Congresso e Trump Guerra a Wikileaks?

Congresso e Trump Guerra a Wikileaks?

Congresso e Trump Guerra a Wikileaks? Di Ron Paul.

Il Comitato di Intelligence del Senato Americano ha recentemente approvato il suo Atto di Autorizzazione di Intelligence per il 2018 che contiene un attacco al primo emendamento.

La sezione 623 dell’atto esprime il “senso del Congresso” asserendo che WikiLeaks assomiglia ad un “servizio di intelligence ostile non statale spesso sostenuto da figure statali e dovrebbe essere trattato come tale“.

Questo linguaggio è destinato a delegittimizzare WikiLeaks, incoraggiare il governo federale a spiare su persone che lavorano con WikiLeaks e bloccare l’accesso al sito WikiLeaks.

Questa disposizione potrebbe anche giustificare l’invio di forze Statunitensi all’estero per arrestare il fondatore di WikiLeaks Julian Assange o altri membri di Wikileaks.

Gioielli con Cintamani

I critici di WikiLeaks sostengono che le notizie divulgate dall’organizzazione danneggiano la sicurezza nazionale Statunitense.

Tuttavia, questi critici non sono in grado di fornire un singolo esempio specifico delle azioni di WikiLeaks che danneggino il popolo americano. Invece WikiLeaks danneggia la reputazione di agenzie governative e politici.

Ad esempio, all’inizio di quest’anno WikiLeaks ha pubblicato informazioni sul programma di hacking della CIA.

Le informazioni non hanno rivelato alcun dettaglio sulle operazioni contro gli obiettivi stranieri, ma hanno fatto sì che il popolo americano sappia quanto sia facile per il governo intrufolarsi nei loro dispositivi elettronici.

Nell’ultimo anno, la maggior parte delle notizie che circondano WikiLeaks si sono concentrati sul trapelamento di email che mostrano come i democratici prominenti hanno lavorato per minare la campagna presidenziale del senatore Bernie Sanders.

 

La Verità Sta Arrivando e Non Può Essere Fermata

La Verità Sta Arrivando e Non Può Essere Fermata

Congresso e Trump Guerra a Wikileaks?

Al fine di deviare l’attenzione da queste rivelazioni, i democratici, aiutati dai loro alleati nei media e persino da alcuni repubblicani, hanno promulgato una teoria di cospirazione che incolpa gli hacker Russi che lavoravano per sconfiggere Hillary Clinton.

Anche se non ci sono prove che i Russi fossero dietro le fughe di notizie, molti in entrambi i partiti stanno ancora spingendo la narrativa del “è stato Putin“.

Ciò aiuta lo sforzo dello Stato Profondo e dei suoi alleati del Congresso e dei media a delegittimizzare le elezioni dello scorso anno, avanzare una nuova guerra fredda con la Russia e criminalizzare WikiLeaks.

Hillary Clinton

Hillary Clinton

Congresso e Trump Guerra a Wikileaks?

Se il governo ha successo nel bloccare WikiLeaks etichettandolo come un “servizio di intelligence ostile“, utilizzerà questa tattica per mettere a tacere anche altre organizzazioni e siti web.

L’obiettivo sarà quello di creare un clima di paura per garantire che nessuno osi pubblicare le rivelazioni di un futuro Edward Snowden o di Chelsea Manning.

Alcuni hanno suggerito che la critica della brutalità della polizia, dello Stato di sorveglianza, della Federal Reserve o addirittura delle spese federali in aiuto a “poteri stranieri ostili” indeboliscono la “fiducia nel governo” della gente.

Questa linea di ragionamento potrebbe essere usata per silenziare, in nome della “sicurezza nazionale“, siti critici dello stato di guerra per il benessere.

Etichettando WikiLeaks un “servizio di intelligence ostile” e legittimando così l’azione del governo contro l’organizzazione, la legge di autorizzazione dell’Intelligence del Senato minaccia la capacità dei whistleblower di informare il pubblico sui misfatti del governo.

Essa definisce anche un precedente che potrebbe essere utilizzato per limitare altri tipi di libertà di espressione.

Il presidente Trump dovrebbe rendere chiaro e dire che porrà il veto su qualsiasi disegno di legge che dà nuovi poteri del governo per zittire organizzazioni come WikiLeaks.

Se il presidente Trump sostiene la guerra a WikiLeaks, dopo che il candidato Trump ha proclamato il suo amore per WikiLeaks, sarà un’ulteriore prova di aver esternalizzato la sua presidenza allo Stato Profondo.

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

Violenza

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci.  

Isaac Asimov

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 75% 75%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest