Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017. Da South Front.

Mentre la guerra in Siria è tutt’altro che finita, gli eventi da Ottobre 2016 a Maggio 2017 saranno probabilmente descritti come il punto di svolta che ha permesso all’alleanza Siriana-Iraniana-Russa di assumere un’offensiva strategica e dettare il ritmo delle operazioni.

A loro volta, le varie forze ribelli, tra cui Hayat Tahrir al-Sham (ex Jabhat al-Nusra, il ramo siriano di al-Qaeda) e Ahrar al-Sham non stanno più mostrando la capacità di avviare operazioni offensive in grado di produrre grandi risultati.

Web Hosting

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017 – Situazione 26 Maggio 2017 – INFOGRAFICA

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Guerra in Siria Situazione 26 Maggio 2017

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Aleppo

Il 28 Ottobre 2016, Jabhat Al Nusra, Ahrar Al Sham e i gruppi del Free Syrian Army hanno lanciato un attacco su Aleppo, al fine di rompere l’assedio dell’Esercito Siriano, il Syrian Arab Army (SAA), nella parte della città in mano ai ribelli.

Al 31 Ottobre, i militanti hanno conquistato la metà della zona industriale Binyamin, la metà del distretto Binyamin e la maggior parte del distretto Dahyat al Assad.

Quando il primo assalto si è attenuato, Jabhat al-Nusra e i suoi alleati hanno lanciato la seconda fase dell’attacco ad Aleppo occidentale il 3 Novembre, tuttavia, non è riuscito a rompere l’assedio, l’ASA e le forze alleate continuato a mantenere le strade principali e le intersezioni che conducono alle zone controllate dai ribelli assediati sotto osservazione e fuoco.

Guerra in Siria Aleppo Souq

Aleppo Souq

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Il 6 novembre 2016, l’ASA ed i suoi alleati hanno lanciato un contrattacco. Entro l’8 Novembre, il quartiere di Binyamin, la scuola di al-Hikmah, e quasi tutto Dahyat Al Assad sono stati riconquistati mentre entro il 12 Novembre l’ASA ha recuperato tutto il territorio perso nella zona di Aleppo.

La fase finale dell’operazione Aleppo ha avuto inizio il 15 Novembre, e entro il 12 Dicembre, le difese dei militanti a East Aleppo sono crollati.

Il 22 Dicembre, l’ASA ha potuto finalmente rivendicare il controllo completo della città di Aleppo a seguito di un’evacuazione dei militanti dalla città.

Aleppo Città Vecchia

Aleppo Città Vecchia

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017
Aleppo Cittadella

Aleppo Cittadella

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

La liberazione della città di Aleppo è stato il più grande successo di questo periodo della guerra.

Inoltre, aveva un’implicazione importante in entrambi i campi militari e diplomatici.

Jabhat al-Nusra e altri gruppi militanti hanno perso un gran numero di attrezzature militari e di manodopera nei tentativi falliti di rompere l’assedio di Aleppo.

Hanno perso una parte importante della fanteria esperta e una grande quantità di armi, tra cui missili guidati anticarro e razzi Grad. Questo ha predeterminato la loro posizione difensiva nei mesi di guerra seguenti.

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Palmira

La perdita temporanea di Palmira è stata la più grande battuta d’arresto dell’alleanza Siriana-Iraniana-Russa. Sfruttando il pesante impegno della SAA e dei suoi alleati sulla riduzione della sacca di Aleppo.

L’ISIS ha lanciato un attacco alla città di Palmira l’8 Dicembre, catturandola l’11 Dicembre, con il loro maggior punto di forza nell’attacco alla base aerea T-4 che ha avuto inizio il 22 dicembre.

Palmira Panorama

Palmira Panorama

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Non a caso, lo stesso giorno della completa liberazione della città di Aleppo che ha permesso all’SAA (Esercito Siriano Regolare) di riallocare le risorse verso gli altri pressanti problemi operativi.

Queste nuove forze a disposizione, così come le formazioni del 5° Corpo di Assalto (noto anche come 5° Legione), con l’aiuto delle forze aerospaziali Russe, sono stati in grado di respingere l’attacco a T-4 e, infine, di liberare Palmira per la seconda volta il 1° Marzo 2017.

Palmira Anfiteatro Romano

Palmira Anfiteatro Romano

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Al fine di prevenire il ripetersi del disastro di Palmira, l’SAA ha continuato a ripulire il territorio adiacente alla città antica, catturando il giacimento di gas di Shaer nel suo nord-ovest, e raggiungendo il giacimento di gas Arak nella zona est e il villaggio Huwaysis a sud di essa.

Palmira

Palmira

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Dintorni di Aleppo

Al fine di aumentare la pressione contro ISIS e costringerli a distogliere forze da altri fronti, l’SAA e le Forze Tiger hanno lanciato un’operazione militare su larga scala contro ISIS nella campagna orientale di Aleppo il 17 Gennaio.

Un altro scopo dell’operazione era quello di limitare le incursioni dell’Esercito Turco in territorio Siriano come parte dell’operazione Euphrates Shield, che ha portato ad incontrare Daesh ad Al-Bab.

L’SAA ha proseguito la sua avanzata nella campagna di Aleppo Orientale, dove ha conquistato la città di Tadif a sud della città di Al-Bab il 26 Febbraio e ha raggiunto posizioni dell’SDF sud di Manbij il giorno seguente, dopo la conquista congiunta di diversi villaggi.

Il 2 Marzo, le guardie di frontiera Siriane si sono dispiegate in 15 villaggi a ovest di Manbij a separare le forze dell’Eufrate Shield dall’SDF.

Entro il 24 Maggio, l’SAA è riuscita a liberare più di 90 villaggi nella campagna ad ovest di Aleppo, rapidamente spingendo sulla città di Maskanah in mano a Daesh che è rimasta l’ultima roccaforte del gruppo terroristico nella provincia. la sua liberazione aprirà la la via, da Aleppo, alle Tiger Force verso la provincia di Raqqah e la Siria centrale permettono di controllare la strada strategica Ithriyah-Aleppo.

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Hama

Percepire il crollo imminente delle forze ribelli ad Aleppo, ha fatto sì che l’attenzione dell’SAA si sia rivolta alle Province di Hama, dove i gruppi mercenari hanno lanciando un nuovo attacco per raggiungere la città di Hama, il 21 Marzo 2017.

Hama Panorama

Hama Panorama

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Sono riusciti a conquistare una vasta area, tra i villaggi di Souran, Khatab, Rahba, Kawkab e Muardes in tre giorni, prima che i rinforzi SAA bloccassero lo slancio ​​dell’offensiva.

 

Hama Vecchia Città

Hama Vecchia Città

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017
Hama Mulino

Hama Panorama

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

I successivi attacchi dei ribelli non sono riusciti e hanno subito pesanti perdite.

Il 21 Marzo contrattacco dell’Esercito Siriano è stato in grado di riprendere Khattab.

L’SAA ha liberato Muardes l’11 Aprile, dopo un lunga serie di battaglie all’interno della città, e ha continuato a Souran, Taibat al-Imam il 17 Aprile,

Halfaya il 22 Aprile prima che la sua propria offensiva perdesse lo slancio.

Così, le forze governative hanno invertito tutti i progressi dei militanti liberando invece anche altre zone.

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Vicinanze di Damasco

L’SAA ha anche combattuto due battaglie veloci nelle vicinanze di Damasco che hanno costretto ad accordi di evacuazione a Khan Al-Shieh il 30 Novembre e la valle del Barada a nord di Damasco il 29 Gennaio Il 13 maggio, l’SAA ha preso il controllo di importanti aree di Qaboun e Tishreen a Damasco est grazie a un’operazione militare rapida e un accordo di evacuazione che ne è seguito.

Nello stesso mese, i militanti evacuati dal quartiere al-Waer di Homs e l’SAA ha ottenuto un controllo completo di questa città.

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Accordo sulle Zone di Sicurezza

Questa fase della guerra ha avuto termine con il 5 Maggio 2017, un accordo sulle zone di sicurezza che comprende Idlib, Daraa, Homs e la campagna a Nord, Damasco, e Ghouta orientale.

L’effetto combinato delle vittorie e delle zone di sicurezza potrà probabilmente consentire finalmente aell’SAA di spingere verso est per rompere l’assedio ISIS di Deir Ezzor. Quello che è stato definito da alcune fonti filo-governative come Operazione Lavanda che inizierà con la liberazione di Al-Sukhna 50 km a est della città di Palmira, prima di procedere verso Deir Ezzor.

Così in qualche modo l’attuale situazione militare è di gran lunga migliore di quanto non fosse nel mese di Ottobre dello scorso anno, grazie alla liberazione di Aleppo, la riconquista di divers enclavi ribelli, e le pesanti perdite inflitte a ISIS su più fronti.

Le operazioni dei prossimi sei mesi faranno potenzialmente fare i conti con un fattore che fino a quel momento era assente, e cioè la crescente presenza delle truppe della coalizione a guida Usa in territorio Siriano.

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

Raqqa

La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha risposto alle vittorie dell’SAA con l’intensificazione delle operazioni nel sud-est della Siria con l’obiettivo di costruire una zona cuscinetto tra le forze governative Siriane e le Unità di Mobilitazione Popolare Irachene che sono in rapida crescita come una delle maggiori forze in Iraq.

Raqqa

Raqqa

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

L’alleanza Siriana-Iraniana-Russa ha capito il pericolo e ha intensificato le operazioni nella zona.

Allo stesso tempo, le Syrian Democratic Forces, SDF, con un grande supporto di potenza aerea, artiglieria e forze speciali delle truppe della coalizione guidata dagli USA si preparano a dare d’assalto alla auto-proclamata capitale dell’ISIS di Raqqah.

La competizione per il controllo del confine siriano-iracheno e per la provincia ricca di petrolio di Deir Ezzor è ufficialmente iniziata.

Raqqa

Ceramica Halafiana – Vortice della Dea

Guerra in Siria Aggiornamento Ottobre 2016 Maggio 2017

La Battaglia per Racca

Prerequisiti, Forze Opposte, Previsioni

Perché si Combatte in Siria

Gasdotto, Petrolio? NO!

Perché si Combatte in Siria

Aleppo

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Oggi

Esistono solo due giorni all'anno in cui non si può far niente. Ieri e Domani. Pertanto, Oggi è il giorno migliore per amare, crescere, agire, e soprattutto VIVERE.  

Dalai Lama

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 9% 9%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest