Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Salvator Mundi

Un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo. Di William Henry.

Un incontro faccia a faccia con la tela “perduta” di Leonardo da Vinci, Salvator Mundi, durante una speciale di due giorni presentata da Christie’s.

 

La sconcertante presenza di grazia e potenza che emana da questo ritratto “vivente” di cristo è un incantevole dono profondamente affascinante scaturito dall’amore di uno dei pittori più grandi dell’umanità con un intrinseco invito a scoprire il nostro genio e le nostre potenzialità che dobbiamo far venire alla luce per guarire il nostro mondo .

La sfera di cristallo nella sua mano ci collega al più cosmico di tutti i misteri.

Cintamani Maggio 2018 Metà Prezzo

Salvator Mundi è un dipinto della figura più iconica del mondo da parte dell’artista più importante di tutti i tempi“, afferma Loic Gouzer, Presidente, Post War e Contemporary Art di Christie’s a New York. “L’opportunità di portare questo capolavoro sul mercato è un onore che capita una volta in una vita“, ha detto.

È stato chiamato “Santo Graal” dai più grandi pittori.

Il 24 ottobre 2017 Clare e io siamo andati a Londra!

Per Clare e me, poter ammirare Salvator Mundi, “l’ultimo da Vinci”, era una benedizione al nostro anniversario di matrimonio.

Il Quadro Salvator Mundi

Il Quadro Salvator Mundi

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Tranquilli, ma emozionati, siamo arrivati  da Christie’s in King Street, uno dei “parchi giochi” di Londra preferiti dai ricconi, ma anche dai più modesti appassionati di arte sacra  (come Clare e me).

Ci aspettavamo una lunga attesa e folle enormi, quindi siamo stati felici quando siamo entrati nella galleria di Christie e abbiamo trovato solo quattro persone che erano davanti a noi in fila.

Mentre Clare chiacchierava con loro, ho dato un’occhiata all’immagine islamica della nascita di Cristo che decorava il muro vicino. Il Bambino Gesù era raggiante, luminoso, un’immagine dello Spirito del Sole manifestato sulla Terra, pensavo, mentre mi avvicinavo a quello che stavamo per vedere.

Ci sono forti prove documentali che Salvator Mundi fu commissionato nel 1506 da Luigi XII di Francia che commissionò a Leonardo un dipinto di Cristo che fu completato nel 1513.

Fece parte della collezione d’arte del Re Carlo I d’Inghilterra nel 1649, è stato venduto all’asta nel 1763, e poi si è perso per quasi 200 anni.

Riemerse nel 1958. In quell’anno un astuto collezionista avrebbe potuto gettar via 400 dollari per comprare una chitarra elettrica del 1958 Gibson Les Paul. Oggi, quel “martello degli dèi” americano è il “Santo Graal” delle chitarre e vale più di 250.000 dollari.

Nello stesso anno un più fortunato collezionista americano, cosmicamente fortunato, ha pagato meno di 100 dollari per questo dipinto perduto di Leonardo, che 60 anni dopo, si prevede, sarà valutato più di 100 milioni di dollari, quando cadrà il martello all’asta di Christie il 15 novembre 2017.

Il suo recupero si deve a Robert Simon, uno storico d’arte e commerciante privato che ha riunito un consorzio di commercianti d’arte, per farlo restaurare da Dianne Dwyer Modestini.

Molte qualità uniche di questo dipinto hanno portato gli esperti a confermare che è davvero un lavoro originale del grande Maestro, uno dei soli quindici esistenti.

E ‘stato esposto alla Galleria Nazionale di Londra durante la mostra “Leonardo da Vinci: Pittore presso la Corte di Milano” dal novembre 2011 al febbraio 2012. Purtroppo abbiamo perso questa opportunità.

Ma la fortuna ci ha sorriso nel 2017. All’improvviso è spuntata fuori un’altra mostra.

Abbiamo aspettato in silenzio per qualche minuto e poi la guardia ci ha invitato a entrare nella galleria laterale dove Salvator Mundi ci aspettava.

Il battito del mio cuore si accelerava in previsione di questa esperienza religiosa, quasi come se dovessi incontrare il Maestro stesso … o vedere la mia sposa avanzare verso di me nel giorno delle nostre nozze.

La Potenza All’interno

Come il portavoce di Christie ha detto: “I dipinti di Leonardo sono conosciuti per il loro mistero e la loro ambiguità“.

Certamente. Ci portano sull’orlo del precipizio della scogliera che si apre su una valle sconvolgente, dove si incontrano i mondi naturali e soprannaturali. Questa elusiva, diafana, eterea intersezione è un portale, un gateway per la trasformazione e perfino per il Paradiso.

Girando a sinistra intorno a un muro, Clare ed io siamo entrati nel Vortice di Leonardo.

Ci siamo entrati contemplativamente, rispettosamente. La stanza era silenziosa, salvo per i clic delle macchine fotografiche.

All’improvviso, una coppia con i tacchi alti ha saltato la fila e si è posta davanti a noi. Dovevano essere molto eccitati di ritrovarsi tra i cento milioni di persone che possono ammirare ciò che potrebbe essere una rivelazione del mistico Cristo.

Non c’è niente di meglio per un amante di Leonardo che stare a pochi centimetri di distanza e faccia a faccia con uno dei suoi quadri perduti, specialmente con solo altre otto persone, oltre a due guardie simili a Anubis, nella stanza.

Chiunque sia solo un altro volto perso nella folla massiccia che si riunisce quotidianamente intorno alla Monna Lisa di Da Vinci al Louvre, può attestare il fattore X nelle sue opere; il ché spiega la nostra gioia per questa straordinaria opportunità a sorpresa di ritrovarci insieme a pochi centimetri di distanza e guardare negli occhi il Cristo di Leonardo. Era la nostra avventura nel vortice di Leonardo.

Salvator Mundi Ravvicinato

Salvator Mundi Ravvicinato

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Di persona, il dipinto è surreale. È come se Cristo si fosse alzato dalla famosa Ultima Cena di Leonardo e stesse posando per lui.

I suoi capelli sono rossastri, o ramati, e ricci.

Solleva la mano in benedizione.

Entrambi i Cristi sono eterei e trasudano una tale potenza possibile solo da un perfetto equilibrio maschile e femminile. Basta guardare la sua tunica.

Leonardo disse: “Ci sono tre generi di persone: Coloro che vedono. Coloro che vedono quando gli viene mostrato. Coloro che non vedono“.

Tipicamente nello stile di Leonardo, molti degli oggetti in questo dipinto hanno un significato molto più profondo che in un primo momento non è evidente al solo sguardo.

La stella centrale a otto punte che circonda la perla sul suo plesso solare proviene da Melchizedek e significa Resurrezione. Corrisponde alle otto righe dei fili della sua stola in stile rinascimentale, nonché ad un’affascinante serie di rivelazioni sulle 8 punte (troppo voluminose per discuterne qui).

Il rubino rappresenta il martirio e la passione.

Salvator Mundi Perla e Rubino

Salvator Mundi Perla e Rubino

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

La stella a 8 punte nel suo plesso solare rappresenta l’ingresso a un vasto percorso di misteri centrati sul Signore Melchizedek e su una tribù di esseri eterni.

Il suo viso con il sorriso della Monna Lisa è ipnotizzante.

Il volto di Cristo è mozzafiato, etereo e un po’ sfocato, come se non fosse né qui né nella dimensione da cui è appena emerso, o fatto apposta per ottenere questo aspetto.

Salvator Mundi Volto

Salvator Mundi Volto

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Gli occhi sono arancione come quelli di un leone.

Gli occhi affascinanti del Maestro ti guardano, sono penetranti. Sono trasparenti. Uno è più elevato dell’altro. Interessante. Quanta potenza.

Il grande Maestro era ossessionato dal catturare i misteri della luce. Qui, la Luce del Mondo ci sta fissando con uno sguardo che viene dal profondo, dall’oltre, dal non si sa quando.

Penetra la materia. I nostri atomi si devono riorganizzare per sintonizzarsi alla Sua frequenza.

Sì, la Luce del Mondo è lì dentro. Assorbe. Connette. E’.

Salvator Mundi Occhi Arancione Leonini

Salvator Mundi Occhi Arancione Leonini

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

La Gemma Dei Desideri

Il mistero di questo dipinto è profondo e affascinante. C’è chiaramente qualcosa di più di ciò che due semplici occhi possono vedere. Una folgorazione comincia a pervaderci appena gli ci mettiamo di fronte.

Subito, i nostri occhi si bloccano sulla palla di vetro, o sfera di cristallo, in mano al Cristo. Traslucida. Spumeggiante. Praticamente viva.

Gli storici dell’arte sono sconcertati da questa solida palla di vetro che, essi dicono, manca di precisione ottica e questo ha messo in discussione l’autenticità del dipinto.

Walter Isaacson nella sua nuova biografia su Leonardo da Vinci scrive: “Leonardo non è riuscito a dipingere la distorsione che si verifica quando guardi, attraverso una solida sfera chiara, oggetti che non toccano la sfera stessa“. Isaacson nota che il vetro o il cristallo solido – sia esso una sfera o una forma di lente – produce immagini ingrandite invertite o inverse. Tuttavia, come osserva Isaacson, Leonardo ha dipinto la sfera “come se fosse una bolla di vetro vuota che non rifrange né distorce la luce che passa attraverso di essa“.

Per occhi che non vedono, la sfera sembra essere un errore.

I tre puntini a triangolo balzano subito agli occhi.

“Sono Cintamani!”, Dissi, quando Clare mi mostrò per la prima volta l’articolo che annunciava la scoperta di questa pietra nel 2011. Sta tenendo in mano la Pietra del Cielo, dissi.

Il gioiello dei desideri del buddismo tibetano è simboleggiato da tre puntini disposti dentro una piramide. È facile da individuare una volta che si sa cosa sia. Solo allora si può discernere ciò che Leonardo vuole che noi vediamo.

Buddah e le Cintamani

Buddah e le Cintamani

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Coloro che possiedono le Cintamani, così come Buddha, possiedono i Poteri dell’Universo.

Buddah Salvator Mundi e le Cintamani

Buddah Salvator Mundi e le Cintamani

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Sono le tre stelle della cintura di Orione!” Disse Clare.

Entrambi abbiamo ragione. La spumeggiante sfera di cristallo in mano al Cristo è il simbolo di una fonte di potenza che va oltre la comprensione umana.

È una sostanza vivente di un’altra dimensione. È il potere dell’Universo stesso.

Il pittore russo, Nicholas Roerich, che ha ricercato questa pietra, ha detto che è venuta da Orione.

La sua presenza nel nostro mondo significa divulgazione di un segreto cosmico.

La comprensione richiede un’evoluzione della nostra coscienza e una consapevolezza del nostro potenziale come angeli risvegliati.

Questo è ciò che Leonardo desidera raffigurare e farci capire nel guardare questo dipinto.

Il mondo che Leonardo vuole salvare con la Pietra del Cielo è il nostro.

Salvator Mundi Sfera di Cristallo e Cintamani

Salvator Mundi Sfera di Cristallo e Cintamani

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

I divini, opachi, puntini di luce dorata nella sfera di di vetro. Le bolle che si muovono all’interno.

Ce la sta offrendo! Prendiamola!

Guardare In Faccia La Divinità

Clare e io abbiamo trascorso molti anni a guardare gli occhi di Salvator Mundi e in cerca delle cintamani.

Una domanda che ci siamo fatti spesso è: chi era il modello? Potrebbe essere stato Albrecht Durer, che ha una notevole somiglianza con il Cristo di Da Vinci.

Albrecht Durer e Salvator Mundi

Albrecht Durer e Salvator Mundi

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Il modello potrebbe essere stato Cristo stesso?

Abbiamo discusso questa possibilità in un episodio sulla Sindone di Torino nel nostro programma Gaia TV “Arcanum“. Abbiamo confrontato il volto del Cristo di Da Vinci con il volto sulla Sindone di Torino e ricercato una connessione con le Cintamani.

Salvator Mundi e Sindone

Salvator Mundi e Sindone

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Il volto del Cristo di Leonardo è un abbinamento perfetto per il volto sulla Sindone … un fatto completamente omesso da tutti i media.

Com’è possibile?

Leonardo aveva visto la Sindone di Torino? Ci siamo chiesti.

O, ancor più fantasiosamente, ha avuto una visione del Cristo che gli ha permesso di fare questo ritratto?

Faccia A Faccia

Per il mondo dell’arte questo dipinto è più che un tesoro. Per Clare e me è più di un dipinto.

È un canale divino. È un’icona d’amore, come la Sindone di Torino.

Dopo aver visto la Sindone nel 2011 e nel 2015, sappiamo che è un’icona attiva, un trasmettitore di Luce Divina.

Le parole di Michael Daley, direttore di ArtWatch UK, ci suggeriscono che siamo sulla buona strada. Anche se non è convinto che Salvator Mundi sia un Leonardo, egli fa notare che è inespressivo, come un’icona.

A nostro avviso, non è solo un’icona. È un’icona, il chè significa che è uno specchio sacro o un portale per il divino. E’ stato creato da Leonardo per manifestare un vortice attraverso il quale il miracoloso potere di benedizione delle cintamani può essere trasferito.

Per cominciare a ricevere questo potere, tutto quello che dobbiamo fare è guardare negli occhi di Salvator Mundi e scoprire la sua luce dall’interno.

Sovrapposizione Sindone e Salvator Mundi

Sovrapposizione Sindone e Salvator Mundi

Salvator Mundi un Momento di Trascendenza nel Vortice di Leonardo

Cintamani La Pietre delle Stelle

Scarica l’Ebook

Cintamani La Pietre delle Stelle

Santo Graal

Pillole Disclosure News Testata

Conquiste

Conquista te stesso, non il mondo.  

Renè Descartes

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 49% 49%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest