Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia, Di Dutchsinse.

La pressione sismica si trasferisce continuamente fra le placche tettoniche del pianeta. Le energie galattiche e l’evoluzione planetaria che stiamo attraversando provoca un movimento anche a livello sismico, Dutchsinse ci aiuta, con le sue previsioni che, come dice lui stesso, riescono a raggiungere una precisione sopra l’80%.

Scosse in tempo reale ultime 48 ore (Viola Ultima ora, Rosse ultime 24 ore, Arancio ultime 48 ore)

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Terremoti Tempo Reale 4.0 o Superiori

Scosse Globali in tempo reale ultime 24 ore

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Immagine Scosse Riportate nell'Ultima Ora

Scosse Ultima Ora Europa

Immagine Scosse Riportate nelle Ultime 24 Ore

Immagine Scosse Riportate nella Ultima Settimana

Immagine Scosse Riportate nella Ultime 2 Settimane

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

UniPrice Elettrodomestici

NOTA: Quando nell’aggiornamento è scritto DNI significa che il report è fatto da noi, quando è scritto Dutchsinse è fatto da Dutch.

Aggiornamento 13 Novembre – Dutchsinse

In Europa abbiamo visto nelle ultime 24 ore una lunga serie di scosse sulla M3 nella zona di Istanbul, anche in Grecia sono continuate le scosse alle Isole Ionie. Scosse sulla M3 media si sono verificate nella zona delle Baleari e sui Pirenei.

In Italia abbiamo avuto dei movimenti sulla M2 media specialmente alla fine della frattura di confine delle placche, la zona “sotto pressione“. Anche in Sicilia nella zona delle Eolie si sono verificate delle scosse di M2.2.

Questi ultimi movimenti avvenuti sono probabilmente dovuti all’oda di forza sismica che ha lasciato Afghanistan e Iran qualche giorno fa e anche dal Golfo di Aden.

Scosse Europa 12-13 Novembre

Scosse Europa 12-13 Novembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Nota DNI: Il fatto in Europa è comunque accaduto poco fa con una scossa di M4.8 avvenuta al confine tra Albania e Montenegro alle 14:47.

Difficile dire se questa scossa eviterà quella prevista in Italia, vedremo il nuovo report di Dutch. Forse con questo rilascio in Albania la magnitudo Italiana potrebbe essere inferiore alla 5 prevista.

L’immagine di seguito mostra comunque le due scosse a ovest dell’Italia e questa nuova di M4.8 in Albania in prossimità di quelle Greche. Seguendo il confine delle placche verso queste due scosse il punto di fulcro, metà strada, cadrebbe sempre nella zona già in avviso dell’Italia nel Nord e più precisamente nella zona dell’Appennino Tosco Emiliano. 

 

Albania Spagna Punto di Fulcro

Albania Spagna Punto di Fulcro

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Novembre – Dutchsinse Previsione 12-19 Nov.

In Europa nella settimana passata non abbiamo visto la scossa che ci aspettavamo in Italia. Abbiamo visto la scossa in Romania, al largo del Portogallo e un M6 alto al Circolo Polare Artico. La forza che continua a giungere in Europa dalla Cina e anche dal Golfo di Aden e tutta questa viene catalizzata in Grecia.

Il primo rilascio di M6.8 in Grecia potrebbe avere aggirato l’Italia per rilasciare la forza sismica verso il Polo Nord e questa è una buona notizia, però esiste ora la seconda onda di forza sismica, leggermente inferiore, che mette in pericolo l’Italia per una scossa di M5 medio alto.

Per ricapitolare, ancora qualche giorno per avere maggior sicurezza che la scossa superiore sia scongiurata ma rimane l’attenzione per un movimento superiore a M5 nel Nord Italia lungo il confine delle placche. Questo è dovuto al fatto che si sono verificate numerose scosse sull’arco Alpino e praticamente tutto l’arco d’Europa che lo circonda e c’è probabilmente una compressione.

Previsione Europa 12-19 Novembre 2018

Previsione Europa 12-19 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 12 Novembre – Dutchsinse

Una scossa di M4.2 si è verificata nel pomeriggio nel Mediterraneo a est di Creta, questa è la pressione in transito dopo la scossa nel Golfo di Aden di qualche giorno fa. Sempre questa trasferimento di pressione ha causato una scossa di M4.7 al confine tra Pakistan e Iran come previsto.

Abbiamo visto ieri le scosse in Europa occidentale, oggi in Italia abbiamo avuto delle scosse sulla M2 alta a completare tutta la linea dalla Polonia a Gibilterra.

In Grecia le scosse continuano e l’area interessata si sta espandendo con scosse che continuano a essere sulla M4. Sono oramai due settimane che apparentemente la pressione viene deviata a ovest e a nord e nulla ha ancora effettivamente raggiunto l’Italia, rimane quindi sempre il pericolo.

Nel Nord Europa al Circolo Polare al largo della Norvegia una scossa di M4.6 e in precedenza un M4.4, nel nord della Scandinavia stanno costruendo 6 antenne HAARP di nuova generazione, tra le altre cose.

Scosse Europa 12 Novembre 2018

Scosse Europa 12 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Novembre – Dutchsinse

Una scossa di M4.6 si è verificata nel Golfo di Aden a 200 km di profondità, questa spinta dovrebbe risalire la frattura della crosta nel Mar Arabico e possibilmente generare una scossa sulla M5 nel sud Iran. Allo stesso modo risalirà il Mar Rosso lungo il confine delle placche per provocare una movimento sulla M5 tra Creta e Cipro.

Nota DNI: Apparentemente questa scossa profonda ha provocato anche un trasferimento verso sud est oggi con un movimento di M4.9 nel Mar Arabico meridionale.

La diffusione della pressione in Europa è avvenuta sulla M3, la scossa più potente è avvenuta in Polonia e scosse leggermente inferiori sono avvenute in Francia, in Spagna fino a Gibilterra. Anche la zona dell’Islanda, dopo la scossa di M6.8, ha visto l’arrivo della pressione dal centro Europa con una scossa di M3.0.

In Italia rimane ancora l’avviso per la possibilità di una scossa sulla M5 fino a questa sera, poi verrà cancellato, come conseguenza della scossa di M6.8 di circa 2 settimane fa ma è probabile che questa pressione si sia oramai dissipata in Europa senza causare grossi movimenti in Italia.

Rimane comunque la spinta della nuova ondata di forza simica da est che sta provocando movimenti in Turchia e lo sciame in Grecia. Questo continuo movimento in Grecia è da tenere sotto osservazione in quanto il sopraggiungere continuo della forza sismica provoca un’accumulo e la posizione dell’Italia è sempre a valle di questa diga anche se questa volta la magnitudo è abbastanza meno preoccupante.

Nota DNI: Parafrasando, in Grecia si sta creando una specie di serbatoio, speriamo sempre che non trabocchi tutto insieme ma che piuttosto spilli lentamente e in modo “sparso”. Il rimbocco di pressione in Grecia è anche alimentato da una nuova scossa profonda nel nord dell’Afghanistan di M4.4 a 199 km avvenuta questa mattina.

Scosse Eurasia 10-11 Novembre

Scosse Eurasia 10-11 Novembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 10 Novembre – DNI

L’immagine sotto mostra le scosse delle ultime 12 ore su questa parte del Pianeta. Si nota una scossa profonda nel Pacifico Occidentale di M5.0 a 561 km di profondità e una inferiore a 200 km in Indonesia.

In Europa si assiste alla continuazione dei movimenti in Grecia mentre una spinta sulla M4 sta sopraggiungendo dopo le scosse a est dei giorni scorsi.

In mattinata abbiamo avuto una serie di movimenti, tutti più o meno nel giro di 1 ora, sulla M3 in Italia e in Polonia, la forza sismica dopo le scosse di ieri di M4 in Grecia questa volta sembra avere superato il blocco.

 

Scosse 10 Novembre 2018

Scosse 10 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 10 Novembre – Dutchsinse

Nella Turchia Centrale dove ci aspettavamo una scossa di M5 si sono verificate una serie enorme di scosse, che sono riportate nel feed Turco. La somma di tutta questa forza eguaglia praticamente una scossa di M5 che era prevista in quanto punto di fulcro delle scosse di inizio settimana.

In Grecia continua senza sosta lo sciame che è tornato sulla M4 media e sta aumentando rianimandosi nella frequenza delle scosse. A causa di questi movimenti incessanti le zone a valle rimangono in allarme, Romania, Italia e zona di Gibilterra. Questa nuova situazione deriva dal fatto che possiamo oramai dire che la forza delle scosse di fine Ottobre ha aggirato l’Italia causando scosse in Romania, Polonia e verso il Polo, questo nelle ultime circa due settimane.

È possibile che ora, nuovamente, le zone in allarme possano subire delle scosse che potrebbero raggiungere la M5. In Italia la zona sotto osservazione è la parte centrale, come spesso accade la zona di Norcia potrebbe subire questo rilascio a causa della nuova frattura formatasi recentemente e quindi un punto di minore resistenza per il passaggio della forza sismica.

 

Scosse Europa Sud Orientale 9-10 Novembre 2018

Scosse Europa Sud Orientale 9-10 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 9 Novembre – Dutchsinse

Una rarissima scossa di M6.8 al largo delle coste della Groenlandia tra Islanda e Svalbard. Questa scossa si è verificata una 13 giorni dopo una scossa simile in Grecia. Se si guardano le scosse di M6 e superiore sul Pianeta si vede che è avvenuta una distribuzione di scosse di questa magnitudo.

In Europa una serie di scosse si sono verificate ancora in Grecia sulla M4, in Romania di M3.7 e in Polonia di M4.0. Potrebbe sembrare che la forza sismica abbia girato intorno per essere infine rilasciata nel Nord Atlantico.

La pressione accumulatasi in Grecia e quella che continua ad arrivare e continua a essere bloccata o deviata è ancora in parte lì, potrebbe forse non causare più una scossa superiore alla M5 ma occorre aspettare ancora un po’ per vedere gli sviluppi.

Nota DNI: Nel pomeriggio si sono verificate due scosse nelle zone che sono tutt’ora sotto osservazione, il sud Italia e la Croazia Bosnia, in quest’ultima zona la scossa è stata riportata di M3.0 mentre in Italia è iniziato il giochetto del ribasso di una scossa che è di M4.0. Abbiamo allegato l’immagine delle stazioni che la hanno rilevata fate i vostri calcoli. Chiaramente se si deve fare una previsione la forza rilasciata dalla scossa è importante quindi non è ben chiaro il motivo di questa manipolazione di dati.

Scosse Europa 8-9 Novembre 2018

Scosse Europa 8-9 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Scossa 9 Novembre 2018 Italia

Scossa 9 Novembre 2018 Italia

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 8 Novembre – Dutchsinse

In Europa nelle ultime 24 ore si sono verificati una serie di M2 sparsi per tutto il continente. Due scosse di M3.1 si sono verificate due scosse di M3.1 una a Gibilterra e una in Romania, nel punto equidistante tra le due scosse, in Italia centro sud, si è verificata una scossa che è un M4.0 inizialmente ridotto a M3.7 e poi M3.3 e poi M3.0.

In Italia siamo ancora in osservazione per una scossa di M5 anche se sono passati circa 10 giorni dalla scossa in Grecia. L’osservazione terminerà definitivamente domenica 11 Novembre, se per allora non si sarà verificata questa scossa cancelleremo questo avviso.

Scosse Europa 8 Novembre 2018

Scosse Europa 8 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 7 Novembre – DNI

L’immagine sotto mostra le scosse in Europa nelle ultime 24 ore, la Grecia sud occidentale continua a muoversi massicciamente ma le scosse sono ora di magnitudo inferiore, molte sulla M2.

La pressione è transitata sulle coste Algerine del Mediterraneo verso le Azzorre rilasciando movimenti sulla M3 lungo questa frattura. Nell’Atlantico dove, parecchio a sud dell’Islanda, oggi si è verificato un movimento di M4.7.

Dei movimenti sulla M3 sono continuati anche oggi in Romania e in Italia. Le scosse nella penisola hanno raggiunto anche la M3 nella zona di Campobasso, dall’immagine si vede come i movimenti tendano a riempire i punti di fulcro delle due scosse precedenti.

Molti movimenti anche in Turchia dove sta arrivando l’onda di pressione sismica dopo le scosse in Cina e Hindukush dei giorni scorsi, oggi una scossa di M4.0 e uno sciame si sono verificati sulle coste Turche dell’Egeo. E’ possibile che questa spinta andrà ad alimentare ancora i movimenti in Grecia.

Scosse Europa 7 Novembre 2018

Scosse Europa 7 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 6 Novembre – DNI 23:11

L’immagine sotto mostra le scosse avvenute in Europa e più a est nella giornata di oggi, sono continuate incessanti le scosse nelle Isole Ionie, le più forti di oggi sono state sulla M4.

Più e est in Georgia si è verificato un movimento di M5 questa mattina presto e nel pomeriggio si sono verificate delle scosse sulla M3 nel punto intermedio che comincia a subire l’arrivo della pressione.

In Italia ci sono stati dei movimenti lungo tutta la penisola ma l’Italia centrale nella zona a sud di Rieti nel Lazio ha visto una scossa di M3.4 oltre ad altre scosse sulla M2.

Una scossa di M3.1 di è verificata in Romania a comprova del fatto che la pressione dalla Grecia viene ancora deviata dal suo percorso verso l’Italia anche se forse con questi movimenti in Italia centrale qualcosa comincia gradualmente a forzare il “blocco”.

Scosse Europa 6 Novembre 2018

Scosse Europa 6 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 6 Novembre – Dutch – Previsione Settimanale 5-11 Nov

In Europa la settimana scorsa l’unico luogo che non ha visto i movimenti previsti è stata l’Italia. In Italia rimarrà lo stato di osservazione fino a che lo sciame in Grecia non sarà finito. La previsione è per una possibile scossa superiore alla M5 nella zona del”Italia Centrale da Norcia a Campobasso. In Italia lo stato di osservazione continuerà fino alla fine di questa settimana, se per la fine della settimana la zona che va dall’Italia centrale alla Bosnia non avrà ancora visto la scossa di circa M5.5 allora la previsione sarà elevata a M6.0.

Questo movimento in Grecia sta ancora agendo come una diga per la pressione sismica verso l’Italia deviandola tutto intorno. Una serie di scosse di M2.8 si sono verificate un po’ in tutta Europa.

Nella zona di Cirpo fino alla Turchia Centrale verso metà settimana è possibile che si verifichi una scossa di M5.0.

Anche la zona di Algeria Marocco vedranno probabilmente una scossa sulla M5. La zona dal Polo Nord all’Islanda così come la Manica questa settimana non hanno visto movimenti in quanto l’Italia non si è mossa. Ancora una volta tutto è ancora intrappolato in Grecia, purtroppo molto similmente a quello che è successo 2 anni fa circa.

Previsione 5-11 Novembre Europa

Previsione 5-11 Novembre Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Novembre – DNI 23:23

L’immagine pubblicata sotto mostra le scosse avvenute in Cina e Mongolia oggi 4 Novembre. Questi movimenti decisamente significativi sono ricavati dalla stessa pagina EMSC ma che per qualche motivo non vengono messi nel feed. Sembra strano non riportare una serie di scosse come queste. In ogni caso questa pressione sulla M4 sta trasferendosi verso l’Hindukush e l’Iran nei prossimi giorni.

In Giappone, dopo la scossa profonda di M5.9 a più di 400 km di profondità del 2 Novembre si è verificata in serata una scossa superficiale di M5.9 nella parte nord dell’isola di Hokkaido, questa zona è il punto di fulcro tra la scossa profonda del 2/11 e una di M4.7 avvenuta oggi qualche ora prima. 

Scosse Nascoste Cina Mongolia 4 Novembre

Scosse “Nascoste” Cina Mongolia 4 Novembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Novembre – DNI

La pressione sismica continua ad arrivare da est e continuano i movimenti in Grecia e Turchia. In Grecia nella zona delle isole Ionie continuano a verificarsi scosse significative, la maggiore un M4.9 avvenuta verso le 4 di stamane.

Le scosse sulla M2 medio bassa invece sono continuate nell’Europa orientale, in Serbia, in Croazia e in Romania. In Italia nessun movimento da ieri sera.

La scossa di M6.8 in Grecia è avvenuta il 26 Ottobre, oggi siamo al 10° giorno, generalmente dopo 10 giorni da una scossa profonda cessa l’allarme ma rimane l’osservazione per altri 3 o 4 giorni. In questo caso, visto che la scossa in Grecia è stata una delle più forti registrate negli ultimi decenni e non ci sono molti dati storici, a parte quello di circa 2 anni fa che ha disastrato l’Abruzzo che ha una certa similitudine, sicuramente vista la perdurante attività probabilmente non è nemmeno finto l’allarme… sentiremo domani la previsione di Dutch se non ci saranno stati nel frattempo movimenti.

Da segnalare una scossa profonda avvenuta nelle Filippine del Sud di M6.0 a 598 km di profondità. Questa scossa è in grado di generare, come da calcolatore sopra, una scossa superficiale fino a M7.2. In questa zone sono in allarme Taiwan, le Filippine e Guam a nord, Indonesia a sud.

Scosse Europa 4 Novembre 2018

Scosse Europa 4 Novembre 2018
La linea bianca è il confine delle placche tettoniche.

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Novembre – DNI 21:12

L’immagine sotto mostra le scosse di oggi pomeriggio, ad iniziare da un M4.4 in Cina più probabilmente qualche altra scossa sulla M4 che continuano a omettere. Nello Ionio Greco continuano i movimenti con 2 scosse di M3.7 mentre in Europa si nota un’espansione della pressione sulla M2.8 con scosse gemelle in Italia centrale, in Albania e in Romania, le tre classiche direttive della pressione sismica.

La progressione delle scosse è stata prima il M3.7 alle 13 in Grecia, poi il M2.8 in Romania alle 17:30 e poi il punto intermedio, un nuovo M2.8 in Albania e Italia alle 21:45 e alle 21:10.

Si notano due scosse di M3.3 e di M3.8 in Israele, questa pressione si sta trasferendo lungo il confine delle lacche che scorre nel Mar Rosso dopo aver provocato circa 3 giorni fa una scossa sulla M5 nell’Oceano Indiano. E’ probabile che questa pressione convoglierà nella zona del sud della Grecia.

Scosse Europa 3 Novembre 2018

Scosse Europa 3 Novembre 2018 – Pomeriggio/Sera

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Novembre – Dutchsinse

In Grecia continuano i movimenti che sembravano scemare, nelle ultime 12 ore si sonoverificate numerose scosse sulla M4 media. La zona continua a ricevere la forza sismica da est che sino ad ora ha girato intorno l’Italia.

Il confine delle placche Italiano è sotto pressione, dopo le scosse di ieri oggi sono stati “riempiti” i punti intermedi (come da immagine sotto), con movimenti sulla M2 bassa.

Visto che il movimento in Grecia sta continuando occorre tenere sotto osservazione la zona dell’Adriatico centrale dove è ancora possibile una scossa sulla M5, o anche scosse simili sia in Croazia/Bosnia e Italia Centrale.

Scosse Europa 3 Novembre 2018

Scosse Europa 3 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Novembre – DNI 01:01

Sono iniziati alcuni movimenti nelle zone previste in Italia e in Croazia, sembra che il blocco in Grecia sia terminato. Sono state scosse sulla M2 bassa e sono tutte avvenute questo pomeriggio.

In Italia le scosse sono avvenute nella zona di Norcia di M2.0, sul Gargano di M2.9 questa sera e tra Sicilia e Calabria di M2.2. Questo mostra come tutto il confine della placca Italiano sia sotto pressione.

Le scosse potrebbero distribuirsi sul confine delle placche continuando con vari sciami di magnitudo bassa e scongiurare una scossa più forte.

Scosse Italia Croazia 2 Novembre 2018

Scosse Italia Croazia 2 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 2 Novembre – Dutchsinse

In Europa continuano le scosse nello Ionio Greco, la forza dopo i movimenti nello Ionio viene deviata a est e a ovest mentre al centro, verso l’Italia, negli ultimi giorni si è avuta una serie di scosse sulla M2 nella zona di Norcia.

Il pericolo per una possibile scossa superiore a M5 rimane per la fascia Centro Adriatico, Italia Centrale e Bosnia Croazia. Lo stato di osservazione rimarrà per altri 2 o 3 giorni.

Nota DNI: Per chi non lo avesse chiaro la previsione di Dutch ha un raggio di circa 300 km o un’area di diametro di 600 km, in questo caso è virtualmente centrata sul Centro Adriatico.

Le scosse nelle Isole Ionie sono continuate anche oggi con la più forte un M4.7 avvenuta verso le 3 questa mattina. Continuano i movimenti anche a monte dello Ionio, in Turchia, che vede il transito della forza sismica da est. In questa zona arriverà anche l’ultima onda dopo la scossa profonda in Afghanistan e il movimento sopra la M4 di ieri in Iran.

Una scossa di M5.3 si è appena verificata nell’Atlantico a sud ovest dell’Islanda, come se una mano provvidenziale avesse spostato la scossa via dall’Isola 🙂

Scosse Europa 1-2 Novembre 2018

Scosse Europa 1-2 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 1 Novembre – DNI 17:47 UTC

Una scossa di M4.0 è avvenuta nel nord dell’Afghanistan a 216 km di profondità quindi la spinta per una scossa superficiale verso ovest è di +0.4. Dopo circa 3 ore da questa scossa in Iran si sono verificate 2 scosse di M4.5 e M3.6. Anche se non molto forte la spinta in questa fase in cui nel Pacifico si stanno verificando numerosissime scosse profonde è continua.

Nelle Isole Ionie in Grecia i movimenti stanno continuando con varie scosse nel pomeriggio di oggi sulla M3 medio alta. L’Europa sembra in attesa, non è un bel segnale non vedere movimenti in zone che si muovono sempre ma speriamo che si verifichino dei consistenti sciami in caso ci debbano essere i possibili movimenti.

Come dice sempre Dutch, e questo forse è il momento di ricordarlo, se si è in zone a rischio come in Italia, è bene avere pronto uno piccolo zainetto di emergenza con le cose fondamentali.

Scosse Italia 1 Novembre 2018

Scosse Italia 1 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 1 Novembre – Dutchsinse

In Cina si sono verificate varie scosse prossime alla M5, di cui alcune non riportate nel feed, questa è la forza della spinta che transita verso ovest. In Iran si è verificata una singola scossa di M3.7 mentre più o ovest il grosso dei movimenti continua a essere nelle Isole Ionie in Grecia. Ieri si sono avute anche delle scosse vicino e sulla M4 al confine tra Grecia e Albania.

Dei movimenti sono avvenuti anche in Italia, una scossa di M3.1 nella zona di Spoleto in Umbria e un M3.2 tra le Eolie e la costa del Tirreno Siciliana. Le scosse continuano a susseguirsi incessanti anche a est delle Isole Greche con magnitudo tra 2 e 3.

Nota DNI: Nel Nord Atlantico una scossa di M5.1 si è verificata a metà strada tra le Azzorre e il Portogallo, come spesso succede quando ci sono dei movimenti significativi in Europa i punti di rilascio finali di Islanda e Azzorre vedono dei movimenti di magnitudo uguale alla somma delle scosse dell’Europa Centrale. E’ probabile che vedremo a breve anche scosse simili nella zona dell’Islanda.

Scosse Europa 31 Ottobre 1 Novembre 2018

Scosse Europa 31 Ottobre 1 Novembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 31 Ottobre – Dutchsinse

In Europa continua lo sciame nella zona delle isole Ionie, dove è avvenuto il M6.8 con una serie di scosse sulla M3 e M4. (Nota DNI: Nel pomeriggio di oggi le scosse sono diminuite in magnitudo con una serie di M2). In questa zona si potrebbe scoprire che l’isola si sia mossi di diversi centimetri verso ovest.

Questo movimento potrebbe essere quello che blocca il flusso verso l’Italia e l’Adriatico rilasciando nella zona la pressione. Quando questo movimento in Grecia finirà potremo vedere dei movimenti in Italia e Adriatico sulla M5 anche alta, oltre al Nord Africa.

Nota DNI: Generalmente la tempistica è dalla scossa di M6.8 del 26 Ottobre per 7-10 giorni, quindi allarme fino al 2 Novembre e poi osservazione per altri 3 giorni; siamo a metà del periodo, non è detto che succeda ma è bene essere preparati.

In Sicilia nel pomeriggio si sono verificate delle scosse sulla M2 medio alta mentre in Algeria, lungo il confine della placca che scorre nel Mediterraneo del sud, si è verificata una scossa di M3.2.

Scosse Mediterraneo 31 Ottobre 2018

Scossa M5.7 Grecia 30 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 30 Ottobre – DNI  17:47 UTC

Quelle che vedete nell’immagine sono le scosse di oggi avvenute in Grecia con la maggiore di M5.7 nel pomeriggio.

L’Italia nel pomeriggio ha visto dei movimenti di M2 bassa in Sicilia e al Centro, una scossa identica si è anche verificata a nord della Svizzera a testimonianza della pressione sul margine delle placche Italiano.

Scossa M5.7 Grecia 30 Ottobre 2018

Scossa M5.7 Grecia 30 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 30 Ottobre – Dutchsinse

La scossa prevista nell’Hindukush si è verificata ieri pomeriggio di magnitudo M5.1. In Tajikistan, in mattinata si è avuto inoltre un movimento di M4.9.

In Europa una scossa di M3.5 si è verificata in Polonia come da previsione. In Grecia nella zona delle Isole Ionie continuano le scosse con un nuovo movimento di M5.6 (Nota DNI: dopo questo report si è verificato un M5.0 oltre a un forte sciame di M3-4).

Questa pressione non si è trasferita verso l’Italia se non con un movimento sulla M3 in Sicilia così come in altre zone verso est Europa. La situazione dopo la forte scossa di qualche giorno è che si sono verificati due M5 medi, uno in Romania e uno nuovamente in Grecia, è probabile che ora si possano verificare due tipologie, o due scosse sulla M5 in Italia e in Croazia/Bosnia oppure una scossa nel centro del Mar Adriatico di M5 medio alta e forse questa è l’opzione che ha probabilmente maggior possibilità.

Per ora sembra che la forza sia bloccata in Grecia come è già successo due anni fa in cui la tempistica è stata di circa 10 giorni prima che la pressione si trasferisse in Italia. Ipoteticamente più giorni passano prima del rilascio più potrebbe aumentare la magnitudo.

Va fatto notare che dall’altra parte del globo, in Nuova Zelanda, questa mattina si è verificata nell’Isola Nord una scossa di M6.1 a circa 200 km di profondità.

Scosse Europa 29-30 Ottobre 2018

Scosse Europa 29-30 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 29 Ottobre – Dutchsinse Previsione Settimanale

In Europa siamo in attesa per gli effetti della diffusione della pressione dopo la scossa in Grecia. L’allarme è per l’Italia dove ci sono ancora 4 giorni prima che l’allarme per una possibile scossa superiore alla M5 nella zona sud Abruzzo e Molise cessi. Stessa cosa per Bosnia Croazia. In Italia abbiamo visto dei movimenti solo in Umbria, sarebbe stato meglio vedere dei movimenti diffusi lunto tutta la penisola, a significare che la pressione viene rilasciata in numerosi punti piuttosto che in alcuni solamente.

La Polonia potrebbe subire una scossa sulla M4 nei prossimi giorni, in seguito questa pressione si potrebbe trasferire nella zona del Canale della Manica con un scossa simile. La forza sismica raggiungerà quindi probabilmente l’Islanda verso la fine della settimana per generare una scossa sopra la M5 tra l’isola e le Svalbard.

Anche le Azzorre avranno dei movimenti sulla M5 nella seconda parte della settimana.

Previsione 29 Ottobre 4 Novembre Europa

Previsione 29 Ottobre 4 Novembre Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 29 Ottobre – Dutchsinse

Una scossa di M6.1 si è verificata poco al largo delle coste di El Salvador in Centro America e sempre rilevante oggi un’altro M6.3 nella punta sud del Sud America.

In Cina si è verificata una scossa di M5.5 che non viene riportato nei vari feed ma che ci interessa per conoscere la spinta verso l’Europa.

In Iran si è verificata una scossa di M4.4 nella parte occidentale. In Europa una serie di scosse sulla M4 ha continuato a verificarsi in Grecia nella zona dell’M6.8 di due giorni fa espandendosi fino a Rodi dove si è verificata una scossa di M4.2.

L’Italia centrale ha visto dei movimenti sulla M2 alta culminati questa mattina con una scossa di M3.1 in Umbria. Il punto intermedio tra le scosse in Grecia, in Italia del sud, è quello che probabilmente ora è sotto pressione, così come la zona della Bosnia Croazia.

Scosse Europa 28-29 Ottobre 2018

Scosse Eurasia 28-29 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 28 Ottobre – Dutchsinse

In Europa si è verificata una scossa di M5.5 nella Romania Centrale, originariamente riportato a M6.0. Questa è la forza che avevamo previsto in trasferimento dalla scossa di M6.8 in Grecia.

Dopo le scosse di ieri sulla M3 media nel Nord Africa e a Gibilterra in Europa si sono verificate scosse simili in Francia nella zona della Normandia, in Polonia al confine con la Germania e sui Pirenei.

Previsione Scosse Europa 28 Ottobre 2018Ci aspettiamo quindi altre scosse di M5 in particolare in Italia, nella punto di fulcro che si trova in Molise nella zona di Campobasso, questa zona si trova a metà strada lungo il confine delle placche tra i due gruppi di scosse che si sono verificate in Italia nelle ultime ore. La seconda zona possibile è in prossimità delle Alpi Marittime fulcro tra le scosse in Normandia e quelle del centro Italia. La magnitudo sarà probabilmente superiore mentre quella al nord nettamente inferiore.

Anche in Bosnia – Croazia è possibile che si verifichi lungo la costa Adriatica una scossa sulla M5. La tempistica per questo movimenti è una circa 7-10 giorni dalla scossa in Grecia quindi fino alla fine della settimana entrante, se non si verificheranno durante questo periodo è probabile che non si verificheranno affatto.

Nota DNI: Una scossa di M4.8 si è verificata a ovest di Creta pochi minuti fa mentre nella zona delle Isole Ionie continuano incessanti le scosse prossime alla M5. E’ possibile anche che tra Belgio e Olanda si verifichi una scossa sulla M3.

Scosse Europa 27-28 Ottobre 2018

Scosse Europa 27-28 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 27 Ottobre – Dutchsinse

In Europa dopo la scossa di M6.8 stiamo assistendo all’espansione della forza sismica in tutte le direzioni, scosse sulla M3 si sono verificate sulle coste Nordafricane e al largo di Gibilterra. Anche in Romania si sono verificati dei movimenti di M2.9.

In Italia ci sono stati ieri dei movimenti sulla M2 a est e a ovest delle Alpi ma apparentemente la forza è bloccata in Grecia alla fine del confine delle placche tettoniche. Abbiamo già visto questa situazione circa due anni fa quando una moltitudine di scosse si sono verificate nella zona di Ioannina in Grecia, sfiorando la M6, e in Italia non si è avuto nessun movimento, dopo circa dieci giorni si sono verificati dei significativi movimenti in Italia quando lo sciame in Grecia è finito.

E’ ora possibile che la pressione venga rilasciata sotto forma di una serie di sciami ma è anche possibile che si verifichi una scossa nell’Adriatico di M5 medio alto. I punti dove potremmo avere dei movimenti sono, oltre al Centro Adriatico (sia Italia che verso la Croazia/Bosnia), l’Albania e la Bulgaria, tutti punti intermedi tra le ultime scosse. La tempistica è fino a 6 giorni da oggi.

Nota DNI: In Italia abbiamo visto oggi 4 movimenti di M2 nell’Italia Centrale e dei movimenti di cui il maggiore di M3.1 in Basilicata e altri di M2 in Sicilia. Questi movimenti Italiani confermano che tutto il confine della placca Italiano è sotto pressione. In Grecia nella zona dell’Isola di Zante stanno continuando le scosse, la più forte di oggi di M4.7.

Scosse Europa 27 Ottobre 2018

Scosse Europa 27 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 26 Ottobre – DNI – 23:59

Dopo la potente scossa poco dopo la mezzanotte passata di M6.8 nella stessa zona si sono verificate un numero impressionante di altre scosse che prendono un tutta la scala Richter. Il rilascio di pressione sta avvenendo tutto nella zona, per ora, con dei movimenti di M3 in Sicilia e verso la Tunisia.

Abbiamo visto il blocco in Grecia altre volte, dove le scosse si sono susseguite per giorni e niente andava oltre, poi però alla fine il blocco è stato come “rimosso” e l’onda sismica ha continuato.

Scosse Grecia 26 Ottobre 2018

Scosse Grecia 26 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 26 Ottobre – DNI – 11:44

Una scossa di M3.3 si è verificata poco fa in Sicilia, probabilmente la spinta dopo la scossa di ieri notte, sta cominciando ad arrivare in Italia.

Isola di Zante - Isole Ionie

Isola di Zante – Isole Ionie

Zante

Zante

Zante

Zante

UniPrice Elettrodomestici

Aggiornamento 26 Ottobre – Dutchsinse

M7 in GreciaIn Europa si è verificata una scossa di M6.8 al largo delle coste Greche sullo Ionio esattamente sul confine delle placche. In Grecia c’era un allarme per una scossa di M5 alto nell’Egeo, questa scossa si è verificata nello Ionio.

Come sempre succede in Europa la forza sismica che ha generato questo movimento si dividerà in 3 direzioni, una verso l’est Europeo quindi verso Romania e poi Polonia e Olanda, il secondo flusso verso la ex Yugoslavia e il terzo verso l’Italia. Tutte queste zone verranno colpite da movimenti significativi.

La buona notizia è che siccome si dividerà in 3 direzioni e la scossa è apparentemente molto superficiale, a 14 km di profondità, è possibile che la magnitudo delle scosse nelle 3 zone si riduca di una intera unità quindi sulla M5 medio alta.

In Italia ci si aspetta che questa forza, a causa del fatto che la linea di frattura della placca finisce nella Pianura Padana occidentale, venga in un certo senso bloccata; nei prossimi giorni nella zona alla fine del confine, quindi in Piemonte, e anche al centro, dovremo aspettare fino al 31 Ottobre 1 Novembre per vedere le conseguenze.

Se delle scosse superiore alla M5 non si verificassero potrebbero essere sostituite da decine di scosse minori, di circa M4, anche se è abbastanza improbabile.

Tutta questa pressione è probabile che si espanda anche nel Nord Africa, Gibilterra e Azzorre.

Questa scossa deriva dalla pressione proveniente da est, maggiormente da una serie di scosse in Cina, molte di queste non riportate da EMSC e da USGS per dei motivi che sfuggono alla comprensione di coloro che non sono incanalati nel controllo mentale quakkademico. Se vogliamo ancora risalire prima di questi movimenti si è verificata una forte scossa profonda a nord del Giappone il 13 Ottobre. Quindi abbiamo visto che sono stati necessari 13 giorni alla pressione per raggiungere l’Atlantico.

Scossa M6.8 Grecia 25 Ottobre 2018

Scossa M6.8 Grecia 25 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 24 Ottobre – Dutchsinse

Questa mattina si è verificata una scossa di M4.4 sulle coste Turche a est di Rodi nel Mediterraneo, la spinta per questo movimento proviene da una scossa di M4.7 che si è verificata nel Golfo di Aden varie ore prima trasferendo la forza lungo il confine della placca.

In Grecia e nel sud Italia si sono verificate numerose scosse sulla M2 alta mentre nel centro e nord Italia una serie di scosse sulla M2 bassa.

Nell’Egeo è possibile che si verifichi una scossa sulla M5 nei prossimi giorni dall’arrivo della spinta più intensa da est.

Sono anche continuati i movimenti in Francia e in Islanda.

Scosse Europa 23-24 Ottobre

Scosse Europa 23-24 Ottobre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 23 Ottobre – DNI

Nell’immagine di oggi è rappresentata questa parte di pianeta e i movimenti registrati fino a questa mattina. Si notano due scosse (1) avvenute ieri pomeriggio a cui praticamente è seguita una scossa al margine della profondità minima (3) nell’Hindukush.

Questa mattina il punto di flucro in Iran (5) ha visto il suo movimento, inferiore a quelle prevedibile sulla M4 media. L’Iran da molte settimane sta schivando la pressione, sembrerebbe un “riduttore di pressione” per l’Europa.

Sempre questa mattina la pressione ha continuato anche verso ovest con una scossa nella Turchia Centrale che dopo giorni si silenzio ora sta registrando parecchi movimenti anche sulla M3 (5), come oggi.

E’ probabile che l’Egeo veda ora dei movimenti sulla M3 mentre in Italia vediamo una zona nella parte centrale dove non sono avvenute scosse M3 o superiori. Non ci resta che vedere come e quando i punti intermedi a seguIre saranno colpiti, Egeo, Italia e Penisola Balcanica dovrebbero vedere dei movimenti vicini alla M3 nei prossimi 2 o 3 giorni.

Dopo le scosse in Romania la scorsa onda ha raggiunto infine l’Islanda con due scosse vicine alla M4.

Scosse Europa Mid 22-23 Ottobre

Scosse Europa Mid 22-23 Ottobre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 22 Ottobre – Dutchsinse

Una serie di scosse superiori alla M6, con la più forte di M6.8, si sono verificate in mattinata sulla costa del Pacifico del Canada, al largo di Vancouver Island in una zona dove è presente una significativa frattura nella placca. Questa serie di scosse scaturiscono dalla spinta della scossa profonda superiore alla M6 avvenuta più di una settimana fa o ovest della Kamchatka.

Le conseguenza di questo movimento saranno il trasferimento della pressione verso sud con una possibile scossa si M5 medio nel nord della California e una di M4 alto nel sud, in seguito è probabile che vedremo attività attorno alla M4 nel Midwest e poi sulla M3 verso la costa Est.

Nota DNI: I movimenti in queste prime due zone della California si stanno verificando, per ora sulla M2 media.

Nord America 22 Ottobre 2018

Nord America 22 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 21 Ottobre – DNI

Ancora movimenti a est con una serie di scosse che superiori alla M4 finalmente riportate in Cina, nella zona nord Afghanistan al confine con il Pakistan si sono verificate 2 scosse, una profonda a 245 km di M4.1 e una superficiale poco dopo si M4.6.

Questi movimenti indicano che presto questa forza sismica arriverà a ovest, in Iran non si sono registrati movimenti nelle ultime 24 ore e qui è dove è probabile che si verifichi un movimento prossimo alla M5.

In Europa continua il transito con varie scosse sulla M2 alta fino alla m3 in Romania e in Albania. In Italia movimenti sulla M2 al sud dove è possibile che ci sia un aumento della magnitudo di questi movimenti.

Il nord Europa è rimasto fermo questi ultimi giorni anche se è probabile che delle scosse prossime alla m3 si verifichino tra Polonia e Olanda.

Abbiamo visto come nei gironi scorsi la pressione abbia raggiunto le Azzorre con una scossa sopra la M5 che poi è stata come al solito portata nel club dei 4.9, forse per motivi statistici. In Marocco e al largo di Gibilterra si sono verificate altre scosse sulla M3 derivanti dalle scosse nel Mediterraneo dei gironi scorsi.

Europa 20-21 Ottobre 2018

Europa 20-21 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 19 Ottobre – DNI

Come da citata la scossa nel punto intermedio dell’Hindukush si è verificata, la profondità è solo 139 km magnitudo M5.2. Ora il fulcro è probabilmente nel nordest dell’Iran e qui è possibile una scossa superiore alla M5. L’immagine mostra le scosse superiori alla M3 in Europa con la pressione che si è diretta verso la Romania con una scossa di M3.5, ora è probabile che un movimento di M3 colpisca il nord Europa.

L’Italia non ha subito scosse di M3 negli ultimi giorni a parte quella profonda, la spinta di questa potrebbe seguire il confine delle placche in Adriatico e quindi causare un movimento sopra la M3 nell’Italia centrale ma anche dirigersi verso l’Algeria nella parte centrale, fulcro, con una scossa prossima alla M4 (vista la scossa di M4.2 a Gibilterra).

Europa 17-19 Ottobre 2018

Scosse > M3 in Europa 17-19 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 18 Ottobre – DNI

Dall’immagine allegata sotto si può notare come le scosse sulla M4 che si sono verificate in Iran e in Turchia centrale siano esattamente nel punto di fulcro tra le scosse precedenti (rosso scuro), causate tutte dal trasferimento della forza sismica da est. Come abbiamo detto nei giorni precedenti, infine la scossa sulla M4 in Turchia Centrale si è verificata, qualche giorno dopo di quando avevamo stimato.

Verso ovest la parte sullo Ionio della Grecia ha visto molti movimenti che sono culminati con una scossa di M4.6 avvenuta ieri, vista la posizione verso l’Italia e la situazione di movimenti profondi planetaria, nel Golfo di Capitello a Sapri si è verificata una scossa profonda a 298 km di M3.1, come da calcolatore sopra questa spinge per una scossa superficiale fino a M3.7 ed è probabile che si verifichi nel sud Italia, lungo il confine delle placche.

E’ probabile che dopo la scossa di M4.6 in Grecia si saranno anche dei movimenti sulla M3 in Bosnia – Croazia e più a est in Bulgaria – Romania.

Verso l’Atlantico, dopo la Spagna ora è toccato alla zona a nord di Gibilterra subire il transito con una scossa di M4.2 mentre anche in Francia continua il flusso con scosse sulla M2 alta – M3, ci aspettiamo ora che i movimenti accadano nella zona dell’Islanda, anche questi fino alla M4 alta.

Europa 16-18 Ottobre 2018

Scosse > M3 in Europa 16-18 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 17 Ottobre – DNI

In Iran si è visto un primo movimento sulla M4.5 ancora una volta al sud, come si vede dall’immagine il punto di fulcro dopo questa scossa si è creato nell’Hindukush zona di scosse profonde D, è probabile che qui si verifichi anche una nuova scossa profonda, dato che ci troviamo in una situazione di movimenti profondi a livello planetario.

La Turchia centrale, che era rimasta silenziosa per vari giorni ha infine visto uno sciame sismico, piuttosto che una singola scossa.

Più a ovest, mentre continuano i movimenti sulla M2 su tutta l’Italia, la pressione sta trasferendosi verso nord e verso ovest con altre due scosse sulla M3 sul Canale della Manica e una in Spagna di M4.0.

Europa Mid 16-17 Ottobre 2018

Europa Mid 16-17 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 16 Ottobre – DNI

La situazione in Europa oggi evidenzia, se ancora qualcuno avesse mai dei dubbi, come la pressione si sia infine diretta verso l’Atlantico generando due scosse di circa la magnitudo totale che si è avuta in Europa, una alle Azzorre di M3.4 e una alle Canarie di M3.7 (zona molto vulcanica, scossa avvenuta a 24 km di profondità in prossimità del Vulcano Hierro – 27.70 N 17.96 W). In Italia i movimenti sotto forma di sciame si sono verificati principalmente al sud, una delle possibilità previste.

In Cina, come mostra l’immagine, si è verificata una scossa di M5.4, movimento causato da una scossa molto profonda avvenuto in Giappone qualche giorno fa. Queste scosse in Cina le vediamo perché finalmente vengono inserite nel feed, non perché inizino ora. Questa spinta continuerà verso il punto caldo nell’Hindukush e poi convoglierà nella previsione di Dutch che vedremo nel corso di questa settimana, sembra che la prima spinta per il movimento in Iran stia arrivando.

Europa 15-16 Ottobre 2018

Europa 15-16 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 16 Ottobre – Dutchsinse Previsione Settimanale

Quello che giungerà in Europa dall’Asia questa settimana è ancora una volta sulla M5. In Iran ancora non si è verificata la scossa prevista superiore alla M5 quindi rimane ancora l’avviso per una possibile scossa di M5.7. Oltre a questo movimento nel sud dell’Iran si potrebbe verificare una scossa superiore alla M4 dalla nuova spinta da est.

Continuando verso ovest è possibile che si verifichino delle scosse, come conseguenza dei movimenti Iraniani, in Israele e nella zona di Cipro, ambedue superiori alla M4.

In Grecia il movimento potrebbe raggiungere la M5 nell’Egeo a nord di Creta. L’Italia potrebbe subire dei forti movimenti in conseguenza di questa scossa Greca. La zona di silenzio in Italia è il sud dove è possibile che avremo, nella seconda parte della settimana tra Norcia e Campobasso, un movimento di circa M4.4. Il nord Italia nella Pianura Padana superiore potrebbe inoltre subire una scossa di M4.0.

Anche la Bosnia e la Penisola Balcanica i movimenti potrebbero raggiungere la M4. Dopo questi movimenti vedremo la solita espansione Europea della pressione con delle scosse di circa M3. Questa settimana la spinta raggiungerà l’Islanda con una scossa che potrebbe raggiungere la M5.0

Previsione Scosse 15-21 Ottobre 2018

Previsione Scosse 15-21 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 15 Ottobre – Dutch/DNI

La forza sismica che ha causato i movimenti in Italia gli ultimi giorni si sta trasferendo verso nord e verso ovest. Dopo la compressione sulle Alpi Occidentali la pressione è transitata verso nord con una scossa sulla Manica e ha continuato con eguale magnitudo, M3.1, anche in Spagna lungo un percorso che era facilmente prevedibile. Sarà nella previsione di Dutch probabilmente ma ci aspettiamo una scossa in Islanda a breve sulla M4 mentre nell’Atlantico, quindi la direttiva verso ovest per i punti di rilascio finale, si è già verificata una scossa di M4.4 parecchio a sud delle Azzorre ma sul confine delle placche.

Dopo le scosse in Tajikistan di ieri oggi abbiamo visto l’arrivo ai confini con l’Europa della pressione con scosse di M4.0 verso il Mar Caspio, ieri pomeriggio, e una di M4.4 nel Mar d’Azov in Crimea oggi alle 13 circa. Va notato che alle 11 di questa mattina una scossa di M4.5 si è verificata nell’Egeo del nord e ancora una volta il punto di fucro è stato riempito da una scossa risultante, più a nord di quella che potrebbe essere stata una previsione per la Turchia Centrale ma della corretta magnitudo.

Non faremo una previsione per l’Italia in questo momento, aspetteremo di riportare quella di Dutch, anche se sembra che il punto di fulcro sia al sud Italia e la magnitudo sulla M4, anche sottoforma di sciami.

Europa 14-15 Ottobre 2018

Europa 14-15 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 14 Ottobre 23:32 – DNI

Dopo la scossa di M4.8 in Tajikistan oggi, nel punto di fulcro tra questa e la scossa di M3.1 in Grecia, si sono verificate 2 scosse sulla M4. In quest’area continua il silenzio sismico nel nordest dell’Iran mentre è probabile una scossa sulla M4 nella zona di Cipro Creta e Turchia Centrale.

Dopo i movimenti in Italia la pressione ha continuato verso ovest generando una scossa di M3.1 tra Portogallo del Nord e Spagna, come previsto ad inizio settimana anche se a magnitudo inferiori alla previsione.

Scosse Italia 14 Ottobre 2018

Europa 14 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 14 Ottobre – DNI

Da riportare la scossa di M4.0 avvenuta alle Hawaii a sud est di Big Island.

Una scossa di M4.8 si è verificata in Tajikistan questa mattina, nelle vicinanze del confine Afgano. Questa è la pressione che sta transitando verso l’Europa.

L’immagine allegata mostra come una serie di scosse si siano verificate in rapida successione oggi in Italia, la spinta proviene dalla scossa dei giorni precedenti sulla M4. Dopo la prima scossa di M2.1 nell’Italia Centrale (1) sulla linea di confine della placca la pressione ha continuato a trasferirsi per giungere alla fine, tra Milano e Torino, e generare una scossa di M2.6 (2) a nord di quest’area.

Poche ore dopo, nel punto intermedio, tra la fine del confine della placca, dove la forza incontra una specie di “muro” e la prima scossa della serie si è verificata di M2.7 nel Mare della Liguria (3) e una di M2.4 in Romagna (4).

E’ un caso/coincidenza che corrisponde esattamente a quello che dice Dutch e il modo in cui si può iniziare a prevedere i terremoti?

Scosse Italia 14 Ottobre 2018

Scosse Italia 14 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Ottobre – DNI

L’imagine sotto mostra l’attività di ieri e oggi nel sud Europa e come le scosse avvengano per il trasferimento di pressione manifestandosi nel punto intermedio o di fulcro lungo il confine delle placche.

Il primo (1) movimento è avvenuto in Austria ieri mattina di M3.1, il secondo movimento circa 20 minuti dopo sempre M3.1 in Grecia (2), dopo queste due scosse si è creato un punto di fulcro (linea gialla) nella Puglia del nord (3) che è stato colpito puntualmente questa mattina. La quarta scossa è avvenuta nuovamente in un punto di fulcro (linea rossa), quello tra la scossa in Italia e quella in Grecia e qui il movimento (4) è avvenuto circa 1 ora dopo quello in Italia. Dopo questa ultima scossa al confine tra Grecia e Albania di M3.4 l’ultimo punto di fulcro (linea verde) è nuovamente tra questa e quella (2) in Grecia e ancora una volta puntualmente una scossa di M3.1 si è verificata poco fa. Ora si sarebbe creato un nuovo punto di fulcro nell’Italia Centrale bassa Pianura Padana dove è possibile che si verifichi in giornata una scossa sulla M3 bassa o M2 alta.

Europa 12-13 Ottobre 2018

Europa 12-13 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 12 Ottobre – Dutchsinse

Nota DNI: Dati i due giorni in cui non abbiamo pubblicato report dovremo fare un riassunto.

Il 10 Ottobre una scossa di M7.0 ha colpito la zona est di PNG. A questa scossa ne sono seguite molte altre di magnitudo inferiore. Questo movimento origina dalla forte scossa profonda di parecchi giorni fa nella zona delle Fiji di M6.6, in caso di forti scosse profonde il periodo di osservazione per le scosse seguenti arriva fino a 10 giorni e questo è uno dei casi. In Indonesia si è verificata una scossa di M6.0 sempre il 10 Ottobre, anche questa scossa deriva dalla scossa profonda di M 4.6 a 573 km di profondità avvenuta il 9 Ottobre.

In Asia si sono verificate varie scosse sulla M3 in Cina, in Myanmar una scossa di M4.6 e nell’Hindukush un movimento di M4.5. Continua lo stato di attenzione per il nord est Iran per una scossa superiore alla M5.

In Europa la scossa più forte è una M4.4 verificatosi ieri a sud di Creta, la previsione era per questa scossa il verificarsi nell’Egeo invece si è verificata più a sud. Oggi una scossa gemella di M4.4 si è verificata al largo delle coste ovest del Peloponneso in Grecia. Ambedue questi movimenti si sono verificate sul confine della placca, il trasferimento di pressione.

Europa 10-12 Ottobre 2018

Europa 10-12 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Lo stesso confine percorre la costa orientale Italiana quindi è probabile che nei prossimi gironi vedremo un’aumento dell’attività sismica in Italia e in seguito nel Nord Europa con scosse fino al Canale della Manica.

Nota DNI: Questa mattina si è verificata una scossa di M3.2 in Austria nella zona di Innsbruck, circa 5 ore dopo la scossa nello Ionio Greco.

In Italia una scossa semi profonda da colpito nella zona delle Isole Eolie di M2.7 a 178 km oltre ad altre scosse sulla M2 sempre in Sicilia e una sempre di M2.0 a Pozzuoli e nella zona di Norcia.

Infine una nuova scossa profonda di M.4.5 a 621 km è avvenuta tra le Fiji e Tonga nel Pacifico.

Europa 10-12 Ottobre 2018

Europa 10-12 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 9 Ottobre – DNI

L’immagine sotto evidenzia una zona di silenzio nell’Iran nord orientale, come da previsione settimanale, e dato che le scosse precedenti a est sono del 7 Ottobre potrebbe verificarsi questo movimento nell’area.

In Europa la forza ha continuato il suo trasferimento con scosse nel Canale della Manica e Gibilterra e sembrerebbe che la miriade di sciami abbia rilasciato la pressione in modo uniforme con un movimento continuo. Rimaniamo quindi in attesa degli eventi a levante.

Europa 6-9 Ottobre 2018

Europa 6-9 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 9 Ottobre – DUTCH – Previsione Settimanale

In Iran rimane ancora l’allarme per una scossa di M5.7 nella zona a est di Teheran, questa settimana anche la parte occidentale potrebbe colpita da una scossa di M5.7.

Una volta che queste scosse si saranno verificate la forza si trasferirà nell’Egeo dove si potrebbe verificare una scossa sulla M5. In seguito con il consueto trasferimento potremmo assistere a uno sciame sulla M3 nell’Italia Centrale, verso la fine della settimana.

La stessa spinta proveniente dall’Egeo potrebbe provocare una scossa sulla M4 in Polonia e una in seguito sulla M3 in Olanda.

Il Portogallo potrebbe anche subire una scossa verso la fine della settimana, anche questa sulla M4 ma dovremo prima aspettare gli sviluppi in Europa.

Previsione 8-14 Ottobre Europa

Previsione 8-14 Ottobre Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 7 Ottobre – DNI

Haiti è stata scossa questa mattina molto presto da un movimento di M6.0. 3 scosse di m4 si sono verificate in Messico nell’area a sud di Città del Messico. Probabilmente nel Centro America e Caraibi oltre alle eruzioni sono possibili altri movimenti.

Finalmente vengono messe nel feed le scosse in Cina e si deduce che c’è in transito una forza sismica attorno alla M4 che spinge verso il Nord Afghanistan e Hindukush dove oggi si è verificata una scossa di M4.9 a 195 km di profondità.

Space Weather DNI

Questa spinta ulteriore è possibile che generi una scossa superiore alla M5 nel nordest dell’Iran nel giro di 2 o 3 giorni.

In Europa ieri sera si è verificata una scossa di M4.1 nella zona dell’Isola di Creta. La propagazione della spinta sismica sulla M3 in Europa del Nord si è manifestata con una scossa di M2.9 in Romania e di M3.1 sulle coste dell’Algeria.

Europa Med 6-7/10/2018

Europa Med 6-7/10/2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 6 Ottobre – Dutchsinse

Continuano i movimenti non riportati in Cina con una serie di scosse sulla M4 nella parte ovest, questo mette in allarme l’Iran nella parte nordorientale e l’Afghanistan del nord per una scossa superiore alla M5. In questa area continuano i movimenti nella parte sud sulla M4.

In Europa la scossa più significativa è avvenuta in Sicilia di M4.7 nella zona dell’Etna non lontano dal centro di Catania. Sia assiste anche a una diffusione di scosse sulla M3. Tutti questi movimenti derivano dal trasferimento dopo la scossa di M4.9 di 5 giorni fa in Grecia. Ci si aspetta che la pressione sismica si trasferisca lungo l’Italia verso la Francia Spagna e Gibilterra.

La forza dell’onda precedente ha raggiunto anche il centro della Francia come facilmente prevedibile con una scossa di M3.4.

Europa 6 Ottobre 2018

Europa 6 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 5 Ottobre – DNI

Dopo i movimenti in Iran oggi abbiamo avuto una serie di scosse nel Mediterraneo la maggior parte attorno alla M2 alta, la pressione vieNe rilasciata lungo tutto il confine della placca del mediterraneo fino alla Sicilia. La scossa più forte è stato un M3.9 nella zona di Cipro. Il resto dell’Europa non ha visto movimenti significativi.

Europa 4-6 Ottobre 2018

Europa 4-6 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Ottobre 22:44 – DNI

Con questa immagine sotto vogliamo evidenziare la quasi simmetricità delle scosse profonde avvenute oggi esattamente alle 7:07 e alle 9:07 italiane, una alle Fiji e una alle Eolie.

Anche i quakkademici hanno affermato infine che la forza sismica si trasferisce attraversando apparentemente il centro della Terra e questo sembra una caso di questi, in 2 ore.

Europa 3-4 Ottobre 2018

Scosse Simmetriche Fiji Italia 4 Ottobre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Ottobre – DNI

Una nuova scossa semi profonda si è verificata nell’Hindukush, di M4.4 a 129 km, la spinta di questo movimento è abbastanza relativa ma mostra come la forza sismica stia continuando a trasferirsi verso ovest. In Iran ieri abbiamo visto una scossa di M4.3 nella parte centrale come conseguenza della pressione dei giorni precedenti in Afghanistan e India.

In Italia continua il rilascio di pressione nella parte centrale sotto forma di sciame sulla M2 invece che scosse singole. Continuano anche le scosse al sud nella zona delle Isole Eolie e va notata la scossa profonda a 356 km di M3.2. Questa scossa provoca una spinta sulla placca superiore di +0.7 quindi è possibile che nelle zone circostanti si verifichi una scossa di M3.9. Anche questa volta ci sono 2 direzioni in cui la pressione potrebbe dirigersi, una seguendo il confine delle placche Italiano e l’altra sul confine nordafricano. In Italia la zona possibile è ancora quella di Campobasso.

La pressione derivante dai movimenti dei giorni precedenti ha raggiunto come previsto Gibilterra con altre due scosse di M3 bassa, è probabile che in un giorno o due vedremo delle scosse fino alla M4 alle Azzorre.

NOTA: per maggior comprensione delle scosse profonde abbiamo inserito un calcolatore in questa pagina che, inserendo i dati richiesti, mostra il risultato superficiale dopo una scossa profonda.

Scosse Simmetriche Fiji Italia 4 Ottobre

Europa 3-4 Ottobre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Ottobre – DNI

L’immagine sotto (clicca l’immagine per ingrandirla) mostra le scosse degli ultimi 5 giorni, in rosso scuro le più vecchie in bianco le ultime. Mostra come il confine della placca Italiano stia rilasciando la spinta sismica dopo la scossa di M4.9 in Grecia lungo tutta la sua estensione. In Sicilia continua lo sciame nella zona dell’Etna. La forza sismica si sta anche trasferendo verso Gibilterra e Azzorre causando un M3.0 in Algeria.

Più a est si nota invece la prossima onda dopo la scossa, prevista da Dutch, in Kashmir, insieme a due scosse poco profonde in Afghanistan del nord. Dopo queste, marcate in rosso chiaro, vediamo scosse ancora di colore più chiaro in Iran di M4 medio alta, questa è la spinta che arriverà in Europa nei prossimi giorni e che sta attualmente provocando un discreto sciame al confine tra Turchia e Siria.

Scosse Europa Mid 29 Set 3 Ott 2018

Scosse Europa Mid 29 Set 3 Ott 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 1 Ottobre – Dutchsinse Prev. Settimanale

Questa settimana la pressione dovrebbe colpire l’Iran dopo la scossa prevista nell’India del nord in Kashmir di M5 bassa. La pressione dall’Asia si riaccumulerà nel nord dell’Iran nella zona del Mar Caspio con una scossa, verso metà settimana, di M5.7.

In seguito a questa scossa il trasferimento verso ovest continuerà con una scossa di M5.0 tra Creta e Cipro prossima alla coste Turche. La scossa avvenuta ieri di M4.9 dovrebbe trasferirsi in Romania Bulgaria con una scossa di M3.9 e in seguito in Polonia con una scossa simile. Lo stesso M4.9 di ieri trasferirà la pressione anche in Bosnia Croazia con una scossa sulla M4.8.

Sempre in relazione alla scossa di M4.9 a Creta l’Italia avrà anch’essa il suo trasferimento di pressione. Al sud stiamo vedendo della attività in Sicilia e alla Eolie dove c’è in atto anche dell’attività vulcanica quindi l’avviso è per la zona di Campobasso che non ha visto movimenti significativi negli ultimi giorni, per una zona sulla M4.0.

Anche la zona di Gibilterra verrà interessata dal trasferimento con una scossa di M4.0 (Avvenuta questa mattina. Nota DNI).

Previsione 1-7 Ottobre Europa

Previsione 1-7 Ottobre Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 30 Settembre – DNI

Nel Pacifico tra Fiji e Tonga si è verificata una nuova scossa profonda significativa, M6.6 a 550 km. La spinta sulla placca superiore è di + 1.1 quindi questa la scossa che ci si può aspettare, generalmente verso ovest, nei prossimi giorni, è di M7.6. Questa forza simica arriverà in maniera ridotta anche in Europa verso la fine della nuova settimana.

Dopo la scossa di ieri 29/9 nell’Hindukush di M4.2, a valle, lungo il confine delle placche che scorre nel sud dell’Iran, oggi si è verificata una scossa di M4.7, ora questa pressione continuerà verso la Turchia e la Grecia.

Nell’Egeo si è avuta oggi la scossa prevista da Dutch, la seconda nel Mediterraneo, di M4.9, ancora una volta assisteremo alla tripla suddivisione che potrebbe portare delle scosse nelle solite tre direzioni fino alla M4 media La zona dell’Italia sottoposta a questo allarme è quella dell’Italia Centrale che in questi ultimi giorni non ha visto nessun movimento.

Oggi in Italia sono continuati i movimenti in Sicilia con una scossa di M3.5 nella parte centrale insieme a una sull’Etna a 24 km di profondità, nella camera magmatica, di M2.2.

Europa Mid 29-30 Settembre 2018

Europa Mid 29-30 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 29 Settembre – DNI

La forza sismica nel suo percorso verso il Nord Atlantico ha attraversato la Polonia, con una scossa di M3.1, quindi ha perso un po’ di potenza.

Dopo la scossa profonda in Italia la conseguenza di questa spinta da sotto si è verificata nei termini previsti ma sulle coste Africane piuttosto che in Italia, era una delle due opzioni. Altra direttiva della pressione delle scosse prima di quella profonda è la scossa sui Pirenei. Anche l’Albania ha visto dei movimenti sulla M2.

Nel frattempo a est, nella zona nell’Hindukush si è verificata una nuova scossa profonda a 237 km di M4.3.

Scossa Italia M4.4 28-9-2018

Scossa Italia M4.4 28-9-2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Scossa Profonda Italia 28 Settembre 2018

Scossa Profonda Italia 28 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 28 Settembre 15:51 – DNI

Una fortissima scossa di M7.5 si è verificata poco dopo le 12 Italiane a Sulawesi in Indonesia, questa scossa non faceva parte delle previsione settimanale di Dutch anche se nell’area erano previsti numerosi movimenti sulla M5 alta, questa è probabilmente una scossa dovuta all’evoluzione della situazione durante la settimana.

Molti dei movimenti previsti si sono verificati, come potrete verificare dalle immagini della Previsione Globale. Probabilmente Dutch nel corso della settimana ne avrà parlato ma ci è sfuggito, comunque sembra che la forte scossa si sia verificata al centro di una serie di scosse, punto di fulcro per rilascio della pressione derivante dalle scosse profonde alle Fiji avvenute dopo la previsione di Lunedì.

Aggiornamento 28 Settembre 23:00 – DNI

Continuano i movimenti in Italia, questa volta sembra come se la forza sismica invece che prendere le tre solite direzioni abbia trovato per ora rilascio solo in Italia.

Al largo delle coste del Cilento si è verificata una nuova scossa profonda di M3.2 a 298 km di profondità. La profondità è tale da provocare una spinta di 0,6 superiore sulla placca sovrastante quindi si potrebbe verificare una scossa fino a M3.8 nelle zone circostanti entro qualche giorno, il punto di fulcro si trova a metà strada, scorrendo lungo il margine delle placche, tra questa scossa e le altre al Centro Italia negli ultimi 2 giorni.

Anche l’Etna ha subito una scossa, di M2.6 a 17 km di profondità.

Scossa Indonesia M7.5 28-9-2018

Scossa Indonesia M7.5 28-9-2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 28 Settembre – DNI

Come previsto dopo la scossa di M5.2 in Grecia una parte della forza sismica si è trasferita in Italia generando una scossa di M4.4 nella zona dello Stretto di Messina, insieme a questa uno sciame sulla M2 che include anche una scossa profonda a 205 km di M2.8 alle Eolie quindi sembrerebbe che in Italia potrebbe ancora non essere finita, anche se esiste la possibilità che la pressione transiti verso Gibilterra sul confine delle placche Nordafricano.

L’Italia centrale ha anch’essa subito dei movimenti sulla M2 e se la pressione dalle Eolie risalisse il confine Adriatico delle placche in nuovo punto di fulcro sarebbe circa in Molise. Esiste insomma una possibilità che nei prossimi 1 o 2 giorni si verifichi una scossa sulla M3 alta in questa area.

Vedremo ora le altre suddivisioni della forza sismica dall’Egeo probabilmente risalire la Penisola Balcanica e anche nell’est Europeo.

Scossa Italia M4.4 28-9-2018

Scossa Italia M4.4 28-9-2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 27 Settembre – DNI

La seconda scossa significativa in Europa che Dutch aveva previsto nell’Egeo si può dire che si sia verificata con questo M5.2 avvenuto al largo delle coste occidentali Greche. Vedremo ora il resto deLla previsione con la suddivisione nelle 3 direttive entro pochi giorni. Nessun altro movimento significativo che non sia nell’Anello di Fuoco del Mediterraneo.

Scossa Grecia 27-9-2018

Aggiornamento 27 Settembre – Dutch/DNI

La pressione sismica proveniente da est, dopo la scossa di M4.7 in Grecia ha infine raggiunto l’Italia, lo sciame previsto nel Centro Italia si è verificato son una serie di scosse sulla M2 nella zona di Norcia mentre alle Eolie si è verificata una scossa profonda a 265 km di M3.4 alle Isole Eolie, la spinta di questa scossa è di +M0.5 quindi è possibile che una scossa prossima alla M4 si verifichi nelle zone circostanti nei prossimi 2 o 3 giorni. I punti di fulcro dove si potrebbe manifestare questa scossa sembrano due, uno tra Algeria e Tunisia e uno al confine tra Puglia e Molise, difficile dire quale anche se la statistica dice che il transito della forza sismica sembra avere maggior frequenza lungo il confine delle placche che scorre in Adriatico.

In Europa del nord è probabile che una scossa di M4 si verifichi al confine tra Romania e Polonia.

Verso le Azzorre e l’Islanda si sta verificando anche qui il pattern previsto con scosse di M4.3 verso le Azzorre dopo un M3.0 in Algeria e una scossa di M2.0 al largo delle coste Norvegesi.

Europa Scosse Terremoto 26-27 Settembre

Europa Scosse 26-27 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 26 Settembre – DNI

Infine la scossa attesa nell’Egeo si è verificata questa mattina, con una magnitudo inferire al previsto, riportata dalla cricca di M4.4. Non molto dopo la pressione si è mostrata nella sua suddivisione di due delle tre solite direttive, due scosse sulla M3 nella Grecia del nordovest e altre simili nel nordest verso i Balcani.

Ancora una volta l’Italia non ha visto movimenti ma è molto probabile un movimento sulla M3 nella solita zona del centro Italia, Norcia, punto di fulcro tra queste scosse e la fine del confine delle placche. Anche questa volta potrebbe succedere sotto forma di sciame sulla M2.

La forza precedente che ha raggiunto il nord Europa dopo la scossa in Polonia si è espressa con una scossa di M3.3 sul Canale della Manica lato Francese. A breve vedremo delle scosse sulla M4 nella zona dell’Islanda e Nord Atlantico.

Europa Scosse Terremoto 26 Settembre

Europa Scosse 26 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 26 Settembre – Dutchsinse Previsione Settimanale

La previsione di questa settimana inizia con la pressione che raggiunge l’Iran e potrebbe causare una scossa di M5.7 nella zona centrale.

In Europa ci si aspetta una scossa nell’Egeo sulla M5 e questa nuova spinta dall’Iran si sovrapporrà. In seguito verso la fine della settimana questa forza si dividerà nelle solite tre direzioni, Dalla Grecia verso la Croazia, verso la Polonia e in Italia, tutte queste scosse sulla M4.

Le Azzorre vedranno in seguito l’arrivo della pressione così come in Islanda e qui ci si aspetta una scossa sulla M5 media.

Previsione 24-30 Settembre Europa Med

Previsione 24-30 Settembre Europa Med

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 25 Settembre – DNI

Ieri pomeriggio si è verificata nel nord dell’Afghanistan una nuova scossa profonda, di M4.6 a 205 km, è probabile che una nuova spinta che potrebbe raggiungere la M5 si spinga verso l’Iran nei prossimi giorni.

Casualmente come avevamo detto una scossa di M3.2 si è verificata nella Turchia Centrale, nella parte nord verso il Mar Nero e quasi allo stesso tempo una ulteriore scossa di m3.5 nella zona delle Isole Ionie in Grecia, questa è la forza sismica in transito dopo le scosse in Iran nei giorni scorsi.

E’ probabile che ora vedremo delle scosse sula M3 verso la Bulgaria Romania e verso l’Albania e la Bosnia e probabilmente anche l’Italia.

In Italia sono continuati i movimenti, anche qui casualmente dove avevamo detto che si era creata una zona di silenzio, il rilascio della pressione in questa zona è benignamente avvenuto attraverso uno sciame sulla M2 piuttosto che in un’unica scossa sopra la M3. La pressione ha anche raggiunto la fine del confine delle placche con una scossa di M2.6 tra Italia e Francia.

Questi movimenti diffusi sulla Penisola potrebbero continuare per altri giorni dovuti all’arrivo della nuova pressione dalle Isole Ionie. mentre stiamo pubblicando questo articolo si è verificata una scossa di M3.6 a sud delle costa della Calabria a testimonianza del fatto che la pressione dalla Grecia si sta trasferendo verso l’Italia, è anche possibile che una scossa simile di verifichi nella zona tra Norcia e Campobasso.

Europa 23-25 Settembre 2018

Europa 23-25 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 23 Settembre – DNI

Nella giornata di ieri si sono verificate tre scosse in Iran, parte centrale, al confine nord e sud, due di queste scosse sono state di M4.7, la terza di M4.4.

Questa forza sismica si è poi spostata verso la Turchia dove oggi abbiamo avuto sul confine orientale una scossa di M3.8, nella parte centrale della Turchia si è creata una zona di silenzio.

L’Europa ha continuato a vedere dei movimenti sulla M2 alta nella parte meridionale, la zona di silenzio nel Centro Italia è stata riempita per ora con una scossa sulla M2 alta, così come sono continuati i movimenti alle Eolie. Il rilascio di pressione in Italia sembra essere sufficientemente distribuito.

Una scossa di M3 si è anche verificata in Algeria causata dal passaggio della forza sismica verso i punti di rilascio finali nell’Atlantico.

Europa 22-23 Settembre 2018

Europa 22-23 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 22 Settembre – Dutchsinse

La situazione in Europa risente del trasferimento dell’energia sismica da est e dal Mar Rosso che dopo aver provocato ieri dei movimenti nel Mediterraneo Centrale oggi si è riflessa in Europa Centrale, i confini della placca hanno tutti visto scosse simili, M3.7 in Romania, una sommatoria a M3.7 anche in Spagna e Pireni e una scossa di M3.5 in Polonia.

In Italia, al centro di tutti questi movimenti, abbiamo visto una serie di scosse a sud e a nord che lasciano preoccupantemente sgombro il Centro dove ieri si è verificata una singola scossa di circa M2. E’ possibile che qualche movimento significativo si verifichi in Italia Centrale.

Europa 21-22 Settembre 2018

Europa 21-22 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 21 Settembre – Dutchsinse

Nota DNI: Ci scusiamo per i giorni di silenzio, problemi vari ci hanno impedito di aggiornare la situazione, cercheremo di tornare al passo.

I movimenti che interessano l’Europa hanno origine nel Golfo di Aden con una scossa di M5.5 il 19 Sett. a questa scossa è seguita una di M4.4 lo stesso giorno e ieri una scossa di M4.6. La pressione sismica che ha generato queste scosse ha continuato il suo spostamento verso il Mediterraneo dove tra ieri e oggi abbiamo assistito a una serie di scosse, dalla Truchia alla Grecia fino ai Pirenei e la Spagna sulla M3 media.

La zona che potrebbe vedere una ulteriore scossa è la Turchia Centrale che potrebbe subire una scossa di M4 medio. Una scossa prossima alla M5 è possibile che si verifichi nell’Egeo che è in questi gironi una zona di silenzio. In seguito a questa scossa, avremo la solita suddivisione nelle 3 direzioni, Romania Bulgaria, macedonia Bosnia e Italia.

In Italia c’è stata una ripresa dell’attività con scosse sulla M2 tra Campobasso e Norcia, confine delle placche. Altre scosse si sono verificate alle Eolie sulla M2 bassa all’interno dei 200 km di profondità.

Europa 20-21 Settembre 2018

Europa 20-21 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 18 Settembre – Dutchsinse

Continuano le scosse profonde nel Pacifico e in Indonesia nei pressi di Lombok di M4.5 a 534 km.

In Iran continuano le scosse sulla M4 in seguito alla spinta da est. In questa zona è possibile che l’attività aumenti.

In Europa si è avuta una sequenza di scosse che sono iniziate con quella nei pressi di Creta di M5 per poi passare a M4.5 in Grexia e M4.2 verso il confine con l’Albania. Anche la Romania è stata colpita da una scossa e anche la Polonia dove si sono verificate addirittura 2 scosse di M3.8 e M4.6.

In Italia non ci sono state scosse significative, sembra come se ci fosse una deviazione, (Nota DNI: non è improbabile che anche in Italia si verifichi una scossa).

In Irlanda è riportata sul sito EMSC una scossa di M5 nella parte sud occidentale.

Ieri le coste del Nord Africa e la zona di Gibilterra hanno subito delle scosse di M3 media.

Europa Med 18-19 Settembre 2018

Europa Med 17-18 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 17 Settembre – DNI

Durante la settimana passata si è verificato un attacco molto articolato contro Dutchsinse e le previsioni dei Terremoti. Dutch è stato dichiarato “fake” a livello ufficiale in tutto il mondo, cosa che per quello a cui siamo abituati significa che c’è troppa verità e non può essere resa disponibile alla gente. In consuntivo Dutch non prevede di produrre altre previsioni se non i report sui movimenti che avvengono.

La situazione è abbastanza seria, cerchiamo di collegare i puntini. 8Chan è bannato in Italia, si raggiunge solo tramite proxy, Reddit banna TheGreatAwakening, Facciammerda cerca di leggere i meme così da toglierli di torno, Twitter mette in atto lo shadowbanning, che sarebbe che i tuoi tweet non li legge nessuno, Goog fa il comodo suo come sempre. Ora Dutch. E se continuassimo anche noi a fare le previsione verremmo tacciati di spargere “fake news” e quindi niente annunci pubblicitari, e quindi fine di DNI. L’unica cosa che rincuora è che sono alla disperazione, al panico, non sanno più dove andare a parare, e qualunque cosa facciano oramai siamo vicini al crollo del loro sistema.

Per parlare di Terremoti quindi non faremo previsioni, meglio che la gente non sappia o che se vuole sapere qualcosa lo chieda ai quakkademici, che loro hanno imparato l’elenco telefonico a memoria e sanno ogni numero.

La situazione delle scosse è questa, nel nord dell’Afghanistan ieri si è verificata una scossa profonda a 245 km di M4.3, oggi nella stessa zona si è verificato un M4.9. Tra ieri e oggi in Iran si sono verificate una serie di scosse sulla M3 alta fino alla M4 lungo tutto il paese, a giudicare dai colori, bianco recente rosso meno recente, ci sono state coppie di scosse seguite da latre scosse circa a metà strada, sembra un pattern.

In Europa sicuramente il fatto significativo è la scossa di M5.0 avvenuta stamane alle 2:24 in prossimità dell’Isola di Creta, quasi 12 ore dopo una scossa di M3.0 si è verificata in Polonia. In Grecia e Turchia si sono verificate moltissime scosse sulla M2 anche alta nel pomeriggio della giornata di oggi.

In Italia scosse di M2 bassa si sono verificate nel pomeriggio di oggi, nella parte centrale del paese.

Ieri le coste del Nord Africa e la zona di Gibilterra hanno subito delle scosse di M3 media.

Scosse Europa Asia 16-17 Settembre 2018

Scosse Europa Asia 16-17 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 15 Settembre – DNI

Il movimento di M4 che ha attraversato l’Europa ha provocato scosse nella Penisola Balcanica e in Polonia, l’Italia non ha subito scosse significative, la maggiore di M2.7 nella zona di Asti in Piemonte, alla fine del confine delle placche. Nell’Italia Centrale la previsione era di un M4 ma sembrerebbe che l’M4 ha prediletto il lato est del confine.

Per confermare il transito della pressione si è verificata una scossa di M3.3 nel Nord Inghilterra non riportata nel feed e precedentemente una di M3.3 in Islanda. Ora la Penisola Iberica potrebbe vedere dei movimenti sulla M3.

Scosse Europa 15 Settembre 2018

Scosse Europa 15 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 14 Settembre – Dutchsinse

Nel nord dell’Afghanistan una nuova scossa profonda si è verificata ieri sera di M4.3 a 226 km di profondità. Dopo questa attivita a est una serie di scosse si è continuata a verificare in Iran con dei movimenti attorno alla M4, ancora in questa zona non è cessato l’allarme per una scossa superiore a M5 a est di Teheran.

In Europa si è avuta una espansione di M3 con scosse che hanno raggiunto il nord Europa via Bulgaria e Romania come previsto fino all’Islanda che ha visto una nuova scossa di M3.3.

Europa Scosse 13 Settembre 2018

Europa Scosse 14 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Settembre – Dutchsinse

In Iran si sono avuti dei movimenti sulla M4, nella zona a est di Teheran ci aspettiamo dei movimenti più significativi sulla M5 nei prossimi giorni.

In Europa c’è stata uan specie di diffusione della forza sismica falla Grecia fino a Gibilterra. In Italia la pressione sta venendo rilasciata con scosse di M2 ma siamo ancora in attesa di un possibile movimento sulla M4 probabilmente entro 3 giorni.

Nota DNI: Della pressione sismica si sta dirigendo verso i punti di rilascio finale, l’Islanda ha visto anch’essa l’arrivo della pressione sismica con un M3.5 ma anche qui è probabile che ci sarà un aumento verso la fine della settimana, come alle Azzorre.

Europa Scosse 13 Settembre 2018

Europa Scosse 13 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 12 Settembre – Dutchsinse

Una nuova scossa riportata di M5.2, anche se le stazioni che la riportano mostrano che sembrerebbe essere di magnitudo superiore fino a 5 alto, si è verificata in mattinata nel Mediterraneo tra Rodi e Creta ancora una volta nella zona dove esisteva l’allarme.

Questa scossa deriva dalle scosse superiori alla M5 avvenute in Iran, ma questa è la prima parte in quanto altre scosse superiori alla M5 sono avvenute in Nepal e in Cina.

Questa scossa si dividerà come sempre nelle tre direzioni, e qui interviene il fatto della potenza della scossa, in relazione a questa infatti si possono prevedere dei range di magnitudo. In base ai dati ci si può aspettare una scossa di M4.8 in Italia zona di Norcia, in Romania e tra Albania o Montenegro e poi come sempre verso il nord Europa e l’Islanda.

Europa Asia 11-12 Settembre 2018

Europa Asia 11-12 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Settembre – DNI

Diremmo che non si scappa, la scossa a nordest di Norcia di M4.0 poi trascinata giù di una bella percentuale a M3.6 testimonia che la pressione sta transitando sulla solita direttiva margine delle placche verso le Alpi al confine con la Francia a ovest di Milano. La previsione di scosse tra Albania e Grecia e poi Italia era pressoché scontata.

Scossa Norcia 12-9-2018

Scossa Norcia 12-9-2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Settembre – DNI

Mentre nella zona tra Rodi e Creta e sulle coste Turche nella zona continua un lungo sciame sismico che va dalla M2 sino quasi alla M4 una parte della pressione sismica si è trasferita verso ovest lungo il margine delle placche provocando la scossa nel punto previsto, il fulcro tra le scosse dei giorni scorsi e queste del Mediterraneo che si trova non molto lontano dal confine Grecia Albania che avevamo citato ieri.

E’ probabile che questa forza perda un po’ di energia nel suo passaggio in Italia e sembra che la scossa di M2.2 nel sud ne sia la prova. Probabilmente ci saranno altre scosse che potranno arrivare anche alla M3 nella parte Centro e Nord nei prossimi 1 o 2 giorni.

La scossa prevista in Bulgaria Romania si è verificata invece in Polonia e nei pressi di Istanbul. Anche le Azzorre hanno visto l’arrivo della pressione della scorsa settimana con una scossa di M3.0, l’Islanda ha subito il suo movimento di rilascio finale ieri con una scossa attorno alla M4.

Europa 10-11 Settembre 2018

Europa 10-11 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 9 Settembre – DNI

Anche l’Italia ha visto il trasferimento della forza sismica con una scossa di M3.0 nella zona di Campbasso avvenuta questa mattina presto. Tutto il confine della placca che scorre in Italia ha avuto dei movimenti sulla M2.

Ora tutte le aree hanno visto i movimenti previsti mentre tra Grecia e Albania si è verificata una nuova scossa di M4.3 qualche ora fa dovuta alla nuova onda che si sta avvicinando all’Europa quindi i movimenti nella penisola Balcanica e in Italia probabilmente non termineranno ma avremmo delle scosse nei prossimi giorni attorno alla M3 in Slovenia e in Italia Centrale.

Europa 8-9 Settembre

Europa 8-9 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 8 Settembre – Dutchsinse

Una scossa di M6.1 si è verificata nelle Filippine centrali, un’altra scossa avvenuta ieri sera invece non è stata riportata dal feed di USGS di M5.7. Altre scosse a Taiwan sono state omesse probabilmente per cercare di evitare che le previsioni di Dutch siano comprovate. Anche EMSC fa la sua parte nel nascondere le scosse che avvengno in Cina dove oggi ci sono state varie scosse di M4 alto e di M5.

La pressione in Iran aumenta con delle scosse sulla M3 media e ora nei prossimi due giorni è probabile che una scossa sulla M5 media colpirà la parte nord dell’Iran che rappresenta il punto di fulcro fra le scosse avvenute nella zona fin’ora.

Anche in Europa la pressione sismica ha continuato il suo percorso e oggi si è verificata la scossa prevista in Romania di M3.5.

In base ai movimenti avvenuti in Europa sembrerebbe che la forza sismica abbia per ora escluso l’Italia provocando delle scosse nella Penisola Iberica. Anche in quest’area ci aspettiamo delle scossa sulla M4 alle Azzorre.

Al Polo Nord anche si è avuta una scossa di M4.5 come rilascio finale della forza sismica che ha attraversato l’Europa.

Scosse Ultima Settimana

Scosse Ultima Settimana

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 7 Settembre – DNI 23:20

La previsione di Dutch si sta pienamente attuando. Con la scossa di M4.2 che si è appena verificata in Croazia a sud est di Spalato abbiamo un chiaro esempio visivo di come si muove la Forza Sismica da est verso ovest. Nell’immagine sotto le scosse più recenti sono bianche e cambiano colore verso il rosso man mano che sono antecedenti. L’immagine mostra le scosse superiori a M3 negli ultimi 2 giorni ed appare chiaro come la scossa in Croazia fosse prevedibile, come ora sembrerebbe prevedibile qualche movimento sulla M3 media in Italia sempre alla stessa latitudine.

L’innesco a questi movimenti è stato dato dalla scossa profonda alla Fiji, anche se ci aspettavamo già da prima una scossa forte nell’Egeo. La Forza Sismica è partita dalle scosse profonde nell’Hindukush, ha transitato in Iran alla sua massima potenza e poi sembra aver perso un po’ di abbrivio man mano che si è spostata a est. Le magnitudo fortunatamente sono tutte inferiori a quelle previste ma delle scosse che in Romania raggiungano la M4 sono anche probabili.

Percorso Forza Sismica 5-7 Settembre

Percorso Forza Sismica 5-7 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 7 Settembre – Dutchsinse

Una serie di scosse si sono diffuse dopo la forte scossa alle Fiji in Sud America con scosse in successione nell’America Centrale di M5.2 e poi un M6.2 in Ecuador e ancora un M6.0 in Cile, tutte scosse provenienti dal trasferimento della forza sismica dal Pacifico.

Una serie scosse si sono verificate anche nella zona dell’Afghanistan e Iran, qui si sono verificate due scosse di M4.3 nell’Hindukush di cui una a quasi 200 km di profondità. Anche il Golfo di Aden ha visto un movimento di M4.5 e come sempre questa pressione risalirà il Mar Rosso verso il Mediterraneo.

Nota DNI: In Iran la scossa prevista da Dutch si è verificata a sud in prossimità dello Stretto di Hormuz di M5.5.

Dopo la scossa profonda delle Fiji tutta la zona dall’altra parte del Pianeta ha iniziato a muoversi significativamente con una infinità di scosse la cui maggiore è stata un M4.1 in Grecia nell’Egeo. Anche in Italia si sono verificate un elevato numero di scosse sulla M2 media e tra queste un alle Eolie a 163 km di profondità di M2.3.

Europa Asia Africa 6 7 Settembre

Europa Asia Africa 6 7 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 6 Settembre – Dutchsinse – M7.8 / 608 km

Una nuova scossa molto potente di M7.8 o M8.1 inizialmente, si è verificato nella zona delle Fiji, un secondo mega terremoto avvenuto a 608 km di profondità che metterà in movimento tutto il pianeta. Ci aspettiamo quindi che nei prossimi 10 giorni di osservazione assisteremo probabilmente a molte scosse superficiali molto forti.

Una scossa a questa profondità provaoca una spinta superficiale superiore di M1.2 quindi stiamo parlando di scosse che potrebbero raggiungere la M9.0!

I movimenti potrebbero iniziare anche subito quindi la finestra è da subito a 10 giorni. Con lo scorso evento profondo invece di scosse superficiali potenti c’è stata una diffusione di movimenti realtivamente minori su tutto il pianeta, vedremo nelle prossime ore e giorno cosa comporterà questa super scossa.

Nota DNI: Un’ora circa dopo questa scossa una nuovo movimento nella stessa zona di M5.8 a 661 km di profondità. In giornata si erano verificate altre scosse profonde sulla M4 a profondità simili nella stessa zona.

Scossa Profonda M7.8 Fiji 6/9/2018

Scossa Profonda M7.8 Fiji 6/9/2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 5 Settembre – Dutchsinse

Una scossa riportata di M5.4 si è verificata sulla coste nord del Giappone come previsto, ma la magnitudo sembra essere, dai dati e dalle altre scosse a nord, essere di M6 ma come al solito è stato messo in atto il giochetto del downgrade. In ogni caso, se questa è una scossa di M6 come sembra essere nei prossimi giorni vedremo scosse superiori alla M6 a nord del Giappone verso le Isole Kurili e la Kamchatka.

Nota DNI: una scossa di M6.7, diventata subito M6.6 e poi vedremo il solito gioco delle tre carte, si è verificata nello stretto tra le isole Giapponesi di Riukyu e Hokkaido seguita subito dopo da una di M5.3.

Lo stesso gioco del downgrade si è verificato nel Kashimr ieri e anche qui la pressione che è transitata verso i Monti Urali in Russia ha provocato due scosse di M5.4 e M4.2, queste scosse in Kashmir e in Russia sembrano mettere sotto pressione la parte nord dell’Iran dove è possibile si verifichi nei prossimi giorni una scossa superiore alla M5.

Giappone 4-5 Settembre

Giappone 4-5 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

In Europa stiamo ancora aspettando la scossa tra Rosi e Creta mentre si osserva una sorta di U che va da est del Mar Caspio fino in Grecia, questa pressione sulla M2 alta oggi ha raggiunto anche l’Italia con delle scosse nel centro sud.

Nel Pacifico Occidentale continuano le scosse profonde mentre in Indonesia c’è stata una totale assenza di movimenti per più di 24 ore, in una zona in cui si verificano normalmente molte scosse non è un buon segnale e si potrebbe verificare una forte scossa per l’accumulo della forza sismica proveniente da est.

Europa 4-5 Settembre

Europa 4-5 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 5 Settembre – DNI

La scossa attesa sul Pirenei se è infine verificata ma di M2.2, invece quella prevista di M4.9 si è verificata al largo del Portogallo. In Italia oggi si sono verificati due movimenti sulla M2, stessa mgnitudo delle scosse in Turchia.

Due scosse di M4 media invece si sono verificate nel nord dell’Afghanistan a testimoniare la pressione che sta transitando verso l’Europa. A questo proposito nonostante le scosse, anche forti, vengano riportate da EMSC nella pagina “per simologi” non fanno comunque parte del feed e quindi prevedere con precisione le scosse in Iran e poi in Europa diventa complicato. La scienza dei quakkademici…

Europa 4 Settembre

Europa 4 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

La Mistificazione Sismica dei Quakkademici

Dutch ci fa notare con chi abbiamo a che fare; i quakkademici, che hanno imparato a memoria il loro elenco telefonico per cinque anni o più di università, e ora sono gli esperti, che dovrebbero insegnarci. Questa scossa in Kashmir, che loro stessi riportano sul sito EMSC (link) essere di M6.8 e come mostrato nella infografica, viene poi mostrata al pubblico essere un M5… comportamenti incredibili che versano spazzatura su tutti i sismologi, che qualcuno serio ci sarà pure, forse… Ci si sente un po’ presi in giro da questo soggetti, che pena… ma sicuramente avranno imparato a memoria la poesiola che spiega il perché lo facciano…

La Mistificazione Sismica dei Quakkademici

La Mistificazione Sismica dei Quakkademici

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Settembre – DNI

La situazione tellurica in Italia ha visto 2 scosse profonde nella zona dei vulcani delle Eolie, una avvenuta ieri di M2.7 a 222 km e una di M2.6 a 264 km, la spinta di queste scosse raggiunge la M3 quindi è possibile, oltre alla previsione di Dutch, che una scossa sulla M3 risalga il perimetro delle placche in Adriatico per manifestarsi nel centro Italia.

Italia 2-3 Settembre

Italia 2-3 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 3 Settembre – Dutchsinse Previsione 3-9 Settembre

In Iran rimane ancora l’allarme nella parte nord occidentale per una scossa dalla forza sismica che proviene dalla Cina, la stima della potenza della scossa non è semplice data la mancanza di dati precisi dalla Cina, comunque la previsione è per una scossa di M5.8

In Europa, in conseguenza alla forza proveniente dall’Iran si dovrebbe verificare una scossa di M4.4 tra Rodi e Cipro, la forza sismica si trasferirà nelle tre direzioni. Una verso l’Italia con una scossa prevista di M3.9 tra Campobasso e Norcia. Una scossa simile di M3.9 dovrebbe colpire anche la Bosnia e la Romania.

Dopo la Romania vedremo una scossa simile nel sud della Polonia, in seguito in Inghilterra di M2.9 nelle zone di perforazione a est dell’isola. Infine alla fine della settimana l’Islanda vedrà probabilmente una scossa di rilascio finale della pressione di M4.4.

Previsione Europa 3-9 Settembre 2018

Previsione Europa 3-9 Settembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 2 Settembre – Dutchsinse

Delle scosse sulla M4 medio altra si sono verificate ieri in Myanmar e India, in Cina abbiamo avuto sempre ieri, una scossa di M5 medio che non è riportata nel feed dalle agenzie ma è scritta sul sito EMSC e quindi sembrerebbe che la forza sismica si circa M5 si stia accumulando verso l’Iran dove è probabile una scossa di M5.4 nella parte nord est.

In Europa dopo i movimenti dei giorni passati la forza sismica ha raggiunto le Azzorre con una scossa di M4.9 e l’Islanda con un M4.6.

Nota DNI: Nella giornata di oggi non ci sono state scosse significative in Italia, alcune scosse sulla M3 si sono verificate nel Peloponneso e alla Isole Ionie in Grecia.

Europa 2 Settembre

Europa 2 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 1 Settembre – Dutchsinse

In Europa si sono verificate gran parte delle scosse previste anche se a magnitudi inferiore, la scossa dell’Egeo e poi il trasferimento verso l’Italia perdendo un po’ di potenza diventando un M3.7 al largo delle coste di Pesaro oltre ad altre scosse sulla M2 sempre in Italia Centrale e una non lontano da Genova nel Tirreno.

In seguito la pressione si è trasferita verso nord con una scossa in Germania, in Scozia e due scosse di M4.6 a nord dell’Islanda in prossimità della zona prevista.

Manca ancora la scossa sulla M4 alta nella zona dei Pirenei che dovrebbe verificarsi entro domenica.

Europa 31 Agosto 1 Settembre

Europa 31 Agosto 1 Settembre

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Dutchsinse Previsore di Terremoti

Dutchsinse è una persona, Michael Janitch (di St. Louis Missouri), uno scienziato indipendente che sta studiando e insegnando temi legati alla geofisica. I suoi studi sono noti per essere controversi e provocatori.

Pillole Disclosure News Testata

Il Sapere

Il sapere è una sorgente, ma purtroppo l'ignoranza è un mare.  

F. Zeffirelli

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 28% 28%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest