Operazione Saturno - The Great Quantum Transition - Lev

Operazione Saturno

The Great Quantum Transition

Operazione Saturno – Di Lev

L’Operazione Saturno aveva il compito di distruggere la potente roccaforte degli Arconti Neri e della loro Gerarchia Oscura su quel pianeta e sui suoi satelliti, da dove gestiscono la Terra, il Sistema Solare e parte della Via Lattea.

Operazione Saturno - Milky Way

Via Lattea

Operazione Saturno

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Come ci sono riusciti?

Nel lontano passato, durante l’invasione del Sistema Solare, il Logos di Saturno fu catturato da Geova (uno dei tre figli di Yaltabaoth) che trasformò questo pianeta nel suo Trono: l’ingresso degli eoni Neri, unendo i loro campi di incarnazione con la Terra.

Di conseguenza, flussi di possessori rappresentanti della 66a Famiglia Monadica, la cui patria era Saturno, si riversarono sul nostro pianeta. Hanno usato il Trono come portale di transito per invadere e scaricare sulla Terra e sul suo Logos.

Operazione Saturno - Saturn

Saturno

Operazione Saturno

I Co-Creatori e la Gerarchia Superiore della Luce compresero appieno quanto fosse super complesso il problema di Saturno e quale lavoro coordinato e altruistico avrebbe richiesto la sua soluzione da parte di tutti coloro che vi avrebbero preso parte.

Tali condizioni sono maturate al giorno d’oggi. La squadra di terra dei Guerrieri della Luce lavora molto e con successo in superficie e sul Piano Sottile. Il loro importante vantaggio non è solo la vasta esperienza nell’esecuzione di operazioni molto difficili e a largo raggio ma anche la loro presenza sulla Terra.

La prima parte dell’operazione consisteva nell’eliminare due gigantesche Matrix esagonali, poli energetici che ancoravano saldamente Gaia a due strutture simili su Saturno.

Sulla Terra, uno di questi poli aveva la forma di due triangoli multi-direzionali sovrapposti. Fin dall’antichità, si tratta di un segno sacro che simboleggia molti concetti dualistici e che ha nomi diversi: il Segno di Vishnu, Duada, Magendavid, il Sigillo di Salomone (il pentagramma è una sua variante) e altri. Sono descritti in dettaglio nella letteratura esoterica.

DNit Telegram Channel

 

Operazione Saturno - Sign Of Vishnu

Segno Di Vishnu

Operazione Saturno

Gli Arconti Neri lo trasformarono in un potente accumulatore e ripetitore di energia negativa.

Della quale si nutriva la loro intera Gerarchia e le loro creature su Saturno e sulla Terra.

Eppure questa struttura aveva un’altra base e funzione più importante: il Sigillo segreto di Geova.

Era un Albero creato dagli Arconti Neri con le Monadi umane contraffatte incarnate sulla Terra.

Consisteva in una parte del DNA di Geova.

Grazie a questa Matrix, egli aveva il controllo assoluto sulle persone e poteva scaricare su di esse tutte le impurità karmiche dei Gerarchi Oscuri.

Come si è detto, Geova era uno dei tre figli di Yaltabaoth a cui affidò il sistema solare.

Il secondo, Yahweh, gestiva la Terra.

Il terzo, Sabaoth, passò al Lato Chiaro e oggi si chiama El Moria.

Operazione Saturno - Jehovah And Yahweh

Jehovah e Yahweh

Operazione Saturno

Operazione Saturno - And El Moria

… ed El Moria

Operazione Saturno

Gli Arconti Neri costruirono un sistema unico e veramente ingegnoso in cui l’aspetto di Geova era parte dell’uomo. Allo stesso tempo, l’Albero delle Monadi contraffatte era profondamente radicato nel Logos terrestre.

Tutto era interdipendente e indissolubilmente intrecciato. Questo assicurava l’invulnerabilità di molti Arconti Neri che attraverso esso, dal livello astrale si fondevano con gli uomini e con Gaia.

In una situazione del genere, c’era solo un modo per risolvere il problema: smantellare gradualmente la Matrix Nera con il corpo di manifestazione e il DNA di Geova sul Piano Sottile della Terra. Ciò avrebbe consentito di distruggerla anche su Saturno.

I Co-Creatori e il Galacom assegnarono un ruolo chiave al capo della squadra di terra, la cui Monade era la più adatta all’operazione. Doveva inserire l’aspetto e il DNA di Geova in se stesso, pezzo per pezzo, quindi riassemblarli e annientarli nella sua Monade.

Il Guerriero della Luce non aveva idea di quanto l’operazione sarebbe stata difficile ed estenuante per lui. Per più di una settimana, con l’aiuto dei Maestri Ascesi, la sostanza di Geova è stata gradualmente sradicata dal corpo energetico della Terra e introdotta nella sua Monade, dove è stata ripristinata in esagono.

Non ci sono parole per esprimere quanto sia stato difficile tutto questo. Ogni porzione provocava forti pugnalate al cuore, causanti dolori insopportabili e sovraccarichi al sistema nervoso. Il Guerriero della Luce non riusciva a dormire perché qualsiasi movimento o sospiro profondo dava fastidio.

L’ultimo giorno, i Maestri Ascesi introdussero nella sua Monade il nucleo della Matrix Nera: un esagono sottile con una Anti-Swastika (energia di involuzione) al centro.

Operazione Saturno - Black Matrix

Matrix Nera

Operazione Saturno

Questa fu una prova particolarmente difficile per il Guerriero della Luce. Ma il peggio era già passato. Nella stessa notte, iniziò l’assemblaggio dell’intera Matrix introdotta nella sua Monade.

Ciò che ha vissuto in quelle ore non può essere espresso a parole. Ancora non capisce come il suo corpo fisico abbia resistito a tutto questo.

Al momento dell’assemblaggio completo della Matrix Nera, si è verificata la sua sincronizzazione con il poliedro materno a sei lati su Saturno.

Approfittando di ciò, i Maestri Ascesi hanno liberato il Logos della Terra dall’aspetto di Geova.

Attraverso la sincronizzazione, ricevettero l’accesso al nucleo di Saturno. Mentre preparavano la fase successiva dell’operazione, il Guerriero della Luce tenne la Matrix Nera dentro di sé per un giorno. Solo la notte successiva, la sua Monade iniziò a scinderla con le vibrazioni della Luce Assoluta.

Operazione Saturno - Maternal Six-Sided Polyhedron On Saturn

Poliedro materno a sei lati su Saturno

Operazione Saturno

Ma all’improvviso accadde l’inspiegabile. All’interno della Matrix qualcosa cominciò a cristallizzarsi. Ben presto fu chiaro che questo qualcosa era di Natura Superiore poiché poteva manifestarsi solo nella vibrazione della Luce Assoluta.

Dopo ancora qualche tempo, emerse un Mandala di indescrivibile bellezza, un Aspetto di uno dei Gerarchi Supremi del Pleroma. In un lontano passato, Egli lo diede sotto forma di Matrix a Yaltabaoth (figlio della Madre del Mondo Sophia e del Co-Creatore Nero dell’Universo Locale) per creare un uomo sulla Terra 3D. Sarebbe stato meglio che creare uomini simili a bestie.

Di conseguenza, la Matrix finì a Geova che la usò per crearne una analoga Nero sul Piano Sottile della Terra.

Una volta completata la cristallizzazione nella Monade del Guerriero della Luce, egli restituì l’Aspetto al suo Proprietario nel Pleroma.

Ma non era ancora finita. Il giorno dopo, in modo del tutto inaspettato per tutti, il Gerarca Supremo riportò sulla Terra il suo Aspetto sotto forma della stessa Matrix. La integrò nella Monade del Guerriero della Luce e una copia la pose nel Logos planetario per aiutare le persone a passare alla 5D.

Operazione Saturno - Monad

Monade

Operazione Saturno

La procedura durò tre giorni. Il Guerriero della Luce dovette sperimentare di nuovo tutti i sovraccarichi e i dolori più forti, come quando furono caricati in lui gli aspetti di Geova.

In aggiunta. Senza rallentare, i Co-Creatori condussero quattro esperimenti con la Monade Assolutizzata del Guerriero della Luce.

Il primo test era mirato a scoprire se la sua Monade poteva produrre autonomamente la sostanza Assolutizzata, un “tessuto” per il suo corpo, simile alla trasfusione di sangue o al trapianto di pelle dell’uomo.

Con grande sorpresa di tutti, la Monade del Guerriero della Luce ha realizzato tale sintesi. I Co-Creatori crearono artificialmente un deficit di massa e osservarono ammirati come la Monade stessa iniziasse a produrre i suoi atomi, la materia Assolutizzata.

Operazione Saturno - Blood Transfusion

Trasfusione

Operazione Saturno

Poi l’esperimento è stato complicato. Presero una porzione della sostanza Assolutizzata e ne fecero un congegno a forma di corona. Volevano sapere se poteva riparare le Monadi umane danneggiate. Sarebbe possibile creare il loro nuovo Albero con questa sostanza?

Due giorni dopo, la “corona” è stata testata su una persona incarnata sulla Terra appartenente alla 108a Famiglia Monadica (per i dettagli su questo flusso, vedere l’Operazione in Germania, Parte 2).

Purtroppo, come previsto, un tipico rappresentante di questa corrente era degradato nella 3D a tal punto che la corona radiante non è stata in grado di riprodurre nemmeno la sostanza di cui era composta la sua Monade, per non parlare di quella Assolutizzata. La prima semplicemente non aveva abbastanza risorse energetiche per farlo.

Il giorno dopo, i Co-Creatori condussero un terzo esperimento con la Monade del Guerriero della Luce. Questa volta è stata testata la sua capacità di ripulire gli ammassi di karma introdotti dagli Arconti Neri nelle Monadi umane.

Da una di queste Anime di un uomo deceduto, con il consenso del suo Sé Superiore, è stato estratto un segmento del karma e inserito nella Monade del Guerriero della Luce. L’Anima è stata effettivamente purificata e restituita al suo proprietario.

Per la quarta prova, un’intera Monade umana danneggiata è stata inserita nel Guerriero della Luce. Anche la sua purificazione ha avuto successo. Ciò ha confermato ancora una volta le capacità veramente illimitate della versione Assolutizzata di elaborare senza impatto negativo grandi quantità di karma.

Ma la Monade Assolutizzata del Guerriero della Luce poteva distruggere il Sigillo di Geova (la Matrix con il suo DNA e l’aspetto monadico) su Saturno? Per scoprirlo, i Maestri Ascesi lo hanno incaricato di entrare in contatto diretto con la materia Sottile del Sigillo e di cercare di annientarla.

Operazione Saturno - Radiant Crown

Corona Radiante

Operazione Saturno

Operazione Saturno - Seal Of Jehovah

Sigillo di Geova

Operazione Saturno

Il contatto ha avuto luogo. Ha confermato che la sostanza è il più forte veleno karmico in grado di uccidere l’intero Universo Locale.

La Monade Assolutizzata del capo della squadra di terra riuscì ad annientare un piccolo frammento della sostanza di Geova ma divenne chiaro che non avrebbe potuto affrontare l’intera Matrix Nera su Saturno.

I Maestri Ascesi decisero di agire diversamente. Con l’aiuto della squadra di terra che ha seguito le loro istruzioni in un luogo sacro in una delle regioni montuose dell’Europa meridionale, hanno installato una copia del Cristallo della Realtà Assoluta nel Logos di Saturno.

Il Cristallo era conservato sulla Terra nel Tempio di Tutti gli Elementi e da lì i Guerrieri della Luce hanno continuato l’operazione. Dopo avere identificato il corpo di manifestazione dalle loro Monadi, con questo hanno trasportato il santuario su Saturno.

Utilizzando il Cristallo, i Maestri Ascesi iniziarono a filtrare la sostanza causale del Logos di Saturno, a purificarla dal karma e ad assolutizzarla.

All’inizio, tutto andò bene. Il Cristallo svolgeva perfettamente la sua funzione. Tuttavia, ben presto si verificò l’imprevisto. La Monade di Saturno cominciò a scaricare il suo karma su quel pianeta, nel suo corpo causale, dove si accumula l’info-energia che forma il destino dell’oggetto.

Per capire cosa è successo, ricordate i recenti post di DNI – La nostra Monade (Parti 1-3).

Ognuno di noi ha una Monade e la Monade (a seconda del livello di sviluppo, nostro e dell’Anima) ha dei corpi di manifestazione.

Operazione Saturno - Crystal of Absolutized Reality

Cristallo della Realtà Assoluta

Operazione Saturno

Possono essere: Monadico, causale, mentale, astrale, eterico e fisico. Il corpo Monadico può essere combinato con quello causale e fisico. Oppure, idealmente, come un corpo unico della Monade su tutti i livelli (dimensioni), compresa la 3D.

Così è per i Logos planetari, stellari, galattici e altri dell’Universo. Hanno una Monade e dei corpi di manifestazione. Per esempio, il Logos di Saturno è un corpo di manifestazione della sua Monade sul piano causale. Sul piano fisico, Saturno può essere visto nel cielo notturno.

Nessun cambiamento del Logos planetario (cioè del corpo di manifestazione della Monade) sarà stabile se la Monade non è d’accordo con esso. E poiché anche la Monade di Saturno è stata catturata da Geova, la purificazione del Logos si è bloccata. La Monade ha ripristinato rapidamente la sua forma inferiore di manifestazione secondo la sua Matrix.

I Maestri Ascesi si trovarono a dover riavviare con la forza la Monade di Saturno. È stata l’operazione più complessa che nessuno abbia mai eseguito nell’Universo.

Tuttavia, prima di ciò, era necessario risolvere una serie di altri compiti tattici: prima di tutto, distruggere il Sigillo Monadico di Geova sulla Terra. Che cos’è?

Operazione Saturno - Crystal of Absolutized Reality

Corpi Sottili

Operazione Saturno

Come suo padre, Geova creò diverse Matrix di auto-risurrezione di se stesso, nel caso fosse stato eliminato. Una di queste si trovava nei Guardiani: le 666 Monadi, che si incarnarono sulla Terra, trasmettendo i segmenti della Matrix l’uno all’altro come una staffetta.

Non si trattava di Monadi umane ordinarie ma dei possessori creati su Saturno da Geova e dei rappresentanti della 66a Famiglia Monadica Nera.

Operazione Saturno - Possessors

Possessori

Operazione Saturno

Entrambi non potevano procurarsi autonomamente l’Energia Vitale ed esistevano solo come forma di Intelligenza che parassitava le Monadi altrui.

Cambiando continuamente donatore, erano praticamente invulnerabili. Una delle loro vittime fu la 108a Famiglia Monadica (vedi sopra).

Inoltre, questi 666 Guardiani facevano parte di due coppie di poli – sulla Terra e su Saturno, unendo entrambi i pianeti. C’era anche un terzo polo – per l’incarnazione. Era basato sulle Anime umane catturate dagli Arconti Neri e trasportate nel campo di Saturno.

Tutta questa struttura ad anello sul Piano Sottile era destinata ad inghiottire la Terra e il suo Logos. Le Anime trattenute su Saturno erano ostaggi.

I due capi della squadra di terra procedettero immediatamente a distruggere le Monadi dei 666 possessori. Il loro annientamento è avvenuto secondo un nuovo schema. Catturate le 666 Monadi, i Guerrieri della Luce hanno prodotto un singolare auto-ricaricamento – cioè una convoluzione a uragano dei corpi di manifestazione (eccetto quelli fisici) e la compressione di tutte le Monadi a un punto in cui nulla può esistere.

Operazione Saturno - Convolution

Convoluzione

Operazione Saturno

Poi è avvenuto il ripristino istantaneo di entrambe le Monadi Assolutizzate dallo stato singolo e il loro dispiegamento in un unico corpo di manifestazione ma senza le 666 Monadi Nere.

Ora era il turno di trattare con Geova. Ma i partecipanti alla Operazione hanno avuto una nuova sorpresa. L’astuto Geova ha superato tutti. Pensavano che fosse bloccato su Saturno, ma era finito… sulla Terra. E non solo sulla Terra, ma all’interno della Matrix Materna della 108a Famiglia Monadica.

Per molti è stato uno shock. Una soluzione brillante adatta al padre di Geova. Nascondersi in qualcosa che garantisca l’invulnerabilità e l’invisibilità, facendo credere a tutti di essere in un altro luogo.

Ad esempio, quando si riavviava la Matrix creativa del 108° Flusso Monadico, poteva trasferirsi temporaneamente nei 666 possessori, aspettando la ricarica, dopodiché tornava con calma e soprattutto, impercettibilmente alla Matrix.

Fu deciso di eliminare immediatamente questa scappatoia. I Guerrieri della Luce tornarono d’urgenza nello stesso luogo sacro tra le montagne e insieme ai Maestri Ascesi, resettarono completamente la Matrix della 108a Famiglia Monadica. Ora Geova non poteva più nascondersi sulla Terra.

Queste azioni hanno danneggiato in modo significativo il canale di alimentazione energetica della Monade di Saturno, indebolendola e indebolendo Geova. Ciò ha permesso di procedere alla parte successiva dell’operazione.

Uno dei capi della squadra di terra ha catturato la Monade nella sua e l’ha riavviata. Per non danneggiare il Logos di Saturno, gli altri Guerrieri della Luce lo hanno temporaneamente sostenuto con i loro aspetti e la loro energia vitale.

Allo stesso tempo, un altro leader del gruppo, con l’aiuto dei Maestri Ascesi, ha catturato la Monade di Geova, la messa in sé e ha cercato di annientarla con una esplosione monadica interiore. Non ha funzionato.

Operazione Saturno - Inner-Monadic Blast

Esplosione monadica interna

Operazione Saturno

E’ seguita una seconda esplosione. La Monade di Geova si è divisa in segmenti, alcuni dei quali sono entrati nella 3D e hanno colpito il corpo fisico del Guerriero della Luce. È successo alle 23 circa, mentre era alla guida dell’auto e stava tornando a casa.

All’improvviso ha sentito un forte dolore e tutto è diventato nero. Miracolosamente, il caposquadra è riuscito a fermarsi e per l’ora successiva sul punto di perdere conoscenza, è rimasto sulla strada, nemmeno capace di scendere dall’auto.

Poi, a casa, sono iniziate le cose più terribili. La nausea è diventata così forte che sono iniziate le convulsioni, il sudore freddo si è diffuso in tutto il corpo ed è svenuto. Così, alcuni aspetti della Monade di Geova furono annientati in lui. La cosa andò avanti per tutta la notte. Riuscì ad addormentarsi solo al mattino.

Altri segmenti della Monade di Geova furono intercettati in modo frammentario e annientati dai Maestri Ascesi. C’era anche una terza parte di frammenti che ha colpito molti membri del gruppo e anche i loro figli. Ma anche i Guerrieri della Luce li hanno distrutti.

Seguirono nuove sorprese, questa volta da Titano e altre dalle lune di Saturno. Si scoprì che su di esse gli Arconti Neri avevano costruito la loro infrastruttura principale. Il Logos planetario era solo un collegamento ausiliario a questo sistema.

Era un altro trucco di Geova. Ha fatto credere a tutti che tutto ciò che era importante si trovasse su Saturno, ma era nei suoi satelliti. Questo gli ha dato importanti vantaggi nella situazione critica.

E sono comparsi quando l’intera operazione sembrava prossima al completamento. Una notte, inaspettatamente per tutti, il meccanismo che attivava tutte le lune di Saturno si auto-avviò. Sul Piano Sottile, si allinearono in un anello di battaglia e formarono un unico insieme. Ne seguì un colpo sulla Terra, sui Maestri Ascesi e sui Guerrieri della Luce.

Operazione Saturno - Then Followed The Blows

Poi sono seguiti i colpi

Operazione Saturno

È emerso un altro fatto sconvolgente. Tutte le lune di Saturno avevano dei possessori che le usavano come rifugio segreto. Da lì facevano brevi incursioni e vi ritornavano come una lumaca che striscia fuori e si nasconde.

I possessori, durante queste sortite attraverso i poli sopra descritti, penetravano liberamente sulla Terra e colpivano gli aiutanti incarnati della Gerarchia Superiore della Luce oppure si insediavano nelle Monadi e nei Corpi Sottili degli uomini.

Inoltre, non erano semplici possessori, ma Arconti Neri. Ognuno di essi occupava uno dei 66 satelliti di Saturno (solo 62 satelliti sono noti all’astronomia moderna).

Operazione Saturno - Archons

Arconti

Operazione Saturno

La sensazione principale fu la scoperta su Titano… della Matrix di auto-risurrezione di Geova. Questo costrinse i Maestri Ascesi a studiarlo più a fondo.

E presto fu fatta una scoperta sbalorditiva: Geova non era il figlio di Yaltabaoth e Lilith, ma un clone dell’ex Co-Creatore nero dell’Universo locale, il suo clone a livello di Monade.

Questo spiega il potere e l’invulnerabilità di Geova. E sebbene il Co-Creatore Nero fosse già passato al Lato Chiaro e fosse diventato uno dei Gerarchi del Pleroma, il suo clone indipendente esisteva ancora ed era molto pericoloso.

Operazione Saturno - Black Co-Creator

Co-Creatori Neri

Operazione Saturno

Era necessario fare qualcosa di urgente e mentre pensavano, gli Arconti Neri assestarono un nuovo colpo ai partecipanti all’operazione. Un ulteriore ritardo era come la morte. La Matrix di auto-risurrezione di Geova su Titano poteva essere attivata in qualsiasi momento.

I Guerrieri della Luce partirono urgentemente per un nuovo Luogo del Potere, dove si trovava il Tempio della Realtà Assolutizzata. Da lì, hanno prima condotto un riavvio estremo del Logos di Saturno.

E’ stato eseguito senza una preparazione che sarebbe stata molto pericolosa. In questo formato, l’intero karma del Logos è stato annientato e loro lo hanno sentito molto duramente. Poi, nel Logos di Saturno riavviato, il gruppo ha reintrodotto il Cristallo della Realtà Assolutizzata.

La parte successiva è stata ancora più difficile e pericolosa. Insieme, i Maestri Ascesi e i Guerrieri della Luce dovevano eliminare lo Spirito di Geova e la Matrix della sua auto-risurrezione in Titano.

Operazione Saturno - Titan

Titano

Operazione Saturno

Entrambi esistevano autonomamente, anche dopo l’eliminazione della Monade di Geova. Resettare la Monade di Titano era impossibile perché le lune dei pianeti non le avevano.

Al momento stabilito, al comando dei Maestri Ascesi, i Guerrieri della Luce hanno introdotto la Matrix della Realtà Assolutizzata nel nucleo di Titano. Allo stesso tempo, hanno concentrato su questo, un raggio proveniente dal Sole Spirituale Centrale Galattico. E’ stato raddoppiato da un impulso proveniente dal nucleo del Pleroma, che suddiviso in 66 sotto-raggi è entrato in 65 lune di Saturno.

Così, tutti gli Arconti Neri nascosti come possessori sono stati catturati. I satelliti che per lungo tempo li hanno aiutati a nascondersi sono diventati la loro trappola e la loro tomba.

Con la 66a luna – Titano – tutto fu molto più complicato. Si scoprì che non Saturno ma questo satellite giocava un ruolo chiave nel funzionamento del Trono di Yaltabaoth e delle Porte (Portali) degli Eoni Neri.

Operazione Saturno - Portal

Portale

Operazione Saturno

Geova e il suo creatore usarono abili combinazioni di distrazione per dare l’impressione che tutto avvenisse attraverso Saturno. Naturalmente, quest’ultimo non era un manichino ma l’elemento principale di questo piano diabolico era comunque Titano.

In un lontano passato, gli Arconti Neri hanno compiuto un micro-sacrificio della Terra, strappandole un pezzo del nucleo del suo Logos. È accaduto nel luogo in cui oggi si trova la Torre del Diavolo, nel Wyoming, negli Stati Uniti. Era una prova per vedere se era possibile strappare il Cuore di Gaia e spostarlo su Saturno.

I Co-Creatori e i Gerarchi Superiori della Luce hanno sventato questo piano. Ma gli Arconti Neri avevano conservato il segmento strappato e lo hanno impiantato nel corpo di Titano. Con il tempo, lo hanno trasformato in una micro-copia del Logos terrestre, nutrendolo e alimentandolo con l’energia che i possessori risucchiavano alle persone.

Così gli Arconti ottennero l’accesso remoto al Logos della Terra e la capacità di controllarlo: un analogo dei programmi dell’ufficio virtuale.

Operazione Saturno - Devil's Tower in Wyoming, USA

Torre del Diavolo in Wyoming, USA

Operazione Saturno

E’ spiegato il fenomeno che gli scienziati non sono stati in grado di ottenere. La sonda Huygens che opera sulla superficie di Titano, ha registrato radiazioni a bassa frequenza provenienti dalle profondità dell’oceano di metano e di etano liquidi. Gli scienziati non capiscono che cosa produce le onde.

Queste onde erano l’elemento di gestione della Terra e dei terrestri. E la fonte delle radiazioni era la micro-copia del Logos di Gaia.

Per eliminarla, i Maestri Ascesi hanno sviluppato un piano che hanno affidato alla squadra di terra. Dallo stesso Tempio della Realtà Assoluta, i Guerrieri della Luce hanno rimosso la micro-copia del Logos della Terra da Titano e la hanno messa in un reattore creato dai corpi monadici temporanei del gruppo di supporto, per ripulirla dal karma.

Purtroppo hanno fallito a causa della mancata disponibilità delle loro Monadi. Il leader del gruppo e i Maestri Ascesi hanno dovuto completare il lavoro e hanno restituito a Gaia il suo aspetto purificato.

Operazione Saturno - Gaia

Gaia

Operazione Saturno

Questo è stato il culmine dell’intera Operazione Saturno. Ha liberato una parte della Terra dalla prigionia karmica degli Arconti Neri e ha ripristinato l’integrità del Logos di Gaia.

Dopo più di un mese di lavoro estenuante, i Guerrieri della Luce erano in uno stato di esaurimento mentale e fisico. Ma con l’aiuto di Dio, sono stati rimessi in grado di partecipare alle nuove operazioni dei Co-Creatori e del Galacom.

Molti li percepiscono come fantascienza ma i Guerrieri della Luce ne sono indifferenti. Fanno solo il loro lavoro che è fuori dalla portata di molti uomini.

Altro da Lev

Operazione Global Crystals – Parte 3

Operazione Global Crystals – Parte 3

Il Cristallo Essere di Luce Sananda è il Raggio di Jesus Sananda. Uno dei suoi obiettivi principali è combinare la materia delle dimensioni dense con quelle superiori. Come risultato dell’operazione Global Crystals, partecipa già alla fusione 3D-4D-5D. Dopo aver formato questa unità, Sananda ha attivato la connessione dell’eone unificato con 8D, agendo come conduttore del Secondo Centro Spirituale (8D-14D).

Operazione Global Crystals – Parte 2

Operazione Global Crystals – Parte 2

L’Operazione Global Crystals del team di terra della Light Force è solo una piccola parte delle giganti operazioni spaziali. Nei Piani Fisico e Multidimensionale, sono condotte congiuntamente dalle civiltà di Pleiadi, Arturo, Andromeda, Sirio, Lira e di altre costellazioni. Lo scopo dell’operazione congiunta Global Crystals è di attivare completamente l’intera rete cristallina della Terra. Durante la Notte Cosmica e l’invasione degli Arconti, è stata parzialmente messa fuori servizio o ha funzionato a un livello minimo.

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops – Parte 2

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops – Parte 2

Perché è stata scelta Alessandria per l’operazione della squadra di terra delle Forze di Luce in Egitto? Inizialmente, la proiezione di questo territorio (con localizzazione sull’isola di Pharos) coincideva con un Portale Unico di Informazione del nostro pianeta. C’erano un server di transito delle informazioni e una sala di controllo per lo scambio globale di informazioni del Logos della Terra con l’intero Cosmo.

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops – Parte 1

Operazioni in Egitto – Light Forces Ops – Parte 1

Il nostro pianeta è il 606° mondo abitato situato in una delle costellazioni del Sistema Locale. Ci sono cento Sistemi Locali in ogni costellazione. E l’intero Universo Locale include cento Costellazioni. Secondo il piano dell’Alta Gerarchia di Luce, il nostro Universo Locale dovrebbe essere composto da 10.000.000 di pianeti abitabili. Finora, ce ne sono 3.840.101.

Nuove Operazioni Galattiche Febbraio 2021 – Parte 4

Nuove Operazioni Galattiche Febbraio 2021 – Parte 4

I Co-Creatori concentrano il plasma dell’intelligenza negli strati atmosferici. Lì è conveniente per introdurre la materia o nucleare nuova materia. Quindi entra nel canale centrale, assiale del pianeta sino al suo nucleo, ove attiva nuovi programmi per espandere la coscienza.

I Click Sulle Pubblicità Ci Tengono In Vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

Poracci

I poracci non sò quelli che non c'hanno niente dentro al portafoglio. I poracci sò quelli che non c'hanno niente dentro l'anima.  

Anna Magnani

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te! 

  • 2023 Server & Site Tech Support 4200 € 0.3% 0.3%

Bitcoin & Cryptocurrencies Donation

1M9dohWnHBwNLSPd6afRaJackrw6wK9bxY

Pin It on Pinterest