Il Mistero della Terra Cava

Il Mistero della Terra Cava

Il Mistero della Terra Cava. Di Dennis Crenshaw.

La nostra Terra è vuota al suo interno.

Questa affermazione è scolpita nelle antichissime tavolette d’argilla dei Sumeri nella “Storia di Gilgamesh” e nel “La discesa di Ishtar nel mondo sotterraneo”, storie che raccontano le avventure di diversi tipi di creature all’interno della Terra, conosciute come i Miti della Mesopotamia.

 

La creazione della Terra (Enuma Elish) secondo le tavolette sumere comincia così:

Quando lassù il cielo non aveva ancora nome, e quaggiù la terraferma non era ancora chiamata con un nome, Soli, Apsu, il primo, Loro progenitore e Madre – Tiamat, Genitrice per tutti loro, mescolavano insieme le loro acque”.

Anche Platone scrisse di enormi gallerie sotterranee, ampie e strette, che formavano l’interno della Terra, e dell’esistenza di un Sole (teoria del  nucleo infuocato).

Secondo Platone la Terra è divisa in diversi involucri o strati concentrici che si muovono indipendentemente tra loro.

Ishtar

Ishtar

Il Mistero della Terra Cava

Gioielli con Cintamani
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sole Cristallino

Sole Cristallino

Il Mistero della Terra Cava

Nel 1692 Edmond Halley, scopritore della omonima cometa e Astronomo Reale d’Inghilterra, dichiarò, in un suo discorso alla Royal Society di Londra, che tutti i corpi celesti sono vuoti e cavi, per “poter galleggiare nello spazio”.

Halley

Halley e la Cometa

Il Mistero della Terra Cava

Anche Leonhard Euler nel 1700 affermò che matematicamente la Terra deve essere vuota, e che “esiste un Sole Centrale nel suo nucleo che fornisce la luce del giorno a una splendida civiltà sotterranea”.

William Reed nel suo libro del 1906 “The Phantom of the Poles”, dopo numerose esplorazioni artiche e prove scientifiche, afferma che la Terra non è solida come ampiamente creduto, ma è vuota con due aperture in entrambe le estremità.

La Terra è vuota. I Poli sono come fantasmi, appaiono e scompaiono, si aprono e si chiudono, e all’interno di queste aperture ci sono vasti continenti, oceani, montagne e fiumi.

In questo Nuovo Mondo sono evidenti la vita vegetale e animale.

E’ probabilmente popolato da razze sconosciute agli abitanti della superficie”.

Leonhard Euler

Il Mistero della Terra Cava

William Reed - The Phantom of the Poles

William Reed – The Phantom of the Poles

Il Mistero della Terra Cava

Marshall B. Gardner ha raggiunto le stesse conclusioni, dopo 20 anni di studi e ricerche scientifiche, pubblicando il libro: “Un viaggio all’interno della Terra: i poli sono stati veramente scoperti?”.

Nel 1913, ristampato nel 1920. Gardner non era al corrente degli studi di William Reed, ma affermava comunque che né Cook né Peary avevano mai raggiunto il vero Polo Nord poiché, secondo la sua teoria, non esiste il Polo Nord.

Le società scientifiche che vagliavano le ricerche e i rapporti di Cook e Peary hanno concluso che in nessun caso si potrebbe dire autoritariamente che i due esploratori hanno raggiunto la mèta”.

La Terra Cava Agartha

Agartha

Il Mistero della Terra Cava

Questa controversia continua ancora oggi, dopo quasi un secolo.

La Terra Cava Foto Gennaio 1967

Immagine scattata nel 1967 dal satellite Essa-7, mostra chiaramente un grande buco al polo nord.

Il Mistero della Terra Cava

Queste foto, molto sorprendenti e controverse, sono sempre state contestate da una gran parte di scienziati di tutto il mondo, che dicono siano state ritoccate e modellate dalla NASA.

Saturno

Saturno

Il Mistero della Terra Cava

La Terra Cava Foto Novembre 1968

Immagine scattata il 23 novembre 1968 sempre dal satellite Essa-7.

Il Mistero della Terra Cava

La Terra Cava Foto Satellite Gennaio 1967

Immagine scattata il 6 gennaio 1967 sempre dal satellite Essa-7.

Il Mistero della Terra Cava

Saturno Poli

Saturno

Il Mistero della Terra Cava

Anche gli altri pianeti risulterebbero vuoti all’interno, come mostrano queste più recenti foto di Saturno e questo video recentissimo della sonda Cassini

 

A questo punto una persona comune comincerà a chiedersi: ma se tutto questo è vero, perchè non esiste una conoscenza comune e accettata?

Un governo non ti parlerà mai di un segreto che potrebbe sconvolgere le origini dell’Umanità”. (Raymond Palmer)

Altri scienziati dicono che alcuni di noi trascorrono troppo tempo a guardare i poli della Terra, e che dovrebbero disinteressarsene…

Altri ancora dicono che l’ingresso al mondo interiore si trova solo entrando e scendendo nelle grotte sparse in tutto il pianeta.

Tuttavia, se questi buchi polari esistono, sono certamente nascosti alla nostra vista, magari con l’uso di tecnologie avanzate che ci impediscono di vederli.

Potrebbero essere tecnologie olografiche, blocchi mentali, curvatura dello spazio-tempo, e altri modi inimmaginabili dalle nostre limitate conoscenze.

Probabilmente il miglior racconto di un viaggio nelle terre sotterranee è nel libro del 1895 “Etidorpha”pubblicato in Italia nel 2010 da Edizioni dell’Antro.

Le Società Segrete e le loro cospirazioni, forse una civiltà aliena, hanno soppresso tutte le scienze della Terra, ma comunque è difficile credere che questo libro abbia più di 100 anni!

Etidorpha

Etidorpha

Il Mistero della Terra Cava

Allora, tutto questo è un fatto o una finzione?

Bruce Walton, Jack Mitchell, Michael Teroux sono stati i principali ricercatori del settore e i loro risultati sono stati pubblicati  nel 1995 sulla Rivista Borderlands col titolo “Mt. Shasta Expedition”.

Mt Sashta Expedition

Mt Sashta Expedition

Il Mistero della Terra Cava

Innanzitutto, non è stata una passeggiatina nel parco.

Ci sono molti pericoli sottoterra: incidenti, mancanza di aria, troppo freddo, troppo caldo, ecc.

A seguito di tutte queste spedizioni sotterranee, nel 1988 il governo federale USA ha approvato con urgenza una legge per “proteggere” ogni cava, ogni caverna, ogni grotta sul suolo americano… dal pubblico americano!

Qualsiasi foro nel terreno, artificiale o naturale, è assolutamente off limits per qualsiasi cittadino americano e non.

Questo significa che le ricerche e le spedizioni sono state interrotte e vietate, e questi fatti sono da allora nascosti a tutti i popoli del mondo.

Una prova indiscutibilmente scientifica che la Terra è vuota all’interno, cioè Cava, è che risuona come una campana.

In occasione del grande terremoto del Cile del 22 maggio 1960, è stato registrato dagli strumenti scientifici un effetto prolungato di risonanza.

Alla Conferenza Mondiale di Helsinki del 1961 lo scienziato Joseph Goodavage dichiarò: “Lo shock (l’urto, il colpo) è stato così forte, grave e violento che l’intero Pianeta risuonava come una campana, per un lungo periodo di tempo, in una serie regolare di impulsi lenti registrati in varie stazioni sismiche indipendenti”.

In seguito nel 1964 lo stesso scienziato ha registrato lo stesso fenomeno durante il terremoto in Alaska del 27 marzo 1964 ad Anchorage.

Quindi, secondo Halley, dal 1692 sappiamo che tutti i corpi celesti sono vuoti e che risuonano all’interno.

Allora, anche la Luna?

Le prove fornite dagli esperimenti sismici delle missioni Apollo indicano che anche la Luna è vuota e relativamente rigida.

Non è invece comunemente noto che la Terra mostra le stesse melodie o riverberi della campana, come anche la Luna” .  William Brian: “Moongate: Risultati soppressi dal Programma Spaziale degli USA” (1982).

Il Dottor Gordon McDonald, scienziato NASA, dichiarò: “Secondo l’analisi del movimento della Luna, sembra che sia vuota: se i dati astronomici vengono ridotti, si scopre che i dati richiedono che l’interno della Luna sia molto meno denso delle sue parti esterne. Sembra che la Luna sia come una caverna, piuttosto che una sfera omogenea”.

Nel 1959 lo scienziato russo Iosif Shklovski studiò le lune di Marte (Phobos e Deimos) e, dopo aver accuratamente valutato le prove, concluse che entrambe le lune risultavano vuote.

Phobos Deimos Lune di Marte

Phobos Deimos Lune di Marte

Il Mistero della Terra Cava

Mentre alcuni scienziati ortodossi ammettono tranquillamente che alcuni corpi celesti sono probabilmente vuoti, rifiutano categoricamente di accettare il fatto che tutti i pianeti e tutte le lune siano naturamente vuoti all’interno e si affrettano ad aggiungere che devono essere satelliti artificiali.

Ad esempio: “La Luna sembra essere un corpo relativamente leggero, in contrasto con il pianeta Terra. Il fatto che la Luna sia solo il 60% densa come il nostro pianeta, ci porta a supporre due teorie: o la Luna è priva di un nucleo di ferro, oppure è parzialmente vuota”.

Non esiste dunque una chiara spiegazione scientifica a tale fenomeno.

La conclusione inevitabile ci indica comunque che la Luna è inequivocabilmente e artificialmente vuota.

Conclusioni dal libro di R.W. Bernard “The Hollow Earth”:

Dalle prove descritte, confermate dai molti esploratori artici e scienziati, arriviamo alle seguenti conclusioni:

  • Non esistono veramente un polo Nord o un polo Sud. Dove si suppone esistano, ci sono in realtà due ampie aperture all’interno interiore della Terra.
  • I dischi volanti provengono dall’interno della Terra attraverso queste aperture polari.
  • L’interno cavo della Terra, riscaldato dal suo sole centrale (la fonte dell’ Aurora Boreale), ha un clima subtropicale ideale di circa 24 gradi di temperatura, né troppo caldo né troppo freddo.
  • Gli esploratori artici trovarono che la temperatura saliva mentre si avvicinavano al polo nord; trovarono mari più aperti. Trovarono animali in viaggio d’inverno verso nord, cercando cibo e calore, quando avrebbero dovuto andare verso sud. Videro l’ago della bussola assumere una posizione verticale anziché orizzontale e diventare estremamente instabile. Videro uccelli tropicali e la vita animale sempre più in direzione nord. Videro farfalle, zanzare e altri insetti nell’estremo nord, ma che non esistevano più a sud come in Alaska e in Canada. Videro la neve tinta da polline colorato e da polvere nera, che aumentava di intensità più si andava verso nord. L’unica spiegazione è che questa polvere nera proveniva da vulcani attivi nell’apertura polare.
  • C’è una grande popolazione che abita la superficie concava interna della crosta terrestre, composta da una civiltà molto avanzata del nostro proprio pianeta, che probabilmente discende dai continenti affondati di Lemuria e Atlantide. I dischi volanti sembrerebbero appartenere a questa civiltà. Sarebbe un nostro vantaggio contattare questi Fratelli Maggiori della razza umana, imparare da loro e ricevere da loro consigli e aiuto. I buddisti credono che milioni di persone vivano all’interno della Terra, un paradiso chiamato Agartha o Shamballa.
  • L’esistenza di un’apertura polare e di terre al di là dei poli è probabilmente noto alla Marina Militare statunitense, sotto il cui comando l’ammiraglio Byrd ha fatto i suoi due voli storici e che fino a poco tempo fa era un segreto internazionale.

AGARTHA Il primo filmato dell’entrata della Terra Cava

Il Mistero della Terra Cava

Questo è il primo video ad essere mai stato girato, dell’ingresso Polare del Regno di Agartha, cioé, della Terra Cava. Oltre all’ingresso, il video mostra la potente Aurora Boreale come campo di energia che si verifica all’entrata. Una visione davvero celestiale, più bella di quanto avremmo mai potuto immaginare, semplicemente mozzafiato. Il video è stato girato dalla telecamera della stazione spaziale russa MIR. Entrambi i poli sono delle No Flight Zone, così questo straordinario documento è stato reso accessibile da un coraggioso Wistle Blower russo.

Pillole Disclosure News Testata

Nemici

Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi.  

J.F. Kennedy

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!




Pin It on Pinterest

Vai alla barra degli strumenti