De-Dollarizzazione Improvvisamente Significa Qualcosa

De-Dollarizzazione

Improvvisamente Significa Qualcosa

De-Dollarizzazione Improvvisamente Significa Qualcosa. Di Zero Hedge.

Da quello che sembra, da decenni alcuni paesi hanno lavorato per interrompere la loro dipendenza dal dollaro statunitense.

La Cina, la Russia e l’India hanno fatto accordi in cui accettano di usare le proprie valute per il commercio bilaterale mentre l’Europa, ovviamente, ha progettato l’Euro come riserva e mezzo internazionale di scambio.

Queste erano sfide al dominio del dollaro, ma non erano minacce mortali.

Quello che sta accadendo ultimamente, però, è molto più grave.

Questo ha anche un nome assordante: de-dollarizzazione. Ecco un estratto da un articolo molto più lungo dal “consulente strategico del rischio” F. William Engdahl:

Gioielli con Cintamani

Oro, Petrolio e De-Dollarizzazione?

Le Ampie Riserve d’Oro di Russia e Cina e il Mercato Cinese del Petrolio in Yuan.

La Cina, sempre di più sostenuta dalla Russia, sta lavorando per creare un’alternativa molto valida alla tirannia del dollaro americano sul commercio mondiale e nella finanza.

Wall Street e Washington non sono divertiti, ma non possono fare nulla per fermarli.

Fintanto che i trucchi sporchi di Washington e le macchinazioni di Wall Street sono riusciti a creare una crisi come quella che avevano nell’Eurozona del 2010 attraverso la Grecia, i paesi in surplus nel commercio mondiale come la Cina, il Giappone e la Russia non avevano alcuna alternativa pratica che acquistare più titoli di debito del governo statunitense con la maggior parte dei loro dollari commerciali eccedenti.

Dollari Americani

Dollari Americani

De-Dollarizzazione

Washington e Wall Street potrebbero stampare quantità infinite di dollari sostenuti dal nulla.

La Cina, la Russia e altri titolari di obbligazioni in dollari hanno veramente finanziato le guerre statunitensi che puntavano a loro, acquistando il debito degli Stati Uniti. Avevano poche opzioni alternative valide.

Emergono le Opzioni Alternative

BRICS

BRICS

De-Dollarizzazione

Ora, ironicamente, due delle economie straniere che hanno permesso al dollaro un’estensione di vita artificiale oltre il 1989, la Russia e la Cina, stanno cautamente svelando l’alternativa e più valida, una moneta supportata dall’oro, e potenzialmente molte valute simili che possono porre termine all’ingiusto ruolo egemonico del dollaro di oggi.

Per molti anni la Federazione Russa e la Repubblica Popolare Cinese hanno acquistato enormi quantità d’oro, in gran parte per aumentare le loro riserve valutarie della banca centrale che altrimenti sono tipicamente in dollari o in euro.

Fino a poco tempo fa non era chiaro il perché.

Per molti anni, nei mercati dell’oro, si è saputo che i maggiori acquirenti di oro fisico erano le Banche Centrali della Cina e Russia.

Quel che non era così chiaro era quale strategia avessero al di là di creare semplicemente fiducia nelle valute tra le crescenti sanzioni economiche e le bellicose parole di guerra commerciale scoreggiate da Washington.

Ora è Chiaro il Perché

Cina e Russia, uniti probabilmente dai loro principali paesi partner commerciali dei BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica), nonché dai loro paesi partner Eurasiatici dell’Organizzazione di Cooperazione di Shanghai (SCO) stanno per completare l’architettura di una nuova alternativa monetaria al mondo del dollaro.

Attualmente, oltre ai membri fondatori della Cina e della Russia, i membri di SCO includono il Kazakistan, il Kirghizistan, il Tajikistan, l’Uzbekistan e, più recentemente, l’India e il Pakistan.

Si tratta di una popolazione di ben 3 miliardi di persone, circa il 42% dell’intera popolazione mondiale, riuniti in una coerente, pianificata, pacifica cooperazione economica e politica.

Shanghai Cooperation Organisation

Shanghai Cooperation Organisation

De-Dollarizzazione

Dragone d'Oro Cinese

Dragone d’Oro Cinese

De-Dollarizzazione

Via della Seta Dorata

È chiaro che la diplomazia economica della Cina, come della Russia e il suo gruppo di paesi dell’Unione Economica Eurasiatica, è focalizzato molto sulla realizzazione di ferrovie ad alta velocità avanzate, porti, infrastrutture energetiche che intrecciano un vasto nuovo mercato che, entro meno di un decennio al ritmo attuale, oscurerà le potenzialità economiche dei Paesi OCSE economicamente stagnanti dell’UE e del Nord America.

Ciò che fino ad ora era di vitale importanza, ma non chiaro, era una strategia per liberare le nazioni dell’Eurasia dal dollaro e dalla loro vulnerabilità alle ulteriori sanzioni del Tesoro statunitense e alla guerra finanziaria basata sulla loro dipendenza dal dollaro.

Questo sta per accadere.

Al Vertice BRICS annuale del 5 Settembre a Xiamen, in Cina, il presidente russo Putin ha fatto una dichiarazione semplice e chiara della visione Russa del mondo economico attuale. Ha dichiarato:

“La Russia condivide le preoccupazioni dei paesi BRICS sull’inequità dell’architettura finanziaria ed economica mondiale, che non tiene conto del crescente peso delle economie emergenti.

Siamo pronti a collaborare con i nostri partner per promuovere le riforme del regolamento finanziario internazionale e per superare l’eccessiva dominazione di un numero limitato di valute di riserva “.

Di cui si sia a conoscenza, non è mai stato così esplicito sulle valute.

Se mettiamo questo nel contesto dell’ultima architettura finanziaria svelata da Pechino, diventa chiaro che il mondo sta per godere di nuovi gradi di libertà economica.

Futures del Petrolio Cinesi in Yuan

Secondo un rapporto della rivista Japan Nikkei Asian Review, la Cina sta per avviare un contratto di futures per il petrolio grezzo denominato in yuan Cinesi, che sarà convertibile in oro.

Questo, quando accoppiato con altre mosse messe in atto negli ultimi due anni dalla Cina, sta per diventare un’alternativa valida a Londra e New York, e diventa veramente interessante.

La Cina è il più grande importatore mondiale di petrolio, la maggioranza ancora viene pagata in dollari statunitensi. Se il nuovo contratto futures sul petrolio in Yuan ottiene un’ampia accettazione, potrebbe diventare il più importante benchmark di petrolio grezzo in Asia, dato che la Cina è il più grande importatore di petrolio al mondo.

Ciò avrebbe sfidato i due contratti di riferimento petroliferi dominati da Wall Street nei future del petrolio Brent del Mare del Nord e del Texas Occidentale che fino ad ora ha dato a Wall Street enormi vantaggi nascosti.

Petrolio

Petrolio

De-Dollarizzazione

Questa sarebbe stata una leva di manipolazione enorme che verrebbe eliminata dalla Cina e dai suoi partner petroliferi, tra cui in particolare la Russia.

L’introduzione di un contratto futures petrolifero scambiato a Shanghai in Yuan potrebbe cambiare l’equilibrio geopolitico del potere drammaticamente lontano dal mondo atlantico verso l’Eurasia.

Nell’Aprile del 2016 la Cina ha fatto una grande mossa per diventare il nuovo centro per lo scambio d’oro e il centro mondiale del commercio dell’oro, parliamo di oro fisico.

Pozzo di Petrolio Texano Zona di Terremoti

Pozzo di Petrolio Texano Zona di Terremoti

De-Dollarizzazione

La Cina è oggi il più grande produttore di oro al mondo, molto più avanti del membro BRICS Sud Africa, con la Russia numero due.

Ora se aggiungiamo il nuovo contratto di futures petroliferi scambiati in Cina in Yuan con il supporto dell’oro, questo porterà ad un drammatico spostamento da parte dei principali membri dell’OPEC, anche in Medio Oriente, a preferire Yuan convertibili in oro ai dollari gonfiati americani che portano a rischi geopolitici, come il Qatar ha sperimentato dopo la visita di Trump a Riyadh alcuni mesi fa.

In particolare, il gigante del petrolio di Stato russo, la Rosneft, ha appena annunciato che la società petrolifera statale Cinese, CEFC China Energy Company Ltd, ha appena acquistato una quota del 14% di Rosneft dal Qatar.

Tutto comincia ad adattarsi in una strategia molto coerente.

Nel Frattempo in America Latina

De-Dollarizazione. Il Venezuela smette di accettare i dollari per i pagamenti del petrolio

Apparentemente confermando ciò che Maduro aveva avvisato dopo le recenti sanzioni statunitensi, il Wall Street Journal riferisce che il Venezuela ha ufficialmente smesso di accettare i dollari USA come pagamento per le sue esportazioni di greggio.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha affermato giovedì scorso che il Venezuela ha intenzione di “liberarsi” dal dollaro americano la prossima settimana. Secondo Reuters, “il Venezuela sta mettendo in atto un nuovo sistema di pagamenti internazionali e creerà un cesto di valute per liberarci dal dollaro“. Non forniscono ultriori dettagli.

Maduro ha accennato più che il paese sudamericano avrebbe cercato di utilizzare il yuan invece.

Se ci perseguitano con il dollaro, usiamo il rublo russo, il yuan, lo yen, la rupia indiana, l’euro”, ha anche detto Maduro”.

Se combiniamo quanto sopra con l’emergere del Bitcoin e la sua famiglia come asset monetari preferiti di tecnici e libertariani, possiamo chiaramente vedere che il mondo monetario improvvisamente appare assolutamente multipolare.

Meditazione Per l'italia

È ora di intervenire e guarire l’Italia!

È tempo di prendere il destino del nostro mondo nelle nostre mani!

Ecco la nostra possibilità di accelerare collettivamente il processo.

Dobbiamo usare l’occasione dell’Equinozio del 22 Settembre per convogliare l’energia guaritrice della Fiamma Viola di saint Germain su Roma.

Facciamo diventare questa meditazione virale!

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

L'Odio

Se l'odio potesse essere trasformato in energia elettrica, potrebbe illuminare tutto il Pianeta.  

Nikola Tesla

 

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 90% 90%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Fiore della Vita Sticker Pack

Fiore della Vita Sticker Pack - 10 Stickers - 5 Bianchi 5 Neri 9.5 x 9.5 cm

Pin It on Pinterest