Operazioni in Egitto - The Light Forces Ops In Egypt - Parte 1

Operazioni in Egitto – Parte 1

The Great Quantum Transition

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops In Egypt – Parte 1. Di Lev.

La squadra di terra delle Forze di Luce ha condotto un’importante campagna in Egitto.

Consisteva in diverse operazioni e fasi. Il suo compito era distruggere l’infrastruttura energetica sul Piano Sottile dei Gerarchi Oscuri, ripulire, ripristinare e riavviare i Portali che avevano catturato ed eliminare i canali di approvvigionamento energetico dei Mondi Demoniaci nell’Universo Locale a spese della Terra e attraverso di essa.

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Il nostro pianeta è il 606° mondo abitato situato in una delle costellazioni del Sistema Locale. Ci sono cento Sistemi Locali in ogni costellazione. E l’intero Universo Locale include cento Costellazioni.

Secondo il piano dell’Alta Gerarchia di Luce, il nostro Universo Locale dovrebbe essere composto da 10.000.000 di pianeti abitabili. Finora, ce ne sono 3.840.101.

Nel Sistema Locale in cui si trova la Terra, si prevede di creare 1.000 pianeti abitabili. Ora ce ne sono 619.

Lo smantellamento delle infrastrutture delle Forze Oscure nello spazio e sulla Terra è una parte importante di questa costruzione e della Grande Transizione Quantistica nel suo insieme.

Operazioni in Egitto - Luxor and Karnak Temples

Templi di Luxor e Karnak

Operazioni in Egitto

DNit Telegram Channel

 

L’Operazione a Luxor

La prima operazione è stata effettuata dalla squadra di terra delle Forze di Luce a Luxor – nel Tempio dell’Ascensione, la Dimora del Gerarca dell’Assunzione Serapide.

In precedenza, i templi di Luxor e Karnak formavano un unico complesso sacro. Il candidato all’Ascensione, che aveva superato tutte le prove e le iniziazioni, sotto la guida di Serapide, iniziava la cerimonia al Tempio di Karnak. Da esso, il candidato camminava lungo il Viale delle Sfingi (Viale dei Sacri Arieti – simboli del Sole) fino all’ingresso del tempio di Luxor. Là, al centro della Sala delle Colonne, c’era l’Altare dell’Ascensione.

Ove avveniva il Sacramento dell’Ascensione. Speciali canali energetici erano concentrati su questo Altare. I pilastri della Sala dell’Ascensione, a forma di Loto del Pleroma, fungevano da amplificatori delle vibrazioni. Sul piano Sottile, l’Altare ha ancora l’aspetto di qualche migliaio di anni fa, sotto forma di un trono composto da 12 petali di loto.

Operazioni in Egitto - Hirerach Serapis

Hirerach Serapis

Operazioni in Egitto

Fu dall’Altare che la squadra di terra iniziò l’operazione.

Per prima cosa, il team ha ripristinato la struttura e la Matrix di Luce del Tempio di Luxor, come erano in origine. Questa fase è stata condotta insieme ai Signori Egiziani della Luce, guidati dal Gerarca Serapide.

Quindi le LF hanno iniziato a riempire il Sacro Calice d’Egitto con l’Energia della Luce. Questo Calice è un complesso di Energie Pleromiche della Creazione, che l’Assoluto usava nell’antico Egitto.

Durante la Notte Cosmica, subito dopo che il potere nel paese fu preso dai Sacerdoti Neri, la maggior parte di queste energie furono evacuate dall’Egitto. L’altra parte è stata conservata al sicuro.

Prima dell’inizio dell’operazione, i Sacerdoti della Luce sul Piano Sottile hanno decomposto queste Energie Sacre e le hanno introdotte gradualmente nei Corpi Radianti dei membri del team per riformare energeticamente il Sacro Calice.

Per fare questo, l’intera squadra ha sincronizzato le proprie vibrazioni con il Custode del corrispondente Raggio di Energia e ne ha assimilato il volume necessario per ricreare il Calice.

Prima dell’operazione a Luxor, il Calice è stato completamente restaurato. Quindi, nel Tempio, i membri della squadra hanno scaricato il Calice restaurato dai loro corpi di Luce e lo hanno posizionato sull’Altare su un piano sottile.

Il calice rinato è stato quindi attivato. Successivamente è diventato un Portale completamente funzionante, di fornitura della energia del Pleroma al Tempio dell’Ascensione di Luxor.

Operazioni in Egitto - Viale delle Sfingi

Viale delle Sfingi

Operazioni in Egitto

La terza opera nel Tempio è stata l’attivazione di un’unica Matrix Madre di nuovi nuclei del corpo causale per i terrestri. Secondo il Principio della Divisibilità dello Spirito, si può clonare il numero di nuclei necessari per la sostituzione.

Una parte importante dell’operazione è stata l’attivazione del nuovo Dominio dell’Incarnazione della Terra. Questo è l’obiettivo locale dell’aggornamento del campo delle incarnazioni che appariranno sulla Terra dopo la Grande Transizione Quantistica. Rappresenta la sintesi energetica e l’unità delle particelle delle nostre Monadi, dei nuclei dei corpi causali, il materiale sottile dei corpi Radianti e dei Cuori.

Lo scopo del Dominio della Nuova Incarnazione è di trasferire e incarnare le Entità Superiori di Luce del nostro Universo Locale sulla Terra, ADESSO.

In passato, non erano stati in grado di farlo a causa della mancanza di strutture di vibrazione corrispondenti al loro livello nel Campo di incarnazione della Terra. Il nuovo Dominio risolve questo problema. La sua Matrix causale-monadica è stata installata nel Cristallo della Terra ed è diventata parte del campo delle Incarnazioni del nostro pianeta.

Ora molte Entità Superiori possono acquisire corpi sulla Terra o semplicemente spostarsi nella nostra realtà per una missione particolare, senza incarnarsi in un corpo tridimensionale. Qualcosa come uno spazio-porto o un aeroporto con piste delle dimensioni giuste per ospitare aerei di grandi dimensioni.

Immediatamente dopo che il Dominio è stato attivato, le prime Entità Superiori di Luce sono arrivate sulla Terra attraverso di esso. Il Portale di trasporto era l’Altare dell’Ascensione del Tempio di Luxor. Il trasferimento agisce sia nella direzione in avanti (sulla Terra) che nella direzione inversa (verso la realtà domestica).

La parte più importante dell’intera operazione a Luxor è stata la proiezione di un Raggio Pleromico (un Raggio dal Nucleo del Pleroma – la Realtà dell’Assoluto) sul tempio. Ciò ha permesso di creare un’infrastruttura aggiuntiva basata sul Tempio dell’Ascensione – Il Portale del Pleroma.

È diventato reale ciò che ieri era impossibile anche teoricamente: l’Ascensione sulla Terra. Questo non è un paradosso. La Terra era originariamente perfetta come il Cielo, quindi le Entità Superiori potevano raggiungerla solo attraverso l’Ascensione. Ora è di nuovo disponibile, ma per il momento – in una modalità molto limitata.

Il Portale del Pleroma è il più alto portale di trasporto nel nostro Universo Locale. Da un normale Portale, si può solo uscire, ma non può tornare indietro. Il Portale del Pleroma è un canale energetico a due vie.

Attraverso esso, le Entità Superiori di Luce possono non solo Ascendere al Pleroma (sia Operatori della Luce della Terra che Entità Superiori di Transito) ma anche spostarsi dal Pleroma alla Terra. O attraverso la Terra verso altre parti dell’Universo Locale.

Qual’è lo scopo dell’Ascensione sulla Terra adesso? Il nostro pianeta era originariamente utilizzato come Portale per il Pleroma prima dell’invasione delle Forze Oscure. Ci sono solo pochi di questi portali nell’intero Universo Locale. Servono per entrare e uscire dal Pleroma.

La creazione del Tempio dei Cancelli al Pleroma ripristina parzialmente questa funzione della Terra perduta da tempo – per fungere da Portale Pleromico. Questo è uno degli stati più elevati che il Logos della Terra possa ricevere.

Alla consacrazione del Tempio nella nuova veste, tutti i Custodi egiziani del Sacro Calice erano presenti sul Piano Sottile. Il Portale del Pleroma funzionerà solo di notte, quando non ci sono visitatori nel Tempio di Luxor, dalle 00.33 alle 03.33 ora locale.

Il test e il passaggio del primo Portatore di Monade attraverso il Portale al Pleroma sono stati eseguiti nel cuore della notte e sono terminati con successo. Quella stessa notte, l’infrastruttura del Portale è stata integrata nel Dominio della Nuova Incarnazione.

Per provarlo, il complesso combinato, un’altra Entità Logoica Superiore di Luce è stata trasportata attraverso di Essa, prima sulla Terra per un breve momento, e poi sul Pleroma. Con altrettanto successo.

Quindi il team di terra delle Forze della Luce e la Gerarchia Superiore della Luce hanno ripristinato un’altra funzione divina della Terra: la partecipazione del nostro pianeta al Traffico Unificato dei Portatori di Monadi nell’Universo Locale.

The Light Forces Ops In Egypt - Giza Pyramids and Orion Belt

Piramidi di Giza e Cintura di Orione

Operazioni in Egitto

Operazione a Giza

La successiva operazione congiunta si è svolta a Giza. È iniziata con una situazione estrema.

La sera prima, uno dei leader della squadra di terra delle LF è stato improvvisamente colpito da un tremendo impatto energetico. La pressione sanguigna è balzata a un livello critico. Quello che è successo sembrava selvaggio e spaventoso.

Ad un certo punto, i battiti del cuore hanno raggiunto una forza tale che la persona non poteva più trattenere le lacrime dal dolore e ha iniziato a gemere rumorosamente. Ma le vibrazioni aumentarono ancora di più e in quel momento ci fu un arresto cardiaco, poi una perdita di coscienza. Il respiro si fermò completamente.

Tutto è successo così in fretta che nessuno della squadra non ha nemmeno avuto il tempo di spaventarsi. Nel secondo successivo, il cuore ha ripreso a funzionare. Per qualche tempo la persona non riuscì a dire nulla, rimase solo a bocca aperta, come dopo un lungo soffocamento.

La vita è gradualmente tornata. Un po’di riposo a letto, farmaci per il cuore e sonno hanno aiutato a riprendersi dall’esperienza.

Che cos’era questo?

La chiave di Amrita era stata assemblata.

Operazioni in Egitto - Goddess Amrita

Dea Amrita

Operazioni in Egitto

Con l’aiuto delle vibrazioni, Amrita, la Dea della Luce Perfetta e della Vita Eterna, ha dato al leader della squadra parte della chiave per assemblare il suo sacro Simbolo – Ankh (la croce con un cappio). Nell’antico Egitto, era originariamente detenuto dai Sacerdoti della Luce, ma dopo che i Sacerdoti Neri presero il potere, fu diviso in quattro parti e frettolosamente evacuato dalla Terra.

La prima parte del Simbolo della Vita e dell’Immortalità era nella Dea Amrita, la seconda – ora al capo della squadra di terra delle LF, la terza – al Pleroma, la quarta – in Egitto. I Sacerdoti Neri hanno ottenuto solo una piccola frazione delle sacre energie e conoscenza. Il simbolo Ankh era solo una parte dell’Unico Simbolo di Amrita e delle Energie del Pleroma che portava.

Ora il caposquadra aveva la seconda parte della chiave. Entrambe le parti erano situate nei Nuclei delle Monadi.

C’era anche la terza parte – nel Pleroma, ma poteva essere ottenuta solo raccogliendo le prime due parti, così come assimilando le energie del Simbolo Ankh. Queste energie sono state date al capo squadra a Luxor durante l’iniziazione del Sacro Calice.

L’assemblamento della Chiave di Amrita era necessaria per il risveglio sulla Terra del Principio e Simbolo di Amrita – il Principio di Vita Universale dell’Immortalità del Creatore. Il team leader è stato scelto per questa missione, diventando il Guardiano della sua parte, e allo stesso tempo era nell’incarnazione sulla Terra 3D.

Durante l’arresto cardiaco, il nucleo della sua Monade si è fuso con il nucleo del Corpo Causale di Luce Perfetta. Dopo di ciò, il Cuore di Luce di breve durata si è momentaneamente fuso con il Cuore e il Nucleo della Monade della Dea. Di conseguenza, tre parti della chiave di Amrita sono state trasferite e assemblate.

Poi sono saliti insieme nel Pleroma e hanno ricevuto la quarta parte della Chiave, che è stata completamente assemblata al momento dello scompenso cardiaco del team leader, senza il quale l’ingresso al Pleroma sarebbe stato chiuso e impossibile anche in teoria.

Così, la Chiave di Amrita è stata completamente assemblata, dando il diritto di ricevere e possedere il Sacro Simbolo di Vita e Immortalità. Il Simbolo doveva essere attivato in una delle Piramidi di Giza.

Operazioni in Egitto - Ankh

Ankh

Operazioni in Egitto

La Chiave di Amrita era anche la Chiave della Sfinge – il Codice di Luce vibrazionale che apriva sul Piano Sottile l’accesso ai segreti e al Tesoro della Sfinge.

Dopo essere arrivati sull’altopiano di Giza ed essere entrati nella piramide di Chephren (a metà delle tre e la più potente in termini di energia), la squadra di terra ha proceduto ad attivare la Chiave di Amrita. C’era una vibrazione molto alta all’interno della piramide, ma non ha impedito il completamento con successo della procedura.

Il lavoro successivo è stato svolto nella piramide di Cheope. Il suo obiettivo era ripristinare l’infrastruttura energetica spaziale per il Nuovo Chakram Egiziano-Galattico.

Secondo il piano originale della Gerarchia Superiore di Luce, uno degli scopi delle piramidi d’Egitto, in particolare sull’altopiano di Giza, era quello di creare una struttura energetica intragalattica: il Chakram.

Questo era un grande piano approvato dal Comitato Galattico, il cui obiettivo principale era aumentare le capacità di comunicazione della nostra Galassia e creare un nuovo Portale per il traffico di informazioni dall’Universo Locale.

L’analogia con Internet aiuta a comprendere meglio lo scopo del complesso. Il Chakram doveva diventare un server per il campo delle informazioni globali dell’Universo Locale. Ciò includeva la trasmissione degli enormi flussi di informazioni dal Super Universo che transitano attraverso la nostra Galassia.

L’infrastruttura del Chakram comprendeva una vasta rete di antenne piramidali divise in due gruppi. Dovevano lavorare nello sparring, rispecchiandosi a vicenda.

A tale scopo, in tempi diversi, furono costruite piramidi (antenne) prima su Venere (l’altopiano di Ishtar), poi su Marte, poi sulla Terra, a Giza. Il secondo gruppo di piramidi è stato costruito sui pianeti delle costellazioni dell’Orsa Maggiore, del Leone e di Orione.

Operazioni in Egitto - Pyramids on Mars

Piramidi su Marte

Operazioni in Egitto

Il complesso piramidale in Egitto corrispondeva alla costellazione di Orione e le piramidi di Giza alle tre stelle della cintura di Orione. Anche sui pianeti del Sistema Solare di Orione furono costruite piramidi giganti, che lavoravano d’intesa con la Terra. Allo stesso tempo, le piramidi di Giza erano collegate al Logos planetario di Terra, Marte e Venere.

Le piramidi di Giza furono sincronizzate con il resto delle piramidi del sistema spaziale nel 10.450 a.C. È stato eseguito un singolo test dell’intero Chakram. Sono stati rilevati grossi problemi e mancanze perché le piramidi sugli altri pianeti del Chakram erano state costruite molto tempo prima e molte erano diventate inutilizzabili. Quindi è stato deciso che il progetto sarebbe stato finalizzato e lanciato in seguito.

Il complesso piramidale di Giza è stato costruito in due fasi. Innanzitutto, è stata creata la Sfinge, come Portale della Costellazione del Leone. La scultura stessa è stata realizzata a immagine di una forma della Mente simile a un Leone. Questa civiltà superiore ha anche partecipato al progetto Galactic Chakram e ha costruito la sua infrastruttura sulla Terra.

Altre parti del complesso furono erette con la partecipazione di civiltà dell’Orsa Maggiore, Orione, Sirio, Leone e Venere. Mancavano solo i Marziani.

Operazioni in Egitto - Pyramids on Venus

Piramidi su Venere

Operazioni in Egitto

La Sfinge è stata costruita prima di ogni altra cosa sull’altopiano di Giza. A quel tempo, questo altopiano era un’oasi con il Nilo accanto. La calibrazione Cosmica e il collegamento con il Logos della Costellazione del Leone furono eseguiti attraverso la Sfinge terrestre il 22 settembre 10,532 a.C. La Sfinge Terrestre si è unita alla Sfinge Madre in Leone.

Quindi furono costruite le piramidi. La loro calibrazione con il corrispondente Logos celeste fu eseguita solennemente nel 10.450 a.C.

Le tre piramidi, dal nome dei faraoni, corrispondevano ai tre pianeti del sistema solare: Cheope – alla Terra, Chephren – a Venere e Micerino – a Marte. Anche se originariamente non erano affatto chiamati così. I faraoni eseguivano solo riparazioni di manutenzione alle piramidi. E il fatto che le piramidi siano conosciute con i loro nomi è il risultato della riscrittura della storia, un fenomeno comune nell’antico Egitto. E non solo in esso.

Le piccole piramidi accanto a quelle principali erano considerate piramidi per le mogli del faraone. Rappresentavano i satelliti dei rispettivi pianeti. Ne consegue che Venere aveva un satellite in passato.

Col tempo, l’interesse per le piramidi è svanito. I faraoni che avrebbero dovuto rendere la Terra parte del lavoro del progetto lo abbandonarono rapidamente, trasformando le antenne spaziali in mausolei per se stessi.

Per ripristinare il funzionamento del complesso di Giza, la Gerarchia Superiore della Luce ha sviluppato una nuova versione del Chakram galattico. Il team di terra delle Forze di Luce è stato incaricato di aggiornare la sua infrastruttura e fare un lancio di prova.

Questa è stata la seconda attività per i membri del team. All’ora stabilita, hanno scalato la Piramide di Cheope e hanno eseguito la sincronizzazione energetica con tutte le piramidi del Chakram.

Quindi un potente impulso energetico-informativo è stato emanato dal Centro Galattico, che è passato con successo attraverso tutti gli elementi dell’infrastruttura Chakram su tutti i pianeti, e di nuovo è tornato al Logos Galattico.

Il sistema è stato riavviato con successo ma non funziona a piena capacità. Attualmente, il Comitato Galattico e il Consiglio della Gerarchia Superiore della Luce stanno considerando varie opzioni per un’ulteriore modernizzazione di questo complesso.

Al termine dell’operazione di Giza, la squadra di terra ha eseguito l’attivazione finale del Simbolo Amrita attraverso la Sfinge. Al culmine del lavoro sul Piano Sottile, gli occhi della Sfinge iniziarono a brillare di Raggi di Luce, e sotto di essi, dal nulla, apparve una manciata di smeraldi. Certo, era solo un ologramma, ed era inutile cercare delle vere gemme lì.

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops In Egypt – Parte 1

Altro da Lev

Fine Della Dualità – Da 3D A 4D E 5D – Lev

Fine Della Dualità – Da 3D A 4D E 5D – Lev

A partire dagli anni 2000, nuove Anime arrivano sulla Terra in ondate – Indaco, Cristallini, Radianti, poi si incarneranno esseri Plasmoidi. La loro immunità dovuta ai codici e ai programmi incorporati e ricevuti, è progettata per la 5D e oltre.

Portale 11 11 – Da 3D A 4D E 5D – Parte 30 – Lev

Portale 11 11 – Da 3D A 4D E 5D – Parte 30 – Lev

Per molti è difficile rimanere nelle alte frequenze della Pace e dell’Amore. Ma dobbiamo essere equilibrati e centrati nei prossimi mesi per affrontare le potenti energie che continuano ad arrivare sulla Terra dai Soli Spirituali Centrali dell’Universo Locale, dalla Via Lattea e da Helios.

Argoriani Aggiornamento 19 Novembre 2021 – Lev

Argoriani Aggiornamento 19 Novembre 2021 – Lev

Il 19 novembre 2021, alle 9:50 AM CET,lo squadrone di astronavi Argoriane 25D che sta trasportando la Terra in nell’orbita vibrazionale 5D nella Galassia Gerios, ha trasmesso il seguente comunicato.

I Click Sulle Pubblicità Ci Tengono In Vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

Invidia

Non raccontare mai troppo di te agli altri. Ricorda che in tempi di invidia, il cieco comincia a vedere, il muto a parlare e il sordo a sentire.  

N. Brunettini

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te! 

  • 2022 Server & Site Tech Support 4200 € 47% 47%

Bitcoin & Cryptocurrencies Donation

1M9dohWnHBwNLSPd6afRaJackrw6wK9bxY

Pin It on Pinterest