Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi? Di Veterans Today.

Il Ministero della Difesa russo ha affermato che, secondo le informazioni, verificate attraverso vari canali, il leader dello Stato Islamico Abu-Bakr al-Baghdadi è stato ucciso a seguito di attacchi aerei condotti da aerei Russi nei pressi di Raqqa il 28 maggio.

Gli attacchi hanno preso di mira una riunione dei capi dello Stato islamici di alto rango in cui al-Baghdadi era stato riferito presenziasse. L’incontro era stato indetto per pianificare i percorsi per l’uscita dei militanti da Raqqa attraverso il cosiddetto “corridoio meridionale”.

Siria Racca Situazione 16 Giugno Mappa

Siria – Racca Situazione 16 Giugno Mappa

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Web Hosting

Tra i 30 comandanti di campo e i 300 militanti che sono stati uccisi nel’attacco c’erano l’emiro di Racca Abu al-Haji al-Masri, l’emiro Ibrahim al-Naef al-Hajj, che controllava il quartiere dalla città di Raqqa fino all’insediamento di es- Sohne e capo della sicurezza dello Stato islamico Suleiman al-Sawah.

Anche se al-Baghdadi non ha pubblicamente nominato un successore, due dei più stretti collaboratori che sono emersi come i suoi probabili successori nel corso degli anni sono Iyad al-Obaidi, il suo ministro della difesa, e Ayad al-Jumaili, il responsabile della sicurezza. Quest’ultimo,viene riferito, è stato ucciso in un attacco aereo nel mese di Aprile nella regione di al-Qaim al confine iracheno con la Siria.

Così, il più probabile successore di al-Baghdadi sarebbe al-Obaidi. Sia al-Jumaili che al-Obaidi avevano precedentemente lavorato come agenti di sicurezza nell’esercito baathista Iracheno sotto Saddam Hussein, e al-Obaidi è conosciuto per essere il vice de facto di al-Baghdadi.

Toyota LX100 Pickup Daesh

Toyota LX100 Pickup Daesh Nuove di Zecca

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Va notato, tuttavia, che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e il Pentagono non hanno confermato né la morte di al-Jumaili né di al-Baghdadi. I media mainstream si stanno facendo in quattro per dimostrare che al-Baghdadi è ancora vivo ed è stato nascosto nel deserto tra Raqqa e Mosul, con solo due delle sue guardie del corpo, in un camioncino.

Non è nell’interesse di Washington, al momento, di confermare la morte dei principali leader dello Stato Islamico, anche se hanno ricevuto rapporti credibili della loro morte, perché le truppe Americane e le milizie locali alleate hanno montato offensive contro le roccaforti dello Stato Islamico di Mosul e Raqqa che hanno causato una perdita colossale di vite umane.

Toyota LX100 Pickup Daesh e Mitragliatrice

Toyota LX100 Pickup Daesh Nuove di Zecca

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Le munizioni convenzionali e al fosforo bianco vengono utilizzate in grande quantità contro i residenti di entrambe le città, e l’opinione pubblica si sta rapidamente volgendo contro l’intervento mal concepito in Iraq e l’interferenza illegittima degli Stati Uniti in Siria con il pretesto di una guerra contro il terrorismo.

Secondo i media Russi e regionali, la US Air Force ha inondato Raqqa con fosforo bianco, e, allo stesso tempo, gli Stati Uniti hanno fornito una uscita di sicurezza per i jihadisti in modo da scappare attraverso il “corridoio meridionale” verso la zona ricca di petrolio di Deir al-Zor, che è contestato tra le truppe del governo Siriano, lo Stato islamico e i cosiddette militanti “moderati” sostenuti dagli stati Uniti.

Così, piuttosto che una guerra vera e propria per eliminare il terrorismo, la guerra condotta dagli Stati Uniti contro lo Stato islamico è svolta a essere una corsa per il territorio al fine di balcanizzare la Siria tra i curdi del nord, il governo siriano a ovest e gli Stati Uniti appoggiati dai militanti arabi sunniti nella parte orientale, ricca di energia.

Pertanto, non è nell’interesse di Washington per verificare l’eliminazione di vertici dello Stato Islamico, anche se ha ricevuto rapporti credibili per l’effetto, perché lo spauracchio di al-Baghdadi deve essere mantenuto in vita fino a quando gli Stati Uniti raggiunge i suoi obiettivi strategici in Siria e in Iraq .

Escludendo al-Baghdadi e alcuni dei suoi collaboratori islamici intransigenti, il resto dei vertici di Stato Islamico è composto da funzionari dell’era militare e dell’intelligence di Saddam. Secondo una informativa di Associated Press, centinaia di ex-baathisti costituiscono la struttura superiore e mediana di comando dello Stato Islamico e sovrintendono tutte le operazioni e la strategia militare.

Bombe al Fosforo Coalizione USA in Siria

Bombe al Fosforo Coalizione USA in Siria

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Così, a parte l’addestramento e le armi che sono stati forniti ai militanti sunniti nei campi di addestramento situati sulle regioni di confine Turche e Giordane da parte della CIA, in collaborazione con i Servizi Segreti Turchi, Giordani e Sauditi, l’unico altro fattore che ha contribuito al successo stellare dello Stato Islamico è che i suoi primi quadri sono composti da ufficiali militari e dei servizi segreti professionali dell’epoca di Saddam.

Inoltre, è un fatto indiscutibile che il morale e l’ideologia svolgono un ruolo importante in battaglia, e i lettori ben informati devono anche essere consapevoli del fatto che il marchio Takfiri della maggior parte dei jihadisti in questi giorni è direttamente ispirato alla ideologia puritana wahhabita-salafita dell’Arabia Saudita, ma l’ideologia da sola non è sufficiente per avere successo in battaglia.

Guardando ai guadagni sorprendenti dello Stato Islamico in Siria e in Iraq nel 2014, una domanda che ci si pone è dove ottenga le armi, tutto l’addestramento state-of-the-art, che sono di importanza fondamentale in guerriglia non solo per l’hit-and-run, ma anche per la cattura e la detenzione di ampie fasce di territorio?

Gli esperti della Siria di politica estera sembrano anche essere abbastanza “preoccupati”, in questi giorni, del fatto che i jihadisti dello Stato Islamico ottengono tutte quelle armi sofisticate e in particolare quei fantastici Toyota pick-up nuovi con montate le mitragliatrici sul cassone, colloquialmente nota come “the Technicals” tra i jihadisti. Dove le prendono?

Secondo un rapporto rivelatore del Dicembre 2013 da un giornale affiliato con il governo degli Emirati Arabi Uniti, che sostiene l’opposizione Siriana, è chiaramente detto che insieme agli AK-47, RPG e altri attrezzi militare, il regime Saudita prevede anche mitragliatrici montate su pick-up Toyota per ogni lotto di cinque jihadisti che hanno completato la loro formazione nei campi di addestramento situati nelle regioni di confine della Giordania.

RPG Ruchnoy Protivotankovyj Granatomjot Lanciagranate Portatile Anticarro

RPG Ruchnoy Protivotankovyj Granatomjot Lanciagranate Portatile Anticarro

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Una volta che questi militanti attraversano il confine a Daraa e a Quneitra nel sud della Siria, quei Toyota pick-up possono facilmente viaggiare fino a Raqqa e Deir al-Zor e da lì a Mosul e Anbar in Iraq.

Inoltre, è chiaramente espresso nella relazione che i militanti Siriani ottengono armi e addestramento attraverso un centro di comando segreto con sede di intelligence ad Amman, in Giordania che è stato composto da funzionari militari di alto rango provenienti da 14 paesi, compresi gli Stati Uniti , le Nazioni Europee, Israele e gli Stati Arabi del Golfo per condurre una guerra segreta contro il governo in Siria.

Nonostante, al fine di creare una parvenza di obiettività e di equità, i responsabili politici e gli analisti americani sono sempre disposti ad accettare la colpa per gli errori del passato che non hanno alcuna attinenza con il presente, tuttavia, qualsiasi fatto che incide sulla loro politica attuale è convenientemente messo da parte.

Guerra in Siria Palmira

Guerra in Siria Palmira

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

Nel caso della creazione dello Stato islamico, per esempio, gli analisti di politica degli Stati Uniti sono disposti ad ammettere che invadere l’Iraq nel 2003 è stato un errore che ha radicalizzato la società irachena, esacerbato le divisioni settarie e ha dato vita a una rivolta sunnita implacabile contro le politiche pesanti e discriminatorie del governo Iracheno dominato dagli Sciiti.

Similmente, i commentatori politici dell’epoca della “guerra al terrore” accettano “generosamente” il fatto che la politica di Guerra Fredda di nutrire al-Qaeda e miriadi di Afghani cosiddetti “combattenti per la libertà” contro l’ex Unione Sovietica è stato un errore, perché tutti questi fatto compiuti non incidono sulla loro politica attuale.

Gli spin-doctors dei media corporativi convenientemente dimenticano, tuttavia, che la creazione dello Stato islamico e le miriadi di altri gruppi jihadisti Sunniti in Siria e in Iraq ha molto a che fare con l’invasione unilaterale dell’Iraq nel 2003 sotto l’amministrazione Bush come lo sono state le azioni della politica dell’amministrazione Obama di finanziamento, inserimento, formazione e legittimazione a livello internazionale dei militanti arabi Sunniti contro il regime siriano Sciita dal 2011 in poi, sulla scia delle rivolte della primavera araba in Medio Oriente e nel Nord Africa.

 

Russi in Siria

Russi in Siria

Chi Rimpiazza Ora Al Baghdadi?

In realtà, la causa maggiore dietro l’ascesa dello Stato Islamico, al-Nusra, Ahrar al-Sham, Jaysh al-Islam e di numerosi altri gruppi militanti arabi Sunniti in Siria e in Iraq è stata la politica dell’amministrazione Obama di intervento tramite proxy in Siria.

Il confine tra la Siria e l’Iraq è molto poroso e mal custodito. La politica dell’amministrazione Obama di coltivare militanti contro il regime di Assad in Siria è stata destinato ad avere il suo ritorno di fiamma in Iraq, prima o poi. Pertanto, non appena lo Stato Islamico consolidò i suoi guadagni in Siria, ha tracimato a Mosul e Anbar in Iraq nel primi mesi del 2014, da dove gli Stati Uniti avevano ritirato le loro truppe solo un paio di anni prima, nel Dicembre 2011.

E ora, gli abitanti miserabili di quelle regioni sono ancora una volta in prima linea di fuoco da parte dello Stato Islamico, esplosioni suicide e autobomba da un lato, e il bombardamento di artiglieria sostenuto dagli Stati Uniti, bombardamenti aerei e fosforo bianco, dall’altro.

Deir Ezzor

Aggiornamento

Spinta Finale

Aggiornamento

Feroci Battaglie

Aggiornamento

Siria Iraq

Aggiornamento

Israele Al-Qaeda

Supporto Contro SAA

Raket Afghanistan

A chi Giova la Guerra?

Liberazione di Palmira

Aggiornamento

La Battaglia per Raqqa

Proxy USA - Daesh - Russia

Bombe su Daesh

I Terroristi in Fuga

Spinta Verso Racca

Iniziala la Battagglia

Al-Baghdadi

Chi lo Rimpiazza?

Aggiornamento

Siria

Rapida Avanzata

Siria

Guerra in Libia

Siria e Crisi Qatar

Siria Iraq

Aggiornamento

Razzi Usa Pronti

Ma Perché non Contro ISIS?

USA Contro Siria

Ma Perché non Contro ISIS?

Idlib False Flag

Altri Sono in Arrivo

Guerra in Siria

Da Ottobre a Maggio 2017

Rebranding

I Terroristi si Rinominano

Caos Siria

Aggiornamento

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Dadi

Dio non gioca mai a dadi con l'Universo.

Albert Einstein

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 9% 9%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest