Il Potere della Piramide Popoli delle Piramidi e Diluvio Universale

Il Potere della Piramide

Popoli delle Piramidi e Diluvio Universale

Il Potere della Piramide – Popoli delle Piramidi e Diluvio Universale. Di Sedona Deb.

Nel precedente articolo ci eravamo lasciati con l’affermazione che i popoli che vivevano nei tempi precedenti al Diluvio Universale avevano profonde conoscenze di tecnologie avanzate.

Nonostante la più recente datazione, estremamente conservatrice, della Grande Piramide di Giza, è evidente che questa struttura era già in esistenza quando cominciò il racconto biblico del Diluvio Universale.

In questa seconda parte ipotizzeremo che la Bibbia ci ha lasciato importanti suggerimenti sulla linea di sangue di coloro che potrebbero essere i costruttori della Grande Piramide di Giza.

Inoltre, ci concentreremo sulla ricerca pubblicata 20 anni fa da Christopher Dunn, autore del libro “Giza Power Plant“, per presentare l’idea che la Grande Piramide non è solo una semplice tomba statica costruita qualche centinaio di anni prima del Diluvio Universale, ma piuttosto la Piramide era uno strumento tecnologico attivo.

Camere Nascoste

Nella Grande Piramide di Giza

Funzionava come una struttura energetica molto potente e dinamica che serviva varie esigenze di una società altamente avanzata.

Ma in primo luogo, alcuni pensieri su chi potrebbero essere stati i costruttori.

Web Hosting

Tecnologia Attribuita alla Famiglia di Caino

Il testo biblico non menziona mai le piramidi.

Tuttavia, ci sono dichiarazioni documentate sui progressi tecnologici da parte di… niente di meno che… Caino, assassino di suo fratello Abele, e i suoi immediati discendenti.

Mi sembra degno di nota che il Libro della Genesi abbia registrato quanto più possibile sulla famiglia di Caino, nonostante la sua infamia.

A seguito del suo brutale atto fratricida, Caino fu allontanato dai suoi genitori, Adamo e Eva, e dai suoi molti altri fratelli. Prese una moglie e partì per iniziare la propria tribù. E, sì, la Bibbia ci assicura che Adamo ed Eva avevano molti figli, anche se solo tre sono nominati specificamente.

È probabile che lo stato incontaminato del DNA dell’uomo fosse tale che consentisse nascite ristrette alla cerchia familiare senza i disordini genetici che ci aspetteremmo oggi, come quando gli animali convivono nella propria famiglia senza subire conseguenze genetiche indesiderate.

The Giza Power Plant

The Giza Power Plant

Il Potere della Piramide

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Bouguereau Primo Lutto - Caino

Bouguereau Primo Lutto – Caino

Il Potere della Piramide

Il capitolo quarto della Genesi ci dice che Caino si spostò verso est.

Avrebbe senso che Adamo ed Eva probabilmente vivevano in Mesopotamia nei pressi dei fiumi Tigri ed Eufrate.

A causa del fatto che la Bibbia documenta molto brevemente la sua linea di sangue e per il fatto che i nomi dei suoi figli e i nomi dei figli dei suoi cugini condividevano alcune similitudini, avrebbe senso supporre che Caino non abbia viaggiato per migliaia di chilometri, ma era ancora “domiciliato” nella zona del Medio Oriente.

È abbastanza possibile che le generazioni successive si conoscessero e si mescolassero reciprocamente.

Infatti, Caino si dice abbia costruito la prima città registrata dopo la nascita di suo figlio.

Il racconto biblico non dice dove si trova, ma non sarebbe affatto inverosimile che Caino fosse finito in Egitto durante l’epoca pre-diluviana.

Non ci sarebbe poi voluto molto a un viaggiatore come Caino per scoprire il terreno fertile e rigoglioso del Delta del Nilo. L’Egitto è anche strategicamente posizionato tra le principali vie navigabili che si prestano facilmente a ulteriori esplorazioni in tutto il mondo via mare.

Meridiano di Giza

Meridiano di Giza – “L’Ombelico del Mondo”. La piana di Giza in Egitto sarebbe il luogo più logico per costruire una centrale elettrica che trae energia dalla rete energetica naturale della Terra

Il Potere della Piramide

Ancora più importante è il fatto che la Piana di Giza si trova al centro della terraferma terrestre. Infatti, se oggi potessimo riorganizzare il nostro sistema di navigazione GPS, avrebbe molto più senso indicare la longitudine che passa attraverso il Cairo come il primo Meridiano di 0 gradi. Secondo Wikipedia, Charles Piazzi Smyth propose questa teoria nel 1864.

Smyth propose di posizionare il meridiano principale alla longitudine della Grande Piramide perché lì  “ci sarebbe molta più terraferma che in qualsiasi altra zona“.

La sua idea non fu accettata e la località di Greenwich, in Inghilterra, è stata scelta invece, per motivi puramente commerciali.

Teniamo a mente la particolare osservazione nel precedente articolo sulla griglia globale di energia dinamica in cui il nostro pianeta è avvolto.

La Piana di Giza diventa quindi il punto nodale più importante della griglia planetaria, e quindi il luogo più logico per costruire una centrale elettrica.

Un riesame della storia registrata nel quarto capitolo della Genesi ci dice che la quinta generazione dopo Caino, un uomo chiamato Lamech, ebbe tre figli e due di questi figli in particolare divennero noti per i loro talenti che si adattano molto bene a quello che diremo sulla Grande Piramide.

Jubal Figlio di Lamech

Jubal Figlio di Lamech

Il Potere della Piramide

I tre figli di Lamech furono chiamati Jabal, Jubal e Tubal-Caino. La Bibbia ci fa osservare che Jabal era il fondatore dei popoli nomadi (o beduini): “coloro che allevano bestiame e vivono in tende“. Jubal è stato il fondatore dei musicisti che suonano arpa e flauto (strumenti a corda e a fiato).

Tubal-Caino si dice che fu famoso per la sua capacità di forgiare strumenti di rame e ferro (e, probabilmente, anche armi).

È molto significativo che la Bibbia pone in modo specifico queste tre cose alla nostra attenzione:

Prima pone la famiglia di Caino nella penisola arabica. Ancora più importante, ci dice poi che la famiglia di Caino era abile nella conoscenza dell’acustica e degli “strumenti”.

Infatti, ci dice che Jubal era “il fondatore di tutti coloro abili nell’uso di strumenti a corda e a fiato” come se i membri di Jubal formassero una specie di “associazione specializzata” famosa in questo settore.

Dice inoltre che suo fratello Tubal-Caino era in grado di modellare “tutti i tipi” di utensili in rame e in ferro.

Con tutti questi strumenti musicali e gli altri utensili in rame e in ferro… beh, amici miei, c’è proprio tutto quello di cui hai bisogno per costruire una centrale energetica a forma di piramide a Giza!

Beduino che Suona l'Arpa

Beduino che Suona l’Arpa

Il Potere della Piramide

L’Energia della Terra nelle Onde Sonore

Il libro di Christopher Dunn è una lezione di armoniche, frequenze e oscillatori accoppiati.

Naturalmente, i lettori di questo articolo dovrebbero sentirsi incoraggiati a leggere il libro per avere informazioni dettagliate su come potesse funzionare la centrale di Giza.

Almeno, prendetevi una mezz’ora e prestate attenzione al video di presentazione dell’autore di seguito.

Il Potere della Piramide

Christopher Dunn – THe Giza Power Plant – VIDEO

In ogni caso, ecco il riassunto di un piccola parte della presentazione di Dunn:

“La piramide è un grande strumento acustico, in cui è stata utilizzata la tecnologia della risonanza armonica per convertire le energie vibrazionali della terra in radiazioni a microonde. Lo dimostra il fatto che le camere e i passaggi della piramide sono stati posizionati con deliberata precisione per ottimizzare le sue proprietà acustiche.

Quando la piramide vibrava in sintonia con l’impulso della terra, diventava un oscillatore accoppiato che poteva trasferire l’energia dalla terra con scarso o nessun feedback.

La Camera del Re, costruita con cristalli di quarzo di silicio contenente granito igneo, serviva come centro di energia mentre la Camera della Regina era usata per generare idrogeno, il combustibile che gestiva l’impianto”.

Per chi non si intendesse di oscillatori accoppiati, ecco un esperimento scientifico rapido e facile da scuola superiore che dimostra questo fenomeno.

Notate come il movimento di un oggetto può effettivamente indurre il movimento di un altro oggetto quando entrambi gli oggetti condividono le stesse armoniche. Ma da dove viene l’energia?

Il Potere della Piramide

Awesome Coupled Oscillators Physics Demonstration – VIDEO

Ritorniamo ai giorni dell’uomo neolitico e immaginiamo che cosa avreste potuto provare la prima volta che avete sentito un terremoto.

Una volta che la paura iniziale fosse passata, le menti più intelligenti e curiose avrebbero dovuto chiedersi: “Whow! Che cosa è stato e come possiamo usarlo?”

Una volta che persone come Jubal iniziarono a sperimentare gli strumenti a corda e a fiato, non sarebbe passato molto tempo prima che avessero cominciato ad osservare e comprendere la fisica delle armoniche.

Relazione Tesla Atlantide Piramidi

10 Domande a TS Caladan

Perfino nel remotissimo periodo di Adamo e di Eva, la presenza di una “spada rotante” che custodiva l’ingresso dell’ Eden sarebbe stata sufficiente per far nascere delle domande su torsione e oscillazione.

Secondo le sue parole, è qui che Christopher Dunn ha scoperto la possibilità di estrarre energia dalle vibrazioni naturali della Terra:

“La Terra stessa, come una dinamo gigante, produce onde sonore similari. (p. 128).

Se ne deduce quindi che l’energia operante nella Terra genererebbe onde sonore che sarebbero correlate alla particolare vibrazione dell’energia che la crea e al materiale attraverso il quale passa. (p. 129).

Qualsiasi stimolazione elettrica all’interno della Terra di materiali piezoelettrici – come il quarzo – genererebbe onde sonore al di sopra della gamma dell’udito umano (p. 129).

Se dovessimo scoprire che una struttura con una certa forma, come una piramide, possa essere in grado di agire efficacemente come un risonatore per le vibrazioni provenienti dalla Terra, allora avremmo una fonte di energia affidabile e poco costosa”(p.130).

A questo punto potrebbe essere illuminante dare un’occhiata, con gli occhi ingegneristici dell’autore, a quello che si vede quando si taglia la Piramide a metà in sezione.

Molti di coloro che hanno visitato la Piramide di Giza sono stati informati dalla guida egiziana delle varie camere e corridoi che si presume costituiscano una tomba… ridicolmente scomoda e assurda!

Tre di queste sezioni sono: la Camera della Regina, il Grande Corridoio e la Camera del Re.

Tuttavia, quando Christopher Dunn vide quel diagramma, si rese conto che stava guardando gli schemi di una centrale elettrica.

Ciò che suggerisce questo diagramma, è che la base profonda sotterranea della piramide consente alle naturali vibrazioni sismiche della Terra di generare risonanze alla base della piramide.

Piantina tradizionale delle due camere e del grande corridoio all'interno della Grande Piramide.

Piantina tradizionale delle due camere e del grande corridoio all’interno della Grande Piramide.

Il Potere della Piramide

Piantina più significativa della Grande Piramide del funzionamento interno di un Generatore di Potenza.

Piantina più significativa della Grande Piramide del funzionamento interno di un Generatore di Potenza.

Il Potere della Piramide

Ed Ecco Come la Centrale Elettrica è Stata Costruita

Gli ingegneri della piramide costruirono una cavità speciale appena sopra la base dove introdussero elementi chimici attraverso i pozzi di aerazione.

Una volta combinati, questi prodotti chimici creavano una nuvola di idrogeno nella “Camera della Regina” (o, piuttosto, camera di reazione).

Il gas riempiva i passaggi interni e le camere della piramide (p. 220). Cosa succedeva dopo?

Christopher Dunn scrive:

“Innescata da impulsi di vibrazione sintonizzati alla frequenza risonante dell’intera struttura, la vibrazione della piramide aumentava gradualmente in ampiezza e oscillava in armonia con le Vibrazioni della Terra”.

“Armonicamente accoppiata con la Terra, l’energia vibrazionale scorreva poi in abbondanza dalla Terra attraverso la piramide e influenzava una serie di risonatori sintonizzati alloggiati nella “Grande Galleria” (o, piuttosto nella sala di risonanza), dove la vibrazione veniva convertita in suono provocato dall’aria”.

Ma come si può estrarre energia dal Suono nell’Aria?

E che cosa ha a che fare la nube di idrogeno con tutto questo? Dunn continua a spiegare:

“La camera del re [o, piuttosto, la cavità di risonanza] era il cuore della centrale di Giza, un imponente centro di energia composto da migliaia di tonnellate di granito contenente il 55% di cristallo di quarzo di silicio. La camera è stata progettata per minimizzare qualsiasi smorzamento della vibrazione e le sue dimensioni hanno creato una cavità risonante in armonia con l’energia acustica in arrivo.

“Mentre il granito vibrava in simpatia con il suono, sovraccaricava il quarzo nella roccia e stimolava gli elettroni a fluire con quello che è conosciuto come effetto piezoelettrico.

L’energia che riempiva la Camera del Re a quel punto diventava una combinazione di energia acustica e di energia elettromagnetica. Entrambe le forme di energia coprivano un ampio spettro di frequenze armoniche, dalle frequenze infrarosse fondamentali della Terra, alle frequenze ultrasoniche e superiori, alle microonde elettromagnetiche.

E qui arriva la parte dell’idrogeno …….

“L’idrogeno assorbiva liberamente questa energia, poiché i progettisti della centrale di Giza si erano assicurati che le frequenze in cui la camera del re risonavano fossero armoniche alla frequenza in cui l’idrogeno risuona.

Di conseguenza, l’atomo di idrogeno, costituito da un protone e da un elettrone, assorbiva efficacemente questa energia e il suo elettrone veniva “pompato” ad uno stato energetico più elevato.

Sapientemente, i costruttori della piramide costruirono pozzi di aerazione o “pozzi-luce” con una angolazione ben precisa, che Dunn dice siano stati utilizzati per introdurre un “segnale di ingresso” caricato magneticamente da un mezzo magnetico sempre presente intorno al nostro pianeta… l’atmosfera.

“Il pozzo nord serviva come condotto, o una guida d’onda, e il suo rivestimento interno in metallo originale serviva a convogliare un segnale a microonde nella camera del re. Il segnale a microonde che scorreva attraverso questa guida d’onda potrebbe essere stato lo stesso segnale che sappiamo oggi viene creato dall’idrogeno atomico che riempie l’universo e che costantemente bombarda la Terra. Questo segnale a microonde probabilmente si rifletteva sulla faccia esterna della piramide, e poi veniva focalizzato sul pozzo nord.

Camminando attraverso la Camera del Re e passando attraverso una scatola di cristallo amplificatrice situata nel suo percorso, il segnale di ingresso aumentava di potenza in quanto interagiva con gli atomi di idrogeno altamente eccitati all’interno della scatola amplificatrice e della camera di risonanza (l’oggetto che le guide egiziane vi descrivono sempre come il sarcofago del faraone!).

Questa interazione costringeva gli elettroni a tornare al loro “stato fondamentale” naturale.

A loro volta, gli atomi di idrogeno liberavano un pacchetto di energia dello stesso tipo e frequenza del segnale di ingresso. Questa “emissione stimolata” veniva sincronizzata con il segnale di ingresso e seguiva lo stesso percorso …. Il processo potrebbe verificarsi un trilione di volte”.

Riassumendo tutto, Dunn conclude:

Ciò che entrava nella camera come un segnale di basso livello energetico diventava un fascio collimato (parallelo) di potenza immensa in quanto veniva raccolto in un ricevitore a microonde alloggiato nella parete sud della camera del re e poi diretto attraverso il pozzo sud rivestito di metallo verso l’esterno della piramide. Questo fascio fortemente collimato era il motivo di tutta la scienza, la tecnologia, l’artigianato e le ore di lavoro incalcolabili che furono necessarie per progettare, testare e costruire la centrale elettrica di Giza. (copiato da pp. 221-222).

Giza - Il Centro Energetico

La “camera del re”, o la cavità di risonanza. A3 è la scatola di granito “sarcofago” che raccoglie gli atomi di idrogeno eccitati dopo aver attraversato il dispositivo al quarzo lungo il segnale di ingresso.

Il Potere della Piramide

Ciò che abbiamo a Giza non è il “cimitero dei faraoni”, bensì un sistema energetico incredibilmente efficiente, con una capacità di attirare l’abbondante energia libera della Terra sotto i nostri piedi e semplicemente mantenerla in movimento, in sequenza e in risonanza.

Se potessimo combinare un generatore con un pianoforte, o con qualsiasi altro strumento musicale, in fondo questo è quello che si potrebbe ottenere.

Il Potere della Piramide

CYMATICS: Science Vs. Music – Nigel Stanford – VIDEO

Basta mettersi da una parte mentre tutto il processo si converte in elettromagnetismo utile.

Anche se sembrerebbe tutto meravigliosamente armonico, l’operazione non era priva di rischi.

Dopo tutto, abbiamo a che fare con i poteri dell’universo che originano da quella “forza attiva” di Dio, come è scritto nella Bibbia al secondo versetto di apertura di quel libro divinamente ispirato.

Vibrazioni e Fusioni Nucleari

Il signor Dunn ha ipotizzato quanto probabilmente accadde all’interno della piramide, forse in più di un’occasione.

Ci ha ricordato il motivo per cui i soldati che marciano “rompono il passo” quando attraversano un ponte. Quelli di voi che conoscono il disastro che è accaduto al Ponte di Tacoma Narrows nel 1940 sanno già di cosa stiamo parlando.

Nel caso del ponte di Tacoma, l’oscillazione estrema di questo ponte sospeso portò infine al suo crollo.

Ritornando al breve video scientifico da scuola superiore pubblicato all’inizio di questo articolo, quando l’insegnante ha parlato di una nave che si dice si sia rovesciata in questo modo, ho visto un documentario sull’incidente di Tacoma che ha ipotizzato che la causa finale del crollo potrebbe essere stata originata dalla semplice gocciolatura costante della pioggia battente lungo il sistema di sospensione…  Le piccole onde possono trasformarsi in potenti ruggiti!

Ponte di Tacoma

L’ondeggiamento estremo del ponte di Tacoma ha causato il suo collasso nel 1940.

Il Potere della Piramide

Nella pagina 137 del suo libro, Christopher Dunn cita un articolo dell’Enciclopedia Britannica che spiega cosa succede quando si lascia che l’energia scorra senza “smorzarla”:

Se la smorzatura diventa effettivamente zero, momentaneamente, o addirittura negativa [sì, si può ottenere una smorzatura negativa!], come può accadere in determinate circostanze particolari, l’effetto del calo di energia può diventare così potente da portare a una vibrazione sconvolgente che può distruggere il vibratore “.

Nel paragrafo iniziale del capitolo 12, il signor Dunn dice che ci sono prove di fusioni nucleari probabilmente causate da palle di fuoco a idrogeno all’interno della piramide.

Qualcosa ha portato la “Camera del Re” a espandersi fino a un intero pollice e le travi del soffitto sono state incrinate.

Ci sono numerose altre evidenze forensi all’interno della piramide che indicano un tale incidente e che dimostrano ulteriormente che la piramide è stata prima utilizzata come una centrale elettrica, non come una tomba, come le guide turistiche egiziane vorrebbero farci credere.

Centrale Elettrica … o Arma Nucleare?

In conclusione, la speculazione di Christopher Dunn sullo scopo principale per cui è stata costruita la Grande Piramide di Giza è molto intrigante, a dir poco.

Non lascia nessun aspetto dell’interno della piramide fuori dall’equazione.

Tuttavia, se c’è qualcosa che abbiamo appreso dalla storia postdiluviana dell’umanità, è che ogni progresso tecnologico arriva sempre, alla fine, a creare armi sempre migliori e più potenti.

Un altro autore che vorrei citare è il dottor Joseph P. Farrell.

Ha sostenuto costantemente che la piramide non è stata utilizzata solo come fonte di energia, ma è stata purtroppo utilizzata anche come un’arma in grado di distruggere il pianeta.

Questo è il motivo per cui il sito del Dr. Farrell è chiamato “Giza Death Star.com”.

 

Cover Up Sfinge

Nel prossimo articolo, parleremo delle sue pessimistiche conclusioni e del timore che l’Elite e le sue reti criminali stiano lavorando costantemente per riportare l’umanità ai giorni del diluvio universale.

Questo spiegherebbe i divieti assoluti di scavi, ricognizioni, studi e ricerche indipendenti in tutta la Piana di Giza (nda).

Come Gesù Cristo ha avvertito chiunque lo avrebbe ascoltato, questi potrebbero essere davvero, di nuovo, “I Giorni di Noè“.

Popoli delle Piramidi

Diluvio Universale

Popoli delle Piramidi

Intelligenza Artificiale e Magia

Popoli delle Piramidi

Il Potere della Piramide

Popoli delle Piramidi

Le Pietre Stanno Gridando

Popoli delle Piramidi

Canali di Energia e Magia della Terra

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Montagna

C'è chi sposta un sasso e ne parla come se avesse spostato una montagna. E poi c'è che sposta una montagna. In silenzio.  

Anonimo

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 9% 9%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest