Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea Vladimir Putin

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea – Vladimir Putin

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea. Di Geopolitics.

Nel corso della sessione plenaria del Forum economico orientale a Vladivostok la scorsa settimana il Presidente russo Vladimir Putin ha espresso la concreta certezza che non ci sarà un altro conflitto militare su larga scala nella penisola coreana.

Web Hosting

L’osservatore politico russo Anatoly Wasserman spiega che cosa il Presidente Russo sa che molti osservatori non sanno.

Rivolgendosi ai partecipanti al Forum giovedì, Putin ha dichiarato che crede che tutte le parti coinvolte nello scontro nella Penisola Coreana avranno probabilmente “abbastanza buon senso e comprensione nell’essere responsabili dei milioni di persone della regione e che potremmo risolvere questo problema con mezzi diplomatici”.

“Come la mia controparte sudcoreana, sono sicuro che non ci sarà un conflitto su larga scala, in particolare uno che preveda l’uso di armi di distruzione di massa”, ha aggiunto il leader russo.

Moon e Putin

Presidente della Corea del Sud Moon e Putin

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea

Putin ha anche ricordato che nel 2005 le parti in conflitto erano sul punto di giungere ad un accordo sul programma nucleare di Pyongyang:

Sono stati raggiunti accordi in base ai quali la Corea del Nord ha assunto la responsabilità di limitare i suoi programmi nucleari e i missili. Tutte le altre parti in questo processo hanno promesso di contribuire a questo. Ma poi, qualcuno ha iniziato a chiedere alla Corea del Nord ciò che non aveva mai promesso, e gradualmente la situazione si è deteriorata allo stato attuale “.

Base Americana di Osan Corea del Sud

Base Americana di Osan Corea del Sud

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea

Analizzando le osservazioni del Presidente russo in un articolo per RIA Novosti, Anatoly Wasserman ha preso atto del fatto che “prima di tutto, Putin ha evitato diplomaticamente di chiamare per nome questo qualcuno“.

È come nel famoso aneddoto di un gruppo di creature dei boschi, in cui una volpe seduta nel bosco a giocare a carte, dice alle altre: “se qualcuno bara, si prenderà uno schiaffo in faccia, in quella faccetta subdola da lince“.

Nel conflitto di cui stiamo discutendo qui, è altrettanto ovvio che sappiamo chi è stato che potrebbe aver chiesto alla Corea del Nord qualcosa che Pyongyang non aveva mai promesso“, ha scritto l’osservatore politico.

“In realtà,ha suggerito Wasserman, “tra tutti i potenziali qualcuno nel conflitto nella penisola coreana, solo uno è conosciuto per la sua inadeguatezza. In particolare, è lo stesso a cui il Presidente russo si riferiva qualche giorno fa in una conferenza stampa dopo il vertice BRICS, quando disse che queste persone avrebbero confuso l’Austria con l’Australia“.

Nel caso delle due Coree, l’osservatore ha suggerito che entrambe sono abbastanza razionali

il conflitto che si sta sviluppando oggi è solo un’altra fase di quel confronto in corso nella penisola fin dall’inizio del XX secolo, quando la Corea fu prima occupata e poi completamente genocidiata dal Giappone.

Poi, dopo che il Giappone fu cacciato, arrivò qualcuno che aveva intenzione di trasformare quel territorio … nella propria base strategica e questo qualcuno avrebbe usato questa base per sferrare un altro genocidio sulla Corea del Nord“.

Putin Espone la Follia USA

Vertice BRICS 11 Settembre

Durante la guerra coreana del 1950-1953, le forze aeree statunitensi lanciarono 635.000 tonnellate di bombe sulla Corea, quasi 150.000 tonnellate in più rispetto all’intero scenario del Pacifico durante la seconda guerra mondiale. La guerra Coreana ha causato oltre 3 milioni di vittime civili, la stragrande maggioranza di loro era del nord.

“Da quanto posso capire, entrambe le Coree ricordano perfettamente i genocidi che sono stati perpetrati contro di loro e non hanno il minimo desiderio di permettere a chiunque di ripeterli”,

ha scritto Wasserman. Poi, ha aggiunto:

“Sono abbastanza certo che tra tutti i partecipanti al conflitto nella penisola coreana, solo gli Stati Uniti sono in grado di comportarsi in modo inadeguato e aggressivo”.

“Date queste circostanze, credo che il comportamento del presidente sudcoreano, che consiste in una combinazione armonica del ricordo del pericolo della condotta della Corea del Nord, con la promessa di offrire a Pyongyang un suo ruolo in progetti economici reciprocamente vantaggiosi, è la più ragionevole via per andare avanti “, aggiunge l’osservatore.

“Perché, da un lato, la partecipazione a tali progetti indebolisce notevolmente il reciproco interesse per qualsiasi comportamento aggressivo, anche se non lo elimina completamente… E d’altra parte un’ampia esperienza globale dimostra che quando un paese ha un grande potenziale economico, spesso ha anche l’opportunità di costruire rapidamente il suo potenziale di difesa e, quindi, non deve farlo in anticipo e spendere un sacco di soldi così…

Per questo motivo, tutti i paesi economicamente sviluppati, di regola, appaiono meno aggressivi.”

Guerra di Corea 1950

Guerra di Corea 1950

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea

Con questi dati in mente, Wasserman ha osservato che la posizione rigorosa della pro-diplomazia “espressa dai presidenti sudcoreani e russi al Forum economico orientale è il modo più promettente per risolvere il conflitto .

L’analista ha ricordato che, nel primo periodo della controversia sulle ambizioni nucleari della Corea del Nord, “gli Stati Uniti hanno promesso a Pyongyang di aiutarla a risolvere un certo numero di gravi problemi energetici, fornendole risorse sufficienti a costi contenuti, al fine di  creare nel paese un potente complesso di energia nucleare a scopi civili, che utilizza la tecnologia americana e che avrebbe dovuto garantire l’incapacità di utilizzare questo complesso per scopi militari “.

Pyongyang ha accettato prontamente queste proposte“, ha scritto Wasserman. “Ma dopo di che, Washington, cavillando su piccole questioni, si rifiutò di rispettare la propria promessa. E così la Corea del Nord è stata costretta a sviluppare la propria energia nucleare, dandogli l’opportunità di proseguire il suo progetto per creare armi nucleari.Quindi gli Stati Uniti non solo hanno semplicemente richiesto alla Corea del Nord qualcosa che Pyongyang non aveva mai promesso, ma hanno anche violato le loro stesse proprie promesse, in un modo che ovviamente ha portato ad una aggravamento della situazione“.

In ultima analisi, Wasserman ha scritto che non poteva escludere che gli Stati Uniti avessero cercato di aggravare deliberatamente la situazione nella regione “perché altrimenti avrebbero rischiato  di perdere la ragione politica per la diffusione delle truppe statunitensi nella penisola coreana“.

Ricordare il passato, comprendere il presente, per costruire un futuro migliore (NdR).

C’è qualcuno oggi interessato alla guerra?” Chiede il commentatore. “Non credo“, si risponde da solo.

Missile Balistico Nordcoreano Hwasong

Missile Balistico Nordcoreano Hwasong

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea

Ultimo Test Missilistico Coreano del Nord

Ultimo Test Missilistico Coreano del Nord

Non ci Sarà una Nuova Guerra di Corea

Teoricamente, si può immaginare che per una parte dell’establishment americano questa guerra potrebbe essere considerata redditizia in base alle attuali circostanze, dal momento che il Presidente Trump ha vinto le elezioni grazie alla sua promessa di restituire posti di lavoro nel paese.

E i posti di lavoro hanno cominciato a lasciare gli Stati Uniti per la Corea del Sud molto prima di quando hanno iniziato ad andare verso la Cina.

Pertanto, non posso escludere la possibilità che la distruzione della Corea del Sud come conseguenza di una guerra sarebbe vantaggiosa per gli Stati Uniti” o almeno a quei gruppi finanziari e industriali che vorrebbero cercare di ricostruire la base economica e industriale statunitense a qualsiasi costo.

Ma, purtroppo negli Stati Uniti, quelle forze industriali e finanziarie per le quali una guerra in Corea sarebbe vantaggiosa,  sono ancora molto forti. E il Presidente russo, credo, sia a conoscenza anche di questo“, ha concluso Wasserman.

Meditazione Per l'italia

È ora di intervenire e guarire l’Italia!

È tempo di prendere il destino del nostro mondo nelle nostre mani!

Ecco la nostra possibilità di accelerare collettivamente il processo.

Dobbiamo usare l’occasione dell’Equinozio del 22 Settembre per convogliare l’energia guaritrice della Fiamma Viola di saint Germain su Roma.

Facciamo diventare questa meditazione virale!

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

La Dittatura

La dittatura perfetta avrà la sembianza di una democrazia, una prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno mai di fuggire. Un sistema di schiavitù dove, grazie al consumo e al divertimento, gli schiavi ameranno la loro schiavitù...  

Aldous Huxley

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 5% 5%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Fiore della Vita Sticker Pack

Fiore della Vita Sticker Pack - 10 Stickers - 5 Bianchi 5 Neri 9.5 x 9.5 cm

Pin It on Pinterest