduto che l’onda avesse perso potenza trasferendosi verso l’Europa ma non avendo chiara la situazione in Cina e Russia per l’omertà dei quakkademici è difficile capire quale effettivamente sia la forza in trasferimento, quindi grazie alla scienza ancora una volta per mettere i bastoni tra le ruote alla conoscenza.

Quindi l’onda non ha affatto perso potenza, una scossa di M4.5 si è verificata ieri sera in Grecia nel Peloponneso e questa mattina una scossa profonda a 252 km di M4.5 si è verificata tra le coste della Calabria e il vulcano sottomarino Palinuro.

La spinta di questo movimento per una scossa superficiale è superiore alla M5 ed è possibile che questa scossa si possa verificare nel giro di 3 o 4 giorni.

Previsione Terremoti Italia - Scossa Profonda M4.5 Italia 9 Sett 2019

Scosse 8 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Difficile dire quale zona sia il punto di fulcro, sono 2 in effetti, al centro-sud e al nord, probabilmente vedremo movimenti in questa zone.

Le altre direttive europee del trasferimento di pressione hanno anch’esse visto dei movimenti sulla M3, precisamente in Romania e in Bosnia.

In Afghanistan invece continuiamo a vedere la spinta in arrivo, a ciclo continuo, con una nuova scossa di M4.3 a circa 200 km di profondità mentre in India nel Kashmir continuano i movimenti sulla M5.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 8-9 Settembre 2019

Scosse 8-9 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 8 Settembre – DNIt

Iniziando da est si notano due scosse avvenute questa mattina, un di M4.8 in India in Kashmir e una una di M4.2 in Afghanistan a 188 km di profondità. Questa è la spinta che sta transitando verso l’Europa, summa M4 media.

Qualche ora dopo una scossa sulla M4 media si è verificata in Iran, che negli ultimi giorni non aveva visto movimenti, la zona dove vediamo la scossa è il fulcro tra Hindukush e Turchia.

In Europa notiamo dei movimenti sulla M3 media in Grecia e in Romania, pressoché contemporanei, come a conferma che la spinta ha perso della potenza lungo il cammino verso ovest.

L’Italia ha visto dei movimenti lievi al centro e al sud mentre l’Islanda ha subito una scossa di M4 come rilascio finale della spinta proveniente dall’Europa.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 8 Settembre 2019

Scosse 8 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 6 Settembre – DNI

In questo periodo non stiamo assistendo più a onde di pressione sismica che si dirigono verso l’Europa ma a un flusso continuo. Finalmente anche i quakkademici affermano che esistono delle relazioni tra le scosse, come scritto qua e là.

Potete vedere le immagini sotto. Il 3 Settembre avevamo visto delle scosse sulla M4 in Afghanistan, anche semi profonde, il 4 abbiamo visto dei movimenti nel Mediterraneo sempre sulla M4, il 5 abbiamo visto un movimento sulla M4 tra Grecia e Albania, oggi vediamo una scossa addomesticata a M3.4 (paura e gente in strada per un M3? Chissà se si sono spaventati così anche in Romania per un M3.3) in Calabria, in Romania e Francia sulla M3. Il caso ancora una volta?

Nella seconda immagine di questo aggiornamento si nota la simmetria e i punti di fulcro delle scosse sulla M4 che si sono verificate negli ultimi 4 giorni. Se si popola questa immagine con le scosse minori queste vanno a riempire quasi tutti i punti di fulcro. Se alcuni di questi punti di fulcro non subiscono movimenti saranno quelli più esposti nella seguente onda sismica in arrivo.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 6 Settembre 2019

Scosse 6 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Previsione Terremoti Italia - Scosse M4 2-6 Settembre 2019

Scosse M4 2-6 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 5 Settembre – DNI

La situazione di oggi mostrata nell’immagine sotto evidenzia ancora una volta come le zone menzionate nei gironi scorsi, i punti di fulcro nell’Egeo centrale e al confine tra Albania e Grecia abbiamo subito dei movimenti, sulla M4 quello in Albania.

A questo punto tutte le tre direttive Europee, quella dei Balcani, la ex Iugoslavia e l’Italia in questi ultimi giorni hanno visto scosse sulla M4, che era la spinta che proveniva da est.

Probabilmente vedremo altre scosse di minore potenza, probabilmente sulla M3, negli ulteriori punti di fulcro o zone di frattura verso il nord Europa.

Anche la zona del Nord Atlantico a metà tra Islanda e Azzorre ha visto il rilascio della somma delle magnitudo che abbiamo visto in Europa questi ultimi giorni con una scossa di M5.5.

Una scossa di M5.6 si è verificata questa mattina nell’Oceano Indiano, anche questa interessa l’Europa anche se meno intensamente. Al momento di scrivere questa nota la pressione ha continuato vero l’Africa rilasciando una scossa di M5.0 Congo. Relativo silenzio invece nel Pacifico, solo scosse sulla M5.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 5 Settembre 2019

Scosse 5 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Settembre 19:00 – DNI

La situazione di oggi mostra come la spinta che proviene da est si sia trasferita verso l’Europa, vediamo dei movimenti nelle aree che avevamo citato nel report precedente come punto di fulcro.

Alcuni movimenti sulla M2 si sono verificati in Turchia al confine con l’Iran, più a ovest una scossa di M4.3 si è verificata tra Cipro e Creta, a sud dell’Isola di Rodi. Altre scosse sulla M3 media nell’Egeo e in Grecia mentre in Italia nella zona dell’Etna una scossa riportata di M3.1.

Previsione Terremoti Italia - Scosse 4 Settembre 2019

Scosse 4 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Settembre 01:00 – DNI

La spinta che proviene da est si è evidenziata con una serie di scosse in Afghanistan, la più forte di M4.8 a 206 km di profondità, è un flusso continuo che ancora una volta è sulla M5. Non molto dopo questi movimenti in Iran, nel punto di fulcro che è facilmente identificabile nelle immagini degli aggiornamenti precedenti; qui la scossa è stata riportata di M4.7.

Nella zona più a ovest aspettiamo ora l’arrivo di questa anda sismica, si notano nell’immagine alcune zone a metà tra le scosse precedenti. la prima è tra Iran e Iraq alla fine della freccia inferiore; la seconda zona è nella zona dell’Isola di Cipro lungo la freccia che rappresenta il confine della placche (linea bianca); la terza zona è al confine tra Grecia e Albania o/e nell’Egeo Centrale.

Queste sono le zone dove probabilmente vedremo dei movimenti, in Iran/Iraq sulla M4 media, sulla M4 bassa più a ovest per arrivare sulla M4 o M3 alta in Europa meridionale. dato che probabilmente saranno scosse superficiali la magnitudo, come spesso succede, calerà leggermente scossa dopo scossa.

Previsione Terremoti Italia - Onda Sismica 3 Settembre 2019

Onda Sismica 3 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Settembre 19:00 – DNI

Previsione Terremoti Italia - Scosse 3 Settembre 2019

Scosse 3 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Nell’immagine di questo aggiornamento vediamo coma l’onda sismica dopo il Mediterraneo si sia trasferita lungo la direttiva che include la Romania generando una scossa di M4.9 in una delle zone più sismiche del paese.

In Italia abbiamo visto delle scosse sulla M2 media al sud e anche al nord, esattamente nei due punti di fulcro che si possono vedere nell’immagine di ieri.

Da est invece si evidenziano scosse superiori alla M4 nel nord dell’Afghanistan ad una profondità di circa 200 km e che rappresentano il flusso continuo di spinta che proviene dal Pacifico in transito verso l’Atlantico.

Nel Pacifico, dopo i movimenti profondi dei giorni scorsi, da rilevare per ora una scossa superiore alla M4 in Nuova Zelanda come espansione da nord della pressione e due scosse vicine alla M5 a Guam e Taiwan, come conseguenza della spinta della scossa profonda nelle Filippine. Queste due aree vedono spesso movimenti speculari.

Aggiornamento 3 Settembre – DNI

Previsione Terremoti Italia - Scosse 2-3 Settembre 2019

Scosse 2-3 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Zone di Silenzio Europa 3 Set 2019

Zone di Silenzio Europa 3 Set 2019

La situazione di oggi mostra come due delle zone che avevamo nominato ieri, Creta, Egeo e le Azzorre sono state, per pura coincidenza, colpite da scosse come previsto.

Il movimento più importante si è verificato a Creta di M4.3 e questa sembra essere la spinta in trasferimento verso l’Europa.

Nell’immagine più piccola vediamo le zone che hanno subito scosse superiori alla M2 negli ultimi giorni e si identificano vari punti di fulcro, il primo da est è a nord della Grecia con la parte sud dell’Albania, il secondo è in Italia all’altezza del Gargano, il terzo in Sicilia se la pressione si dirigesse verso le coste del Nord Africa. Anche la Bulgaria potrebbe vedere dei movimenti.

La magnitudo in queste zone potrebbe raggiungere anche la M4, specie in Grecia-Albania.

Aggiornamento 2 Settembre – DNI

Oggi abbiamo visto il trasferimento della forza sismica verso i punti di rilascio finali.

La zona verso il Polo Nord, poco a nord delle Isole Svalbard, ha visto un movimento di M5.2 che rappresenra il rilascio di tutta la spinta che è transitata in Europa nei giorni scorsi.

Forse per l’islanda stessa non è ancora finita, della pressione sta transitando in Polonia rilasciando una scossa di M3.2, è possibile che vedremo nella zona dell’Islanda altre scosse sulla M4 media.

L’Europa mediterranea sta aspettando l’arrivo della prossima onda sismica, ora nella Turchia orientale dove vediamo una scossa di M4.3.

E’ possibile che la zona dove vedremo una scossa a breve, sulla M4, sia quella dall’Isola di Creta verso nord e l’Egeo.

E’ sempre difficile capire quale sia la spinta in arrivo in Europa a causa del fatto che non vengono riportate nel feed le scosse in Cina e Russia.

Previsione Terremoti Italia - Scosse Profonde Pacifico 1-2 Settembre 2019

Scosse Profonde Pacifico 1-2 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Previsione Terremoti Italia - Scosse 2 Settembre 2019

Scosse 2 Settembre 2019

Previsione Terremoti Italia

Nella seconda immagine vediamo come si stiano ponendo le basi per una probabile forte scosse superficiale da qualche parte ne Pacifico Occidentale.

Dopo il movimento profondo di ieri, oggi, sempre a 600 km, si è avuta un’altra scossa di M4.6, anche questa ha una spinta verso la superficie di M5.8.

Qui la forza si potrebbe accumulare e incontrare quella dell’altra scossa profonda nelle Filippine a 517 km di M4.4.

La zona di fulcro tra queste sembra essere Papua Nuova Guinea dove potrebbe anche verificarsi una scossa fino a M8, è anche possibile però che si verifichino numerose altre scosse in altre zone, mentre la pressione si muove, facendo diminuire la magnitudo.

La tempistica in uso da Dutch in caso di questo tipo di scosse profonde è fino a 10 giorni.

Aggiornamento 1 Settembre – DNI

Una forte scossa profonda si è verificata oggi nel Pacifico Occidentale nella zona delle Isole Fiji. La scossa è stata riportata di M6.7 a 602 km di profondità alle 17:54. Una scossa a questa profondità aggiunge alla spinta della scossa una ulteriore spinta da sotto di M1.2 quindi la potenziale scossa superficiale risultate potrebbe raggiungere la M7.9.

E’ molto probabile che vedremo quindi una serie di forti scosse nelle direzioni in cui si trasferisce la forza sismica, ossia fratture e confini delle placche. Questo mette in allarme la zona della Nuova Zelanda, che è rimasta in silenzio per vari giorni. Anche verso ovest ci sono varie zone che potrebbero vedere dei movimenti significativi, Nuova Caledonia, Paupa e ancora più a ovest la zona tra Java e Sumatra.

Previsione Terremoti Italia - Scossa Profonda Isole Fiji 1-11-2019

Scossa Profonda Isole Fiji 1-11-2019

Previsione Terremoti Italia

Dutchsinse Previsore di Terremoti

Dutchsinse è una persona, Michael Janitch (di St. Louis Missouri), uno scienziato indipendente che sta studiando e insegnando temi legati alla geofisica. I suoi studi sono noti per essere controversi e provocatori.

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Lavoro

Un uomo non è pigro se è assorto nei propri pensieri. Esistono lavori visibili e lavori invisibili.  

Victor Hugo

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 9% 9%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest