Dutchsinse Previsione Globale Terremoti Archivio Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Globale Terremoti Archivio Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Globale Terremoti Archivio Dicembre 2018. Di Dutchsinse.

La pressione sismica si trasferisce continuamente fra le placche tettoniche del pianeta. Le energie galattiche e l’evoluzione planetaria che stiamo attraversando provoca un movimento anche a livello sismico, Dutchsinse ci aiuta, con le sue previsioni che, come dice lui stesso, riescono a raggiungere una precisione sopra l’80%.

Scosse in tempo reale ultime 48 ore (Viola Ultima ora, Rosse ultime 24 ore, Arancio ultime 48 ore)

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Terremoti Tempo Reale 4.0 o Superiori

Scosse Globali in tempo reale ultime 24 ore

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Immagine Scosse Riportate nell'Ultima Ora

Scosse Ultima Ora Europa

Immagine Scosse Riportate nelle Ultime 24 Ore

Immagine Scosse Riportate nella Ultima Settimana

Immagine Scosse Riportate nella Ultime 2 Settimane

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Linee di Trasferimento di Pressione Punti di Scosse Profonde

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

NOTA: Quando nell’aggiornamento è scritto DNI significa che il report è fatto da noi, quando è scritto Dutchsinse è fatto da Dutch.

Aggiornamento 31 Dicembre – Dutchsinse Previsione Settimanale

Questa settimana la spinta verso il Medio Oriente e l’Europa si è già manifestata con le numerose scosse sulla M4 nell’Hindukush e nell’Oceano Indiano; dopo quest’ultima scossa, dovuta al trasferimento dall’Indonesia dopo i forti movimenti della scorsa settimana, il movimento della spinta sismica si manifesterà nel sud dell’Iran al confine con il Pakistan con una scosse di M5.0. Sempre la stessa pressione si trasferirà lungo il confine delle placche per manifestarsi con prima nel Mar Rosso e poi con una scossa nel Mediterraneo, nella zona di silenzio di Cipro.

In seguito a questa nuova onda sismica le tre direttive Europee vedranno dei movimenti sulla M4. Le zone interessate sono l’area di confine tra Serbia, Romania e Bulgaria dove è prevista una scossa di M4 alto. La seconda zona che potrebbe vedere un movimento significativo superiore alla M4 è l’area compresa tra Slovenia, Austria e Ungheria.

L’altra zona di silenzio si trova nel Nord Italia tra Appennino e Pianura Padana e anche qui la magnitudo potrebbe superare la M4. Altre zone che vedranno l’arrivo dell’onda sismica questa settimana sono le coste dell’Algeria, che potrebbe vedere una scossa superiore alla M5, e la zona tra Olanda e Belgio con un movimento sulla M3.

La zona del Polo Nord vedrà dei movimenti, verso la fine della settimana, superiori alla M5 come riaccumulo di tutta le pressione che si è manifestata in Europa Centrale.

Previsione Europa 31 Dicembre 6 Gennaio 2019

Previsione Europa 31 Dicembre 6 Gennaio 2019

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 31 Dicembre – Dutchsinse

Nell’immagine allegata si può notare l’onda di pressione sismica sulla M4 bassa che sta transitando verso ovest, sono mostrate le scosse di M4 e superiore. Si può notare come la zona dell’Hindukush abbia subito diversi movimenti di M4.2 e insieme alla scossa di M5.0 nell’Oceano Indiano mostrano l’entità del trasferimento.

Scosse di magnitudo simile si sono verificate nelle ultime ore in Iran e in Europa, più precisamente tra Creta e Rodi in Grecia e in Albania.

Come previsto anche l’Islanda, sia nell’isola stessa che a sud, come da previsione, si sono verificate le scosse prossime alla M5 che è la somma di tutte le forze che si sono trasferite dall’Europa.

 

Trasferimento Pressione Sismica Fine Anno 2018

Trasferimento Pressione Sismica Fine Anno 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 29 Dicembre – Dutchsinse

Una forte scossa di M7.2 ha colpito questa notte le Filippine del sud nella zona e della magnitudo prevista da Dutch nella sua previsione settimanale (Nota DNI – che per motivi di forza maggiore non siamo stati in grado di riportare), questa scossa non ha causato tsunami.

Nei prossimi giorni vedremo quindi questa pressione diffondersi verso nord, quindi verso Taiwan e Giappone, e verso ovest.

Le zone che vedranno l’arrivo di questa onda sismica sono tra Myanmar e Sumatra e la zona di confine Myanmar e India. In queste zone vedremo delle scosse superiore alla M5 nei prossimi giorni.

Scosse sulla M5 bassa si manifesteranno anche in Iran, al confine con Afghanistan e Pakistan e a ovest al confine con la Turchia.

Previsione Asia 29 Dicembre 2018

Previsione Asia 29 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Scossa Filippine M7.2 29 Dicembre 2018

Scossa Filippine M7.2 29 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

La somma totale della spinta da est convoglierà nell’Egeo centrale dove ci aspettiamo una scossa di circa M5.5. Dopo questo movimento in Grecia vedremo ancora una volta la suddivisione delle scosse nelle solite 3 direzioni, Balcani, ex Jugoslavia e Italia con delle scosse sulla M4.

Prima di evidenziare le zone interessate a quest’ultima suddivisione della pressione vediamo in Europa si sono verificati diversi movimenti. In Romania ci sono stati due movimenti vicini alla M3 al nord e al sud, quindi tra le due scosse vedremo probabilmente manifestarsi la scossa sulla M4 (Nota DNI: Una scossa di M3.3 si è verificata in quest’area questa mattina dopo il report di Dutch).

Un’altra zona che sarà probabilmente interessata è la Bosnia e la Serbia con un movimento attorno alla M4.8. L’Italia sarà eventualmente interessata con un movimento che potrebbe raggiungere la M4.8 nel nord Italia.

A sud dell’Islanda vedremo infine una scossa superiore alla M5 così come alle Azzorre dove probabilmente potrebbe essere sulla M4 in quanto parte della pressione verrà rilasciata in scosse minori lungo il confine delle placche.

Previsione Europa 29 Dicembre 2018

Previsione Europa 29 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 28 Dicembre – Dutchsinse

Una scossa di M4.2 si è verificata nel nordest Iran, la spinta per questa scossa proviene dalle numero scosse non riportate in Cina e Mongolia, cortesia delle agenzie, oltre alle scosse in Nepal e Hindukush.

In Europa, dopo il movimento con eruzione dell’Etna la pressione sismica si è diffusa lungo tutto il confine delle placche Italiano, che termina sulle Alpi Occidentali.

Nella normale sequenza di trasferimento della pressione, dopo la Manica, anche l’Islanda ha visto i movimenti previsti con una scossa di M5.2 poi ridotta a M4.7 probabilmente per motivi statistici. Questa scossa, come già detto, è il riaccumulo di tutte le spinte in Grecia e Italia e come sempre (DNI: nella loro voluta cecitudine), gli esperti continuano a scambiare questi movimenti come segnali di un’eruzione imminente mentre è chiaramente visibile nell’immagine sotto come la pressione si trasferisca verso i punti di rilascio finali nel Nord Atlantico.

Scosse Europa 27-28 Dicembre 2018

Scosse Europa 27-28 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 27 Dicembre – DNI

Nelle ultime ore in in Turchia e in Europa abbiamo assistito a numerose scosse sulla M4. La Turchia ha visto una scossa di M4.1 probabilmente causata dall’arrivo della pressione dopo il transito lungo il mar Rosso e il confine delle placche. Il Sud della Grecia ha subito una serie di scosse nella parte meridionale di M3 ed M4. Anche il Canale della Manica sulla costa Francese ha visto l’arrivo della pressione dopo i movimenti sulla M3 dei giorni scorsi nell’est e sud Europa.

Oceano Indiano 23-26 Dicembre 2018

Oceano Indiano 23-26 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Scossa Profonda Eolie 27 Dicembre 2018

Scossa Profonda Eolie 27 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

In Italia, oltre ai movimenti per l’eruzione dell’Etna e delle scosse sulla M2 al centro, si è verificata una scossa profonda di M3.5 a 226 km di profondità nella zona delle Isole Eolie, questo movimento è in grado di generare una spinta per una scossa superficiale fino a M4.1.

Questa spinta potrebbe scaricarsi nuovamente nell’eruzione risparmiando le zone circostanti lungo il confine delle placche.

Aggiornamento 26 Dicembre – Dutchsinse

Nota DNI: Come sappiamo bene una scossa di M5.1 si è verificata in Sicilia nella zona dell’Etna. Cosa causa una scossa di questo tipo? La scienza con la s minuscola ci insegna che, non avendone idea, hanno fatto dei calcoli e il risultato è che è casuale. In reltà, quello che viene considerato teoria della cospirazione, conosciuto centinaia di anni fa al tempo dell’Inquisizione come eresia, ci dice che il Pianeta non è una cosa inanimata, che non c’è la casualità e che le scosse sul globo vengono volontariamente omesse, “per ragioni scientifiche” chiamate anche Materialismo Scientifico. Dopo questa introduzione ecco l’analisi di Dutch.

Se consideriamo la forza sismica come un fiume che scorre su un determinato percorso, per comprendere quello che arriverà a valle occorre guardare a monte. In Europa, come oramai più che ampiamente dimostrato, la pressione sismica proviene da est, dalla Penisola Arabica e Mar Rosso, dall’Hindukush, dalla Cina e Mongolia e anche dalla Russia. Purtroppo in queste ultime tre aree le scosse non vengono riportate in modo accettabile nel feed e quindi è difficile fare un’analisi dettagliata e prevedere l’evoluzione delle scosse. Questa spinta sismica transita lungo il confine delle placche, zone di minore resistenza, e notoriamente uno di questi confini percorre l’Italia da sud verso nord.

Nota DNI: È fondamentale, per capire quello che potrebbe accadere in Europa e in Italia, avere una visione precisa di quello che avviene nelle aree citate sopra, Cina, Mongolia, Russia… cosa abbastanza difficile in quanto le scosse non vengono riportate nel feed… per decisione dei quakkademici, forse pagati dall'”europa”? Su questo argomento consigliamo questa curiosa lettura: Niente Soldi Alla Ricerca.

L’attività di M5 che improvvisamente si sta verificando in Sicilia, inclusa l’eruzione dell’Etna, si sta manifestando per lo stasso motivo per cui la Romania-Serbia ha subito una scossa di M4, lo stesso della serie di scosse di M3 che vediamo in tutta Europa e Nord Africa, includendo una rara scossa di M3.1 a 400 Km di profondità nella Svezia Centrale: la spinta sismica di M5 proveniente da est (Nota DNI: Vogliamo ribadire di nuovo che è difficilmente quantificabile per omissione di dati) che si trasferisce percorrendo il confine delle placche.

Dopo la scossa in Svezia è possibile che una ulteriore scossa si verifichi tra Norvegia e Islanda sulla M4.0.

In Europa ci sono stati ulteriori movimenti, delle scosse sulla M3 in Croazia e una diffusione di M2 e M3 in tutta la parte orientale. Il transito verso i punti di rilascio nell’Atlantico è continuato con scosse di M2.0 e M3.6 al largo delle coste del Portogallo.

La spinta verso il Mediterraneo proviene anche dall’Oceano Indiano dopo la scossa di M4.9 avvenuta nell’Oceano Indiano il 22/12.

In seguito a tutti i movimenti di questi giorni ci aspettiamo ora dei movimenti al Polo Nord della somma di tutte le pressioni rilasciate in Europa e probabilmente sulla M5 alta.

Nota DNI: Dato il potente rilascio di pressione in atto in Sicilia anche attraverso l’eruzione, fino a che questa rimane attiva le altre zone dell’Italia dovrebbero essere al riparo da movimenti significativi anche per le seguenti onde di pressione sismica in arrivo.

Scosse Sicilia 26 Dicembre 2018

Questa immagine mostra la serie di scosse avvenute a est della Sicilia negli ultimi giorni, se si totalizzano tutte le magnitudo delle scosse avvenute in precedenza al movimento Italiano (marcate in rosso, aggiungendo 0.1 per ognuna) si supera la M5 e questo è quello che si è verificato.

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Scosse Europa 23-26 Dicembre 2018

Scosse Europa 23-26 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 24 Dicembre – DNI

Una scossa di M5.6 si è verificata ieri sera in Nepal; in Cina e Mongolia si sono verificate nelle ultime 24 ore numerose scosse sulla M4 di cui solo una viene riportata nel feed. Questi movimenti ci danno il dato della magnitudo dell’onda sismica in trasferimento verso ovest. Nell’immagine sotto si nota come la zona dell’Hindukush sia rimasta silenziosa e rappresenta il punto di fulcro che vedrà molto probabilmente una scossa sulla M5 a breve.

alignleft Paul Natale

La precedente onda sismica continua a manifestarsi in Iran, con una scossa di M4, e anche in Europa con una scossa di M4.0 avvenuta a Creta in nottata. Questa nuova spinta ha continuato poi nelle solite direzioni con movimenti di M3.2 ancora una volta nella zona del Bosforo e in Italia con uno sciame in Sicilia con il top di M3.1.

Il Centro Italia è rimasto abbastanza calmo con una scossa isolata di M2.3 avvenuta poso a sudest di Roma in prossimità del Lago di Nemi.

Movimenti sulla M3 si sono verificati anche in Albania, tra Francia e Italia, sui Pirenei e in Algeria, questi però sono l’espansione della spinta sismica dell’onda precedente dopo la scossa di M4.9 in Grecia di qualche giorno fa.

Scosse Europa Asia 23-24 Dicembre 2018

Scosse Europa Asia 23-24 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 23 Dicembre – Dutchsinse

Nella zona tra Giava e Sumatra in Indonesia, dove esisteva il famoso Krakatoa e ora area del vulcano Krakatao, si è verificata una potente esplosione che ha lanciato una nube vulcanica nella Stratosfera a 55.000 ft. di altezza, abbondanti 16 km. Questa zona era in allarme da circa una settimana (dal 17 Dic.) per questo forte movimento previsto tra M6 e M7. Come saprete si è verificato uno tsunami con vittime e chiaramente danni. Nessuna scossa è stata ancora riportata relativa a questo movimento.

Nota DNI: Lo tsunami secondo alcune fonti è stato generato da una massiccia frana sottomarina con l’onda, stimata di 1 metro, avvenuta durante l’alta marea e luna piena che ne hanno aumentato la potenza. Mah…

Krakatao Dicembre 2018

Krakatao Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

In Europa dope le scosse superiori alla M4 in Grecia e il movimenti in Italia la forza sismica ha continuano nel suo trasferimento. Nei Pirenei abbiamo visto una scossa di M2.7 che è la somma della spinta proveniente dall’Italia, è probabile che scosse sulla M3 colpiscano il Portogallo e poi le Azzorre.

In Grecia sono continuate le scosse sulla M3 media nella zona delle Isole Ionie mentre come prevedibile ci aspettiamo che dei movimenti si verifichino nella zona della S della crosta indicata nell’immagine dalla freccia rossa che gira in Romania verso la Polonia. Questa zona è in allarme per movimenti sulla M4 nei prossimi giorni. Verso la Manica in seguito è probabile che si verifichino dei movimenti sulla M3.

Nota DNI: Come previsto da Dutch al confine tra Romania e Serbia si è verificata una scossa di M4.1 oltre ad altre scosse di M3.

Scosse Europa 22-23 Dicembre 2018

Scosse Europa 22-23 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 21 Dicembre – DNI

Dopo le scosse superiori alla M4 prima verso Cipro poi nella zona del Bosforo in Turchia e il M4.9 in Grecia a sud delle Isole Ionie e nonostante il grande rilascio di pressione in Italia con le scosse di ieri e oggi tutte equidistanti tra loro, si è verificata infine in Italia la scossa prevista di M4.0 poi ridotta a piacimento dai soliti scienziati a M3.6.

La zona è quella al confine nord di Marche e Umbria, quindi leggermente a nord dell’area prevista ma ampiamente all’interno dei 230 km di raggio della tolleranza della previsione.

Scossa M4 Italia 21 Dicembre 2018

Scossa M4 Italia 21 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 21 Dicembre – Dutchsinse

Una forte scossa di M7.3 si è verificata nella Penisola della Kamchatka ieri sera alle 18 Italiane, questa è la seconda scossa di M7 nella zona negli ultimi 20 giorni. Il Giappone e l’Alaska sono ora sotto osservazione per potenziali scosse superficiali ma di magnitudo inferiore per il fatto che questa è una scossa superficiale. Anche Cina e Russia probabilmente vedranno movimenti sulla M6 ma non li vedremo probabilmente riportati del feed dei nostri amici quakkademici. Da notare che la scorsa settimana nella parte opposta del Pianeta, alle isole South Sandwich, si era verificata una scossa di M7.2.

Nota DNI: Nell’Hindukush ieri sera si è verificata una scossa, superficiale, di M5.1 seguita poco dopo da una M4.6, queste scosse sono il risultato del trasferimento di pressione dalla Cina e Russia, zone in cui le “agenzie” hanno deciso di non riportare le scosse al pubblico ma che Dutch ci mostra essere continuamente presenti.

In Iran ieri sera si è verificata una scossa di M4.0 sulle coste del Golfo Persico nella zona di fulcro evidenziata ieri. La pressione ha continuato verso ovest con scosse sulla M3 alta nella zona a nord del Mar Caspio e nella zona est della Truchia.

In Europa tra Cipro e Creta sulla confine delle placche, questa mattina si è verificata una scossa di M4.3, questa testimonia il tresferimento verso il Mediterraneo Centrale di questa spinta da est. La zona delle Ionie poco dopo ha subito un movimento di M3.7.

In Italia sta continuando il rilascio con scosse diffuse lungo tutto il confine delle placche con una scossa di M3.1 a sud delle Isole Eolie più altre lungo tutta la penisola sulla M2 alta. Probabilmente tutti questi rilasci eviteranno la scossa di M4 prevista.

La pressione, nel suo cammino verso i punti di rilascio finale nel Nord Atlantico ha raggiunto anche il Portogallo e l’Islanda con scosse sulla M3.

Scosse Europa 20-21 Dicembre 2018

Scosse Europa 20-21 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 20 Dicembre – Dutchsinse

Nota DNI: Purtroppo per vari motivi non siamo stati in gradi di aggiornare gli ultimi report di Dutch, riprenderemo da quello di ieri sera.

In Iran è in atto una allarme per una scossa sulla M5 o anche superiore nella zona sud ovest al confine con l’Iraq, un chiaro punto di fulcro dove negli ultimi giorni non si sono verificate scosse

In Europa una scossa di M4.9 si è verificata in Grecia tra Creta e le Isole Ionie, la previsione per questa zona era per un M5 e la scossa si è verificata all’interno della circonferenza di 230 km da Creta quindi è una previsione azzeccata. Questa spinta proviene come sempre da est dove nei giorni precedenti si sono verificate una serie di scosse sulla M3 alta e M4. Il totale di tutte queste pressioni ha causato questo ultimo movimento di M4.9 sul confine delle placche Africana ed Europea.

La forza sismica da est che ha rilasciato una parte in Grecia è probabile che si trasferisca ora lungo la linea di confine delle placche in Italia. Il punto di fulcro tra la scossa Greca e la fine del confine tra Torino e Milano cade nella zona che va da Norcia a Campobasso dove è possibile una scossa fino alla M4.

Scosse Europa 17-20 Dicembre 2018

Scosse Europa 17-20 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Nota DNI: Dopo il M4.9 Greco avvenuto ieri sera, in Italia abbiamo visto una serie di movimenti sulla M2 lungo tutta la linea di confine.

Occorrono 10 scosse di M2 per uguagliare un M3, stessa cosa 10 M3, in quanto a pressione, eguagliano un M4. In base a questo rapporto la forza rilasciata nelle ultime ore sul confine delle placche Italiano si avvicina alla M3.

Sempre dopo la scossa Greca si sono verificate altre scosse alle Ionie e un M4.4 nella zona del Bosforo.

Scosse Italia 20 Dicembre 2018

Scosse Italia 20 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 16 Dicembre – DNI

L’onda di pressione sismica da est dopo aver lasciato sul margine delle placche vaire scosse sulla M3 alta in Iran, a Cipro e in Turchia nord occidentale ha raggiunto la Grecia dove nella solita zona delle Isole Ionie la spinta si è nuovamente accumulato creando un movimento di M4.9 avvenuto questa mattina e corredato di uno sciame. Qualche ora dopo questa scossa la spinta si è manifestata nell’Egeo del nord con una M4.3. E’ possibile che la Romania veda un movimento sulla M4.

L’Italia ha visto dei movimenti sulla M2 lungo a nord e a sud mentre nella zona delle Eolie si è verificata una scossa profonda a 253 km di M2.9, la spinta di questa scossa è di circa 0.5 quindi è possibile che nelle zone circostanti si verifichi tale scossa nei prossimi giorni.

Scosse Europa 14-16 Dicembre 2018

Scosse Europa 14-16 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 14 Dicembre – Dutschsinse

In Europa sono continuate le scosse in Grecia con una serie di movimenti sulla M3. In Italia si sono verificati dei movimenti sulla M2 nella zona di fulcro e uno sciame minore si sta verificando sulle Alpi occidentali.

Il Nord Atlantico e l’Islanda, punti di rilascio finale, hanno infine visto i movimenti aspettati con una scossa di M5.0 a sud dell’Islanda e una di M3.0 sull’Isola.

Scosse Italia 13-14 Dicembre 2018

Scosse Europa 13-14 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Dicembre – Dutschsinse

In Pakistan si è verificata una scossa di M4.7 dovuta al trasferimento dalle varie scosse non riportate in Cina. E’ possibile che questa onda continui ora verso l’Iran in cui nella parte centrale si è creata una zona di fulcro.

Nota DNI: La scossa prevista in Iran da Dutch si è verificata, di magnitudo M4.1, a circa alle 5 di mattina  italiane nella parte centrale a sud. Alle Isole Ionie in Grecia una nuova scossa di M4.9 si è verificata questa mattina, alle 7 circa, oltre a un continuo sciame di M2 e M3. In Italia da questa mattina si sono verificati dei movimenti in Sicilia, il più forte di M3.5 alle 5 italiane, gemella di quella di M3.4 nel sud della Spagna verificatasi alle 7 italiane. Quest’ultima mostra come la forza sismica si trasferisca lungo il confine della placca sule coste Africane e che come tutta la linea di confine venga sollecitata quasi contemporaneamente. Altre scosse sulla M2 si sono verificate lungo la parte nord del confine delle placche che finisce in Italia. Se la pressione transitasse verso l’Italia dopo questo ultimo M5 in Grecia potrebbe manifestarsi nella zona a sud dello stivale sulla M3 alta.

Scosse Italia 12 Dicembre 2018

Scosse Europa 13-14 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 13 Dicembre – DNI

Anche l’Italia ha subito, come le altre zone in Europa, il suo movimento sulla M3 in Sicilia orientale, ora i confini della placche hanno tutti subito una simile sollecitazione. Sembrerebbe come se la pressione in arrivo, prevista sulla M4, sia in realtà arrivata a manifestarsi con una serie di scosse diffuse di magnitudo inferiore.

Ora vedremo se continuerà a mantenere la stessa magnitudo quando raggiungerà il Nord Europa e verso la fine della settimana i movimenti verso l’Islanda, che potrebbero ora essere verosimilmente sulla M4.

Scosse Italia 12 Dicembre 2018

Scosse Europa 11-12 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 12 Dicembre – Dutchsinse

In Europa e Mediterraneo continua la distribuzione della forza sismica nelle varie zone dei confini e fratture delle placche. Dopo la scossa di ieri in Marocco nella zona di Gibilterra oggi si sono verificate altre scosse sulla M3 sulle coste del del sud della Francia e nuovamente in Romania.

In Italia sono continuati anche qui dei movimenti con una magnitudo di M2 bassa.

Scosse Europa 11-12 Dicembre 2018

Scosse Europa 11-12 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 11 Dicembre – Dutchsinse

Questa notte alle Isole South Sandwich a sud est della Terra del Fuoco si è verificata una forte scosse di M7.1. La zona era una di quelle in allarme nella previsione settimanale. La pressione per questa scossa proviene dalle scosse profonde dalle scosse di M6 profonde dei giorni scorsi nel Pacifico occidentale.

In Iran si sono verificate due scosse superiori alla M4 esattamente ai punti intermedi delle scosse dei giorni scorsi.

In Europa un forte sciame si è verificato nell’Egeo del nord con le scosse più forti fino alla M4.0, probabilmente questa è l’onda che si espanderà verso Bosnia Croazia Slovenia e nell’Italia del sud con scosse fino alla M4. Il blocco della pressione in Grecia, dopo la scossa di M6.2 di un mese fa, ancora persiste e sembra continuare a deviare la forza sismica verso i Balcani e il Mediterraneo.

Una scossa di M3.2 ha colpito lo stretto di Gibilterra in Marocco, questa scossa è esattamente dall’altra parte della placca rispetto alla Romania dove si è verificata ieri una scossa gemella di M3.2.

Nota DNI: Una serie di scosse sulla M2 alta si sono verificate fra Francia e Italia sulla costa del Mediterraneo e anche più a sud tra Francia e Spagna. Anche questa volta, mettendo anche le altre scosse di M2 bassa al centro, sembra che la pressione venga rilasciata in piccole scosse sparse lungo il confine delle placche.

Previsione 10-16 Dicembre 2018 Europa

Previsione 10-16 Dicembre 2018 Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 10 Dicembre – Dutchsinse Previsione 10-16 Dicembre

Una nuova onda di pressione sismica è prevista in arrivo dalla Cina dopo le scosse profonde nel Pacifico del nord. L’Iran al confine sud con il Pakistan vedrà quindi una scossa di M5.3 in quanto la parte a nord ha già visto una scossa di M4.5 oggi.

Questa onda di pressione si manifesterà tra Cirpo e in Turchia sulla costa del Mediterraneo con un movimento sulla M5, questo è il punto intermedio tra le scosse in Iran e quella a Creta dei giorni scorsi.

Dopo questi movimenti l’onda raggiungerà l’Europa meridionale e l’Italia del sud, in una zona che comprende dalla punta della Calabria fino al Molise, potrebbe vedere una scossa fino a M4.5. Una scossa simile è possibile anche in Croazia o Slovenia. Se la forza da est fosse molto superiore alla M5, fino a M5 alta, allora anche la Romania potrebbe vedere dei movimenti sulla M3 alta.

Nel nord Europa dopo i movimenti in Romania dei giorni scorsi la zona di confine tra Germania e Olanda potrebbe vedere dei movimenti sulla M3. Anche in Inghilterra del sud è possibile un movimento, dopo le scosse nella Francia centrale.

Infine l’Islanda vedrà dei movimenti sulla M5 o della magnitudo che si verificherà a Cipro, questo verso la fine della settimana.

Previsione 10-16 Dicembre 2018 Europa

Previsione 10-16 Dicembre 2018 Europa

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 8 Dicembre – DNI

Continua la spinta da est nel Mediterraneo a sud di Creta, oggi si è verificata una scossa di M4.7 che probabilmente terrà in moto i movimenti alle Isole Ionie. Questa forza in transito molto probabilmente andrà verso i Balcani dove potremmo vedere delle scosse vicine alla M4 in Romania come nei giorni precedenti.

In Italia oggi si sono verificati dei movimenti di M2.8 al confine con la Francia, uno uGuale di M2.8 a sud ovest della Sicilia e un M2.9 al largo della punta della Calabria. La Toscana ha subito una scossa di M2.1.

Questi sono i movimenti causati probabilmente dalla scossa profonda di ieri, in pratica ha messo in agitazione tutto il confine delle placche, è possibile che in Italia ci sia qualche altro movimento vicino alla M3 nei punti intermedi di queste ultime scosse.

Scosse Europa 8 Dicembre 2018

Scosse Europa 8 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 7 Dicembre – Dutchsinse

In Europa poco a sud di Creta si è verificata una scossa di M4.6 come conseguenza dell’onda di forza sismica da est. Movimenti sulla M2 sono continuati anche alle Ionie e in Turchia centrale.

In Italia si sono verificate delle scosse profonde la più forte di M3.4 a 423 km di profondità e la minore di M2.7 a 217 km. Da queste scosse è possibile che venga la spinta per una scossa superficiale di M4.2 e la zona possibile è l’Italia centrale.

Scosse Europa 7 Dicembre 2018

Scosse Europa 7 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 5 Dicembre – Dutchsinse

Dopo la potente scossa di M7.5 in Nuova Caledonia nel Pacifico Occidentale continuano i movimenti profondi con una nuova scossa di M5.3 nella zona delle Fiji a 625 km di profondità.

La spinta dalla Cina e dall’India sta per raggiungere l’Hindukush con una possibile scossa sulla M5. In Iran si sono verificate negli ultimi giorni varie scosse, i punti intermedi tra queste scosse vedranno dei rilasci di pressione in base alla forza che si manifesterà in Iran.

In Europa una scossa di M3.8 si è verificata in Romania nei Carpazi.

Una scossa di M3.4 si è verificata in Istria, una zona in cui era previsto questo movimento. Altri movimenti simili si sono verificati sui Pirenei.

Nell’Egeo centrale si sono verificati dei movimenti vicini alla M3 mentre nelle Isole Ionie continuano i vari movimenti di assestamento con movimenti fino alla M3 media. Potrebbe sembrare che questa spaccatura alle Ionie influisca sui movimenti della forza sismica dirigendola verso nord est e verso il Mediterraneo centrale, in pratica potrebbe agire come un blocco, una diga, che fa passare l’acqua sui fianchi.

Scosse Europa 4-5 Dicembre 2018

Scosse Europa 4-5 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 4 Dicembre – DNI

Ieri in Iran si è verificata nella zona del Golfo Persico una scossa di M4.4, questa sera una scossa simile si è avuta nella parte est del Mar Caspio.

Una serie di movimenti sulla M3 si sono verificati oggi in Turchia e sulla M2 in Grecia. Dopo la scossa sulla M4 di due giorni fa oggi la pressione ha raggiunto la Polonia occidentale con un M3.8, poi M3.5. Scosse di questa magnitudo si sono verificate anche alle Azzorre. In Italia solo movimenti sulla M2 al centro e al sud.

Infine poco fa una scossa di M4.8 si è verificata esattamente al Polo Nord.

Scosse Europa 4 Dicembre 2018

Scosse Europa 4 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 2 Dicembre – Dutchsinse

Apparentemente una nuova di M5 sta arrivando verso l’Iran dalla Cina, (anche se non riportate nel feed) dove si sono verificati dei movimenti sulla M5 nel nordovest, è possibile che al confine sud Iran e l’Iraq si verifichi una scossa di M5.

In Europa dopo il movimento di M4.4 in Albania l’Italia ha visto dei movimenti sulla M3 al centro e una scossa di M2.6 a 270 km alle Eolie, oltre a una scossa in Corsica di sulla M3. Sempre sulla M3 alta anche in Polonia quindi da una magnitudo 4 siamo scesi a una di 3.

A seguito di questi movimenti si sono creati due punti intermedi, in Romania sulla curva della freccia rossa e in Croazia Slovenia, questi due potrebbero vedere delle scosse sulla M3 alta nei prossimi giorni. Anche in Italia nel nord ovest si è creato un’altro fulcro dove è possibile un movimento sulla M3.

Nota DNI: Dopo le scosse di M4 in Cina di cui sopra nel pomeriggio si sono verificate 3 scosse sulla M4 nell’Hindukush e in Pakistan.

Scosse 1-2 Dicembre 2018

Scosse 1-2 Dicembre 2018 e punti intermedi

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Aggiornamento 1 Dicembre – Dutchsinse

La Turchia è stata colpita da nuove scosse sulla M3, in questa zona si è cerata una zona di silenzio nella Turchia centrale. Dopo la scossa di m6.3 in Iraq è possible che questa zona veda un movimento sulla M5 nei prossimi giorni.

In Italia rimane il mistero della scossa di M5.3 riportata ieri mattina nel feed a circa 400 km di profondità nell’Adriatico Centrale, questa è stata poi rimossa dopo qualche ora. Questa scossa, se si fosse realmente verificata, sarebbe in grado di generare un movimento fino alla M6.

La scossa di M4.4 verificatasi in Albania ieri è stata causata dalle pressione in trasferimento dalla Grecia, avremo ora una diffusione della pressione sulla M4 nelle solite tre direzioni. Il nord Italia è in osservazione per una scossa fino alla M4, stessa cosa verso Romania e Bosnia Croazia.

Nota DNI: Le scosse di oggi pomeriggio sono state un M3.0 poco al largo di Ghisonaccia in Corsiaca, un M2.6 in Italia centrale e un M3.7 in Polonia verso il confine Tedesco, questo a confermare il trasferimento di pressione. Due scosse prossime alla M3 si sono verificate al largo delle coste del Portogallo, aspetteremo ora dei movimenti sulla M4 in Islanda e Atlantico del Nord.

Scosse Europa 1 Dicembre 2018

Scosse Europa 1 Dicembre 2018

Dutchsinse Previsione Terremoti Italia

Dutchsinse Previsore di Terremoti

Dutchsinse è una persona, Michael Janitch (di St. Louis Missouri), uno scienziato indipendente che sta studiando e insegnando temi legati alla geofisica. I suoi studi sono noti per essere controversi e provocatori.

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Genio

Gli uomini di genio sono incapaci di studiare in gioventù perché sanno inconsciamente che bisogna imparare tutto in modo diverso da come lo impara la massa.  

Lev Tolstoj

 

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 90% 90%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Fiore della Vita Sticker Pack

Fiore della Vita Sticker Pack - 10 Stickers - 5 Bianchi 5 Neri 9.5 x 9.5 cm

Pin It on Pinterest