Massoneria Le Inchieste della Loggia P2

Le Inchieste della Loggia P2

Massoneria Quinta Parte

Le Inchieste della Loggia P2. La Massoneria in Italia. Le Clamorose Rivelazioni di Cospirazioni per il Dominio del Mondo. Di Oracle Prophecy.

Per farvi capire ciò che questa Loggia Massonica Deviata ha rappresentato per il nostro paese, vi riporto il notevole numero di tutte le inchieste della magistratura in cui era implicata la Loggia Massonica P2:

  • Strage del treno ItalicusS
  • Strage di Bologna
  • strage di Ustica
  • strage di Piazza Fontana
  • strage del rapido 904
  • omicidio Calvi
  • omicidio Pecorelli
  • omicidio Olof Palme
  • omicidio Semerari
  • colpo di stato militare in Argentina
  • tentativo di colpo di stato di Junio Valerio Borghese
  • tentativo di colpo di stato della Rosa dei Venti
  • caso dei dossier illegali del SIFAR
  • operazione Minareto
  • falso rapimento Sindona
  • tentativo di depistaggi o durante il rapimento Moro
  • rapimento Bulgari
  • rapimento Ortolani
  • rapimento Amedeo
  • rapimento Danesi
  • rapimento Amati
  • rapporti con la banda della Magliana
  • rapporti con la banda dei marsigliesi
  • inchiesta sul traffico di armi e droga del giudice Carlo Palermo
  • riciclaggio narcodollari (caso Locascio)
  • caso Cavalieri del Lavoro di Catania
  • fuga di Herbert Kappler
  • crack Sindona
  • crack Banco Ambrosiano
  • crack Finabank
  • scandali finanziari legati allo IOR
  • caso Rizzoli-Corriere della Sera
  • caso SIPRA-Rizzoli
  • scandalo dei Petroli
  • caso M. Fo. Biali
  • caso Eni-Petronim
  • caso Kollbrunner
  • cospirazione politica e truffa di Antonio Viezzer
  • cospirazione politica di Raffaele Giudice
  • cospirazione politica di Pietro Musumeci
  • cospirazione politica e falsificazione documenti di Antonio La Bruna
  • finanziamenti FIAT alla massoneria

Tutta la storia recente del nostro paese è stata determinata da pidueisti, Licio Gelli era riuscito ad unire nella stessa Loggia tutto il potere e i soldi di uno Stato.

La data di fondazione della P2 non si sa,ciò che è certo è che deriva dall’elitaria Loggia ottocentesca Propaganda, che fu determinante per gli avvenimenti che portarono all’Unita d’Italia, un’altra cosa certa è che la rinascita di questa loggia fu voluta negli anni 60’ dalla massoneria americana che vi trasferì importanti elementi,che ovviamente dovevano rimanere “coperti”.

Nel 1971 Licio Gelli (ex OSS,ex Gladio)viene elevato al grado di Maestro Venerabile e in pochissimo tempo diventa potente, molto potente, tanto che il nuovo Gran maestro della massoneria italiana, spaventato dalla concentrazione di tanto potere in un unica loggia tenta di scioglierla, ma senza successo,Licio Gelli era ormai fuori controllo.

In breve tempo aderiscono alla p2,centinaia anzi migliaia di militari,agenti segreti,politici e banchieri,la loggia P2 era diventata in breve tempo uno stato nello stato,un concentrato di potere unico al mondo.

Gelli ottenuto il potere in Italia,varca i confini ed esporta la p2 anche all’estero,partecipando così alla vita politica ed economica di altri paesi.

In Argentina, per esempio favorirà il golpe militare, per poi perorare la causa del ritorno di Peron, così come risulterà implicata nello scoppio del conflitto delle isole Malvinas.

La loggia P2 risulterà attiva in Uruguay, Brasile, Venezuela, negli Stati Uniti, in diversi paesi europei e non ultima in Romania, dove Gelli avrà importanti rapporti con il regime “socialista” di Ceausescu, nonostante l’anticomunismo viscerale di tutti gli aderenti alla P2.

Evidentemente a Ceausescu non era rimasto niente di comunista e Gelli lo sapeva.

Cintamani Maggio 2018 Metà Prezzo

Il Piano di Licio Gelli

Licio Gelli non si limitava a gestire la loggia, ma scriveva, scriveva molto, le opere interessanti furono solo due: Lo Statuto della P2 e il sorprendente per la lungmiranza Piano di Rinascita Democratica.

Ora vi riporto brevemente una piccola parte del piano di Licio Gelli:

1) L’ aggettivo democratico sta a significare che sono esclusi dal presente piano ogni movente o intenzione anche occulta di rovesciamento del sistema

2) il piano tende invece a rivitalizzare il sistema attraverso la sollecitazione di tutti gli istituti che la Costituzione prevede e disciplina, dagli organi dello Stato ai partiti politici, alla stampa, ai sindacati, ai cittadini elettori.

3) Il piano si articola in una sommaria indicazione di obiettivi, nella elaborazione di procedimenti – anche alternativi – di attuazione ed infine nell’elencazione di programmi a breve, medio e lungo termine.

4) Va anche rilevato, per chiarezza, che i programmi a medio e lungo termine prevedono alcuni ritocchi alla Costituzione successivi al restauro delle istituzioni fondamentali.

Massoneria Le Inchieste della Loggia P2 Copertina OP

OP-Osservatore Politico settimanale di approfondimento politico, fondato e diretto da Mino Pecorelli (1928-1979)

Le Inchieste della Loggia P2

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Massoneria Le Inchieste della Loggia P2 Piano di Rinascita Democratica

Gran parte dei sogni del maestro venerabile è stata realizzata

Le Inchieste della Loggia P2

Gli Obbiettivi:

a) i partiti politici democratici, dal PSI al PRI, dal PSDI alla DC al PLI (con riserva di verificare la Destra Nazionale)

b) la stampa, escludendo ogni operazione editoriale, che va sollecitata al livello di giornalisti attraverso una selezione che tocchi soprattutto: Corriere della Sera, Giorno, Giornale, Stampa, Resto del Carlino, Messaggero, Tempo, Roma, Mattino, Gazzetta del Mezzogiorno, Giornale di Sicilia, per i quotidiani; e per i periodici: Europeo, Espresso, Panorama, Epoca, Oggi, Gente, Famiglia Cristiana. La RAI-TV va dimenticata.

c) i sindacati, sia confederali CISL e UIL, sia autonomi, nella ricerca di un punto di leva per ricondurli alla loro naturale funzione anche al prezzo di una scissione e successiva costituzione di una libera associazione dei lavoratori;

d) il Governo, che va ristrutturato nella organizzazione ministeriale e nella qualità degli uomini da proporre ai singoli dicasteri;

e) la magistratura, che deve essere ricondotta alla funzione di garante della corretta e scrupolosa applicazione delle leggi;

f) il Parlamento, la cui efficienza e’ subordinata al successo dell’operazione sui partiti politici, la stampa e i sindacati.

2) Partiti politici, stampa e sindacati costituiscono oggetto di sollecitazioni possibili sul piano della manovra di tipo economico finanziario. La disponibilità di cifre non superiori a 30 o 40 miliardi sembra sufficiente a permettere ad uomini di buona fede e ben selezionati di conquistare le posizioni chiave necessarie al loro controllo.

Governo, Magistratura e Parlamento rappresentano invece obiettivi successivi, accessibili soltanto dopo il buon esito della prima operazione, anche se le due fasi sono necessariamente destinate a subire intersezioni e interferenze reciproche, come si vedrà in dettaglio in sede di elaborazione dei procedimenti.

3) Primario obiettivo e indispensabile presupposto dell’operazione e’ la costituzione di un club (di natura rotariana per l’etereogenità dei componenti) ove siano rappresentati, ai migliori livelli, operatori, imprenditoriali e finanziari, esponenti delle professioni liberali, pubblici amministratori e magistrati, nonché pochissimi e selezionati uomini politici, che non superi il numero di 30 o 40 unità.

Gli uomini che ne fanno parte debbono essere omogenei per modo di sentire, disinteresse, onestà e rigore morale, tali cioè da costituire un vero e proprio comitato di garanti rispetto ai politici che si assumeranno l’onere dell’attuazione del piano e nei confronti delle forze amiche nazionali e straniere che lo vorranno appoggiare.

Importante e’ stabilire subito un collegamento valido con la massoneria internazionale. Ho riportato solo una minima parte del piano di rinascita di Gelli,che era molto più dettagliato e preciso,oggi a quasi trent’anni di distanza gran parte dei sogni del maestro venerabile è stata realizzata,e a farlo sono state le sue stesse “creature” i suoi allievi tanto che nel 1996 dichiarò all’Indipendente:

“ Berlusconi ha preso il mio Piano di Rinascita e lo ha copiato quasi tutto”

e infatti se si osserva la lista, sequestrata dalla magistratura ad Arezzo il 17 marzo 1981, dei membri della P2 ,compare con la tessera con il numero 626 proprio il Dott. Berlusconi Silvio e poco più in giù sempre con la tessera 626, ma del distaccamento di Roma compare anche Maurizio Costanzo e fra i politici attivi ancora oggi con la tessera 807 compare anche Antonio Amato.

Sta di fatto che, rileggendo oggi questo piano, esso risulta profetico.

Prevede, infatti, di “usare gli strumenti finanziari per l’immediata nascita di due movimenti l’uno sulla sinistra e l’altro sulla destra”.

Tali movimenti “dovrebbero essere fondati da altrettanti club promotori”.

Nell’attesa, il Piano suggerisce che con circa 10 miliardi è possibile “inserirsi nell’attuale sistema di tesseramento della Dc per acquistare il partito”.

Con “un costo aggiuntivo dai 5 ai 10 miliardi” si potrebbe poi “provocare la scissione e la nascita di una libera confederazione sindacale”.

Controllare l’Opinione Pubblica

Per quanto riguarda la stampa, “occorrerà redigere un elenco di almeno due o tre elementi per ciascun quotidiano e periodico in modo tale che nessuno sappia dell’altro”;

“ai giornalisti acquisiti dovrà essere affidato il compito di simpatizzare per gli esponenti politici come sopra”.

Poi bisognerà: “acquisire alcuni settimane di battaglia”, “coordinare tutta la stampa provinciale e locale attraverso un’agenzia centralizzata”, “coordinare molte TV via cavo con l’agenzia per la stampa locale”, “dissolvere la Rai in nome della libertà d’antenna”; “punto chiave è l’immediata costituzione della TV via cavo da impiantare a catena in modo da controllare la pubblica opinione media nel vivo del Paese”.

Massoneria Le Inchieste della Loggia P2 Controllo Opinione Pubblica

Controllo dell’Opinione Pubblica

Le Inchieste della Loggia P2

La giustizia va ricondotta “alla sua tradizionale funzione di equilibrio della società e non già di eversione”.

Per questo, è necessaria la separazione delle carriere del pubblico ministero e dei giudici, “l’istruzione pubblica dei processi nella dialettica fra pubblica accusa e difesa di fronte ai giudici giudicanti”, la “riforma del Consiglio Superiore della Magistratura che deve essere responsabile verso il Parlamento”.

Molto è già stato realizzato. Per il resto si vedrà.

La P2 inoltre aveva anche legami con la Mafia e la Malavita organizzata.

Secondo alcuni, grazie al supporto di Michele Sindona, banchiere siciliano,arrivato ai vertici dell’economia italiana,anch’esso pidueista,favorirà l’ascesa al comando di Cosa nostra ai Corleonesi,

Quindi mentre tutta l’Italia negava addirittura l’esistenza della mafia Licio Gelli faceva affari miliardari con essa.

Come se tutto ciò non bastasse Licio Gelli attentò svariate volte allo stato,il caso più famoso è quello del Golpe Borghese.
Julio Valerio Borghese,esponente di Avanguardia Nazionale,meglio noto come Principe Nero nel 1970 organizzò un colpo di stato.

Borghese non era sciocco, sapeva che per organizzare un golpe in Italia bisognava avere il consenso dei 4 poteri forti: gli americani, il Vaticano, la Mafia e la Massoneria.

Un giornalista freelance ebbe la fortuna di conoscere l’ex-generale del Sismi, e interrogandolo scherzosamente, sugli anni in cui era operativo, parlando in generale del Golpe Borghese fece il nome di Tommaso Buscetta.

Lui non ci fece caso, ma tornato a casa incominciò a chiedersi che tipo di legame potesse esistere tra Buscetta e Borghese, facendo delle ricerche su Internet, scoprì delle cose interessanti.

Tommaso Buscetta, che fu il primo pentito, anzi il pentito per eccellenza, colui che diede vita a quel virus che quasi uccise Cosa Nostra, durante un interrogatorio con i magistrati arrivò a parlare del Golpe Borghese.
Secondo Buscetta, il Principe Nero era riuscito ad accontentare tutte e 4 i poteri forti e a coinvolgerli nel golpe.

Infatti la Mafia la sera del 7 dicembre 1970 avrebbe dovuto uccidere il capo della Polizia, la Massoneria nella persona di Licio Gelli avrebbe dovuto rapire il presidente della Repubblica Saragat.

Gli americani sapevano ed erano concordi sul golpe, ma a patto che a capo del nuovo governo ci fosse un uomo di rilievo, un politico efficiente.

Borghese scelse l’allora Ministro della difesa Giulio Andreotti, che accettò.

Tutto era pronto per il golpe, ma la sera del 7 dicembre Borghese ricevette una chiamata, dopodiché ritirò i suoi uomini e il golpe fallì.

Chi ha chiamato quella sera Julio Valerio Borghese? Non si sa.

Questa è l’ennesima domanda senza risposta, ma la storia dell’Italia è una serie di domande senza risposte, forse la nostra storia è così complicata, perchè fin dal principio c’erano troppe persone interessate al nostro paese, troppi interessi e troppi soldi in gioco per lasciare l’Italia libera di governarsi.

Studiando l’argomento ho imparato che in politica non esistono le coincidenze e che nulla accade per caso, e sono sempre più convinto di vivere in un paese che non ha il completo diritto di autodeterminazione, la storia dell’Italia non sembra infatti quella di un paese libero, ma di una colonia.

Questa è solo una parte dei complotti governativi che hanno caratterizzato la travagliata storia della politica Italiana e ci danno anche un idea di come la Cabala abbia sempre operato per complottare, sovvertire e insabbiare la verità.

Massoneria Le Inchieste della Loggia P2 Controllo dello Stato

La Storia dell’Italia Domande senza Risposte

Le Inchieste della Loggia P2

Considerazioni Finali dell’Autore

Quello che viene riportato in questa nuova visione dei fatti per quanto apparentemente possa sembrare surreale per chi legge queste informazioni, purtroppo mostra che la realtà supera di gran lunga la finzione.

E’ imperativo, se vogliamo uscire fuori da questo paradigma e da queste logiche perverse che hanno condizionato negativamente la nostra evoluzione, fare qualche passo indietro e mettere in discussioni i valori su cui si basa la nostra attuale cultura occidentale.

Dobbiamo cominciare a capire che non siamo noi a decidere della nostra vita ma coloro che ci governano, imponendoci contro la nostra volontà, stili di vita e valori non appropriati alle nostre reali esigenze.

Oracle Prophecy

Oracle Prophecy

Le Inchieste della Loggia P2

La verità è che loro hanno sempre deciso per noi e noi paradossalmente non ce ne siamo mai accorti, perché nella nostra illusione e ingenuità abbiamo sempre pensato che loro lavorassero per migliorare la nostra vita.

Purtroppo ancora oggi molte persone continuano ad illudersi e a dare troppe cose per scontato, senza rendersi conto che in realtà il prezzo che paghiamo per sopravvivere dentro questa realtà è troppo grande in termini di tempo e di salute, ma nel frattempo loro continuano a infrangere le speranze e i sogni di milioni di persone.

La Massoneria Le Origini

 

La Massoneria Illuminati e 11 Settembre

 

Le Inchieste della Loggia P2

Cabala e Governo Ombra

La Massoneria La Storia

 

La Massoneria in Italia

 

Le Vere Origini della Mafia in Italia

Pillole Disclosure News Testata

Atomo

Che strana la specie umana. E' riuscita a dividere l'atomo, ma non ha ancora imparato a dividere il pane.  

Anonimo

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • <p>Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 €</p> 20%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest