Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte. Di Interstellar.

Continuiamo la storia mitologica di Perseo riallacciandoci all’ultimo post di Cobra dell’11 Novembre.

Perseo e Medusa

Così Perseo crebbe nella casa di Polidette e fu allevato ed educato amorosamente da Danae, in modo che fosse degno della sua origine divina. Infatti egli si rivelava sempre più forte e coraggioso e virtuoso, mentre Polidette sorvegliava i progressi del giovinetto e si andava persuadendo ogni giorno più che sarebbe venuto il tempo in cui egli gli avrebbe chiesto conto della sua condotta verso la madre e ne avrebbe vendicato l’indegna servitù.

Perciò decise di non attendere che questo si verificasse, e un giorno gli ordinò di partire e di andare ad uccidere Medusa, una delle tre Gorgoni e di portargliene la testa, sicuro che, tra i pericoli del viaggio e l’impresa estremamente rischiosa che gli comandava, il giovane avrebbe incontrato la morte.

Offerta Pietre Cintamani - Pianta il Tuo Seme della Vita!


Offerta 1

7 Cintamani Opache da 3/4 grammi a prezzo speciale per la Liberazione Planetaria - 240 € Spedizione Inclusa

Offerta 2

7 Cintamani Opache da 6/7 grammi a prezzo speciale per la Liberazione Planetaria - 450 € Spedizione Inclusa

Scrivici per Maggiori Informazioni

Acquista la Tua Pietra Cintamani

Offerta Cintamani Opache Uniche a Prezzi Scontati

10 grammi - 12 grammi - 16 grammi - 17 grammi - 20 grammi - 30 grammi

Il generoso animo di Perseo, all’udire la straordinaria impresa che gli veniva richiesta, arse di giovanile entusiasmo e di una nobile brama di gloria, e, senza esitare, accettò l’incarico e partì, lasciando la madre in una crudele angoscia.

Ella rivolse un’accorata preghiera al suo celeste marito, perché sovvenisse il suo troppo inesperto e impetuoso figliolo dalla sua protezione in tutti i pericoli cui andava incontro; Zeus gli mandò in aiuto Atena ed Ermes.

I due numi si presentarono a Perseo e Atena gli chiese:

Le Graie

Le Graie

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Sai tu chi è Medusa? Sai dove trovarla? Sai come fare per assalirla ed ucciderla, e come riportare indietro, senza tuo danno la sua testa?

So che è un terribile mostro – rispose il giovinetto – e che dimora nell’estremo occidente. Questo m’ha detto Poilidette; e a me basta. Come trovarla ed ucciderla è affar mio: saprò cavarmela.

Elmo di Ade

Elmo di Ade

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Tu hai troppa fiducia in te stesso – rispose sorridendo Atena; – ma sappi che in quest’impresa, per quanto valoroso tu sia, non bastano i mezzi umani. Ascoltami bene. Medusa è una delle tre Gorgoni, figlie dei due mostri marini Forci e Cheto.

Esse sono tre belle fanciulle ma di esse, due, Steno ed Eurìale sono immortali, mentre Medusa è mortale. Questa inoltre, a differenza delle sorelle che hanno chiome bellissime, ha i capelli misti con orridi serpentelli, ed ha occhi così terribili che chi la guarda è mutato in sasso.

Esse vivono nell’estremo confine occidentale della terra, presso il luogo dove Atlante regge sulle spalle il mondo.

L’Elmo di Ade

Non è assolutamente possibile che tu giunga fino ad esse se non ti procuri l’elmo di Ade, che rende invisibile chi se ne cinge il capo, una bisaccia magica e un paio di calzari alati; i quali oggetti sono custoditi da alcune Ninfe, abitanti in un luogo recondito, noto solo alle tre Graie, sorelle delle Gorgoni.

Le Graie sono tre fanciulle dai capelli canuti fin dalla nascita, le quali hanno un occhio solo e un dente solo in tre, e se ne servono a turno, passandoseli dall’una all’altra. Per obbligarle a rivelarti il nascondiglio delle Ninfe tu devi sottrarre loro con destrezza l’occhio e il dente; solo allora esse, per riaverli, te lo diranno.

E le Ninfe non si faranno pregar troppo per consegnarti l’elmo, la bisaccia e i calzari alati; esse t’indicheranno anche la via per giungere alla dimora delle Gorgoni. Ma ancora non basterà il tuo coraggio, né basteranno quegli oggetti per assalire senza tuo rischio e uccidere Medusa: ti saranno necessari anche questo specchio e questa falce.

Perseo e Le Ninfe

Perseo e Le Ninfe

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Della falce ti servirai per troncare d’un sol colpo la testa della Gorgone, dello specchio per vedere dove devi vibrare il colpo senza guardare direttamente coi tuoi occhi Medusa, ché essa t’impietrirebbe.

Ora va’ e ricordati: non guardar mai la faccia di Medùsa, se non vuoi diventar di sasso; la bisaccia ti servirà per rinchiudervi la sua testa e trasportarla senza tuo pericolo.

Ciò detto, i due numi gli consegnarono una falce e un lucido disco di rame come specchio, e scomparvero.

Perseo, reso più baldanzoso dal favore degli dei, si mise in viaggio e, attraversata la Libia, giunse presso Atlante.

 

Le Graie

Questi gli indicò il luogo dove dimoravano le Graie. Vi si recò e le trovò che sedevano a mensa. Accolto benignamente come figlio di Zeus, si sedette con loro. Mentre si rifocillava, mangiando le vivande e bevendo il vino che le ospiti gli avevano servito, le osservò, e vide che esse prendevano, a turno, ciascuna un boccone, passandosi l’unico occhio e l’unico dente che avevano in comune.

Si pose in vigile attsa, e infine, quando vide il momento opportuno, mentre n n a porgeva l’occhio e il dente alla sorella vicina, con gesto rapido glieli tolse di mano e balzò in piedi allontanandosi dalle tre Fòrcidi, mentre esse, tutt’e tre cieche, levavano alte strida, brancolando per tentar di afferrarlo e obbligarlo rendere loro il mal tolto.

Ma egli, tenendosi a distanza, disse:

Figlie di Farci, datevi pace. Non son venuto per usarvi alcuna violenza, né per rapirvi alcunché. Ma non vi renderò il vostro occhio e il vostro dente prima che m’abbiate indicato dove dimorano le Ninfe che custodiscono l’elmo di Ade, la bisaccia e i calzari alati, di cui ho estremo bisogno per la mia impresa. Solo quando m’avrete detto questo, senza inganni, vi renderò, ve lo ,giuro, le cose vostre.

Impaurite dalla risoluta fermezza che suonava nella voce del giovane, ma rassicurate nello stesso tempo dal suo giuramento, le Graie gli rivelarono il nascondiglio delle Ninfe l’indicarono la via per giungervi.

Le Ninfe si turbarono dapprima nel vedere scoperto il loro rifugio; ma quando appresero chi era quel giovine semidio e com’egli era protetto dalla stessa Atena e da Ermes, del quale riconobbero la falce e lo specchio, non ebbero difficoltà a consegnargli anche l’elmo incantato di Ade, la bisaccia magica e i calzari alati, simili a quelli dello stesso Hermes, e ad indicargli la strada per giungere dalle Gorgoni.

Così equipaggiato, Perseo intraprese l’ultima parte del difficoltoso viaggio. E giunse al luogo che gli era stato indicato.

Le Gorgoni

Ne ebbe sentore dal fatto che nell’ultimo tratto della via e nei terreni circostanti erano sparse statue di animali e di persone che al vedere Medusa erano diventati di sasso. Allora, per non correre il rischio d’esser sorpreso dalle Gorgoni e di trovarsi all’improvviso a faccia a faccia con esse, si pose in capo l’elmo per rendersi invisibile e procedette camminando all’indietro, servendosi dello specchio ed aguzzando l’orecchio per cogliere eventuali voci. Pervenne così alla caverna che le Ninfe gli avevano indicata come dimora delle tre sorelle.

Si avanzò cauto, senza far rumore, camminando sempre a ritroso, con gli occhi fissi nella spera di forbito rame e impugnando la falce, pronto a colpire se ne fosse stato il caso.

Perseo Medusa Nascita di Pegaso

Perseo e Le Ninfe

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Ed ecco, in un’ampia sala semibuia, su morbidi giacigli fatti di sovrapposte pelli di leoni, di tigri e di pantere, tre fanciulle dormienti, una più bella dell’altra, dai visi fiorenti di giovinezza, dai lunghi capelli, fini, lucidi e inanellati, sparsi intorno al capo e sulle spalle e sul petto.

Senonché intorno al capo di una di esse, misti ai vaghi riccioli bruni, erano attorcigliati
dei serpentelli, che giacevano anch’essi addormentati.

Perseo riconobbe in quest’ultima Medusa. Ma quanto erano belle tutt’e tre! Quanto era vago, nonostante gli orridi monili dei serpenti, il viso placido della stessa Medusa, così pacato nel sonno, senza sospetto e senza alcuna espressione di minacciosa ferocia! Il giovane fu tentato di volgersi deponendo lo specchio, per vagheggiare, anche per un solo istante, direttamente coi propri occhi quei tre meravigliosi volti; ma si ricordò a tempo che poi non li avrebbe riguardati una seconda volta, neanche con lo specchio. E senz’altro decise di approfittare del momento opportuno per compiere l’impresa di cui aveva assunto l’impegno. Gli occhi fissi nello specchio, sporse indietro il braccio armato della falce, si avvicinò di qualche passo e, calcolato attentamente il movimento, vibrò il colpo.

Medusa

Medusa

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Perseo e Medusa

Ne ebbe sentore dal fatto che nell’ultimo tratto della via e nei terreni circostanti erano sparse statue di animali e di persone che al vedere Medusa erano diventati di sasso. Allora, per non correre il rischio d’esser sorpreso dalle Gorgoni e di trovarsi all’improvviso a faccia a faccia con esse, si pose in capo l’elmo per rendersi invisibile e procedette camminando all’indietro, servendosi dello specchio ed aguzzando l’orecchio per cogliere eventuali voci. Pervenne così alla caverna che le Ninfe gli avevano indicata come dimora delle tre sorelle.

Si avanzò cauto, senza far rumore, camminando sempre a ritroso, con gli occhi fissi nella spera di forbito rame e impugnando la falce, pronto a colpire se ne fosse stato il caso.

Il corpo della Gorgone ebbe un sussulto e ristette immoto; il suo capo ruzzolò dal giaciglio, senza un gemito; solo i serpentelli si destarono e si ersero minacciosi coi petti e con le teste, sibilando e vibrando le lingue bifide tra gli aguzzi lenti.

Dal collo reciso e dal tronco mutilato sgorgarono fiotti di nero sangue; nello stesso tempo dalla orrenda ferita balzarono
fuori – prodigio inaudito – due esseri straordinari: Crisaore, dal quale poi nacque il mostro triforme Gerione, e il cavallo alato Pegaso.

Crisaore

Crisaore

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Perseo fece appena in tempo a gettare sul capo reciso di Medusa, servendosi sempre dello specchio, la bisaccia magica e a rinchiudervelo dentro; quindi, servendosi dei calzari alali, spiccò il volo e fuggì velocissimo con la sua preda. Le altre due Gorgoni, destate dai sibili dei serpenti, dallo scalpito e dal rombo delle ali di Pegaso, dalla orrenda voce di Crisaore, nonché dal febbrile tramestio fatto dallo stesso Perseo negli ultimi istanti, in cui s’era affrettato a rinchiudere nella bisaccia la testa di Medusa, si guardarono intorno e, resesi conto dell’accaduto, si gettarono alla ricerca dell’assalitore.

Ma egli era ormai lontano; e poi, grazie all’elmo di Ade, era invisibile anche agli occhi di esseri immortali.

Pegaso

Pegaso

Operazione Perseo Cobra Seconda Parte

Perseo

Prima Parte

Perseo

Terza Parte

Perseo

Seconda Parte

Perseo

Quarta Parte

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

E = h u

La decisione di dedicarmi alla scienza fu la scoperta che non ha mai cessato di riempirmi di entusiasmo: le leggi del pensiero umano coincidono con le leggi che regolano la ricezione delle impressioni che riceviamo dal mondo intorno a noi. Sicchè la logica pura può permetterci di penetrare nel meccanismo del mondo. E' di fondamentale importanza che il mondo esterno sia qualcosa di indipendente dall'Uomo, qualcosa di Assoluto. La ricerca delle leggi che si applicano a questo Assoluto, mi parve lo scopo scientifico più alto della vita.  

Max Plank

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!




Pin It on Pinterest

Vai alla barra degli strumenti