Caduta Di Israele Potrebbe Essere Imminente

Caduta Di Israele Potrebbe Essere Imminente

La Nato Revoca La Protezione

Caduta Di Israele Potrebbe Essere Imminente La Nato Revoca La Protezione. DI Ben Fulford.

Nota DNI: Buttiamo là questo pezzo di Ben, Elevato Discernimento è quello che consigliamo, è un buon allenamento 🙂 Tutte queste fonti e il WDS chissà…

I cambiamenti tettonici nel paesaggio geopolitico continuano a un ritmo vertiginoso in tutto il mondo mentre i mob Satanici Khazariani vengono sistematicamente rimossi da tutti i centri di potere del mondo, diverse fonti concordano.

La situazione è andata così avanti che il grande Kahuna Khazariano, Israele, potrebbe presto essere liberato dai Satanisti, dicono fonti del Pentagono.

In Europa i cambiamenti di governo della scorsa settimana in Italia, Spagna e Slovenia fanno sì che solo una parte di Francia, Germania e Olanda rimanga sotto il controllo Khazariano, dicono le fonti.

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

La liberazione dell’Occidente è necessaria per garantire che i negoziati Est/Ovest che si terranno a Singapore la prossima settimana non si traducano in un ordine mondiale con una Cina che sostituisca la Mafia Khazariana nel mondo, dicono le fonti.

Cominciamo guardando la situazione in Israele dove il leader satanista Benjamin Netanyahu, come il suo predecessore Adolf Hitler, è ora rintanato in un bunker mentre si prepara alla sua inevitabile sconfitta.

La dichiarazione pubblica rilasciata la settimana scorsa dal Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg, secondo cui l’alleanza non sarebbe arrivata a difendere Israele in caso di attacco da parte dell’Iran, è stato un segno visibile dell’imminente cambiamento di regime in Israele.

Cintamani Maggio 2018 Metà Prezzo

Ancora più importante è ciò che non è stato detto, secondo le fonti del Pentagono, secondo cui “la NATO non difenderà questa entità sionista illegittima dall’orso [russo]”.

In ogni caso, Netanyahu e il suo regime hanno perso il sostegno della maggior parte degli ebrei reali (al contrario di satanisti più vicini) a causa del loro comportamento omicida.

Questa denuncia pubblica di Israele arriva mentre l’Arabia Saudita si prepara ad annunciare Mutaib bin Abdullah come nuovo sovrano, sostituendo il fantoccio sionista Bin Salman, assassinato il 21 Aprile, sostengono fonti del Pentagono.

Questo è importante perché significa che il controllo del petrolio Saudita, il cardine del petrodollaro, è caduto dalle mani dei sionisti, dicono le fonti.

Di sicuro, Bin Salman, che era presente sulla stampa ogni giorno fino al momento in cui nell’Aprile del 2012 è esploso un colpo di arma da fuoco nel suo palazzo, ed è sparito dalla scena pubblica. Tuttavia, sarà necessario un annuncio pubblico per confermare ciò che dicono queste fonti.

Tuttavia, una settimana diversa dal Pentagono si è presentata la scorsa settimana con notizie correlate che potrebbero influenzare la gestione e la proprietà di gran parte delle società occidentali quotate in borsa.

Secondo questa fonte, i sostenitori militari del regime di Trump stanno considerando di dare a Leo Wanta e al suo popolo il controllo dei 26 trilioni di dollari di fondi che sostengono essere stati illegittimamente sottratti alla fazione Khazariana dei Bush.

Wanta è stato invitato a Washington questa settimana per discutere di questi fondi, dice la fonte. “Se hanno intenzione di ottenere questi soldi per Wanta, dovranno prenderli da Vanguard”, dice la fonte. Vanguard (Bush?), Insieme a State Street (Rockefeller?) E Blackrock (Rothschild?) controllano le maggiori corporazioni occidentali.

La mossa dei militari Americani di prendere il comando di Vanguard, e probabilmente State Street e Blackrock potrebbero essere in preparazione per una resa dei conti con un’alleanza eurasiatica sul controllo del sistema finanziario mondiale.

In questo contesto, il vertice della prossima settimana tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un, è molto più che la pace nella Penisola Coreana. Secondo gli gnostici Illuminati, Kim Jong-Un è in effetti il leader di un’alleanza che controlla la Cina e gran parte dell’Asia Orientale.

Indipendentemente dal fatto che questo sia vero o meno per Kim, uno sguardo alla situazione mondiale generale lascia intendere senza dubbio che il complesso militare-industriale occidentale dominato dagli Stati Uniti e un’alleanza Eurasiatica stanno negoziando un nuovo modo di governare il pianeta.

La chiave su chi uscirà in cima sembra sempre più come se fosse detenuta dall’India. L’India ha una popolazione giovane, quasi uguale a quella della Cina che sta invecchiando rapidamente. Ecco perché la parte Americana ha cercato di convincere l’India a stringere un’alleanza con se stessa, il Giappone, l’Australia e l’Indonesia per “contenere la Cina”.

Gli Stati Uniti la scorsa settimana hanno ribattezzato il Comando Pacifico il Comando Indo-Pacifico come parte del loro appello all’India.

I Cinesi, tuttavia, sembrano avere il sopravvento, in quanto l’India si è unita alla Russia e alla Cina come parte della Shanghai Cooperation Organization, un’alleanza militare ed economica Eurasiatica.

La settimana scorsa, il primo ministro indiano Narendra Modi, parlando al convegno di Shangri La a Singapore, ha chiarito che l’India non era interessata a giocare a grandi giochi di potere, dicendo “L’Asia della rivalità ci terrà tutti indietro. L’Asia della cooperazione darà forma a questo secolo”. Raccomandiamo di leggere il discorso non troppo lungo di Modi nella sua interezza a questo link.

In ogni caso, l’incontro di Shangri La a Singapore è solo uno dei numerosi raduni ad alto livello che si terranno nella vigilia del vertice Kim/Trump la prossima settimana.

Questa settimana vedremo anche un vertice del G7 (governo occidentale pubblico) in Canada, così come un incontro del Bilderberg (governo occidentale segreto) in Italia, mentre l’Occidente cerca di coordinare la sua posizione nelle grandi negoziazioni di potere con l’Asia la prossima settimana.

Torniamo ora alla situazione in Occidente, a cominciare dall’Europa.

Prima di tutto, probabilmente non è una coincidenza che l’incontro del Bilderberg quest’anno si svolga in Italia, dal momento che il nuovo regime si oppone all’euro ed è quindi una minaccia esistenziale per l’Unione nella sua forma attuale.

In termini di base, la matematica economica rende molto ovvio che l’Europa Meridionale (Spagna, Italia, Grecia e Portogallo) starebbe meglio senza l’euro, e questa è una realtà che l’élite segreta dovrà inevitabilmente affrontare.

Inoltre, la caduta della casa nazista dei Bush significa che non vi è più alcun serio sostegno militare-industriale occidentale per il progetto UE centrato sulla Germania, così com’è ora. Il collasso, tuttavia, avverrà al rallentatore.

L’altro problema è che la Slovenia (la terra natia di Melania Trump) si è unita alla Polonia e all’Ungheria per eleggere un regime che si oppone all’attuale politica di immigrazione di massa, principalmente dai paesi Musulmani.

La tendenza generale è che l’Europa centrale si sta ora unendo all’Europa meridionale per allontanarsi dalla dominazione della UE da parte della Germania (più i lacchè Francesi), anche se per ragioni diverse.

Anche il Regno Unito, con la sua Brexit, ha già detto no alla UE. Chiaramente, un’Europa profondamente divisa non è in grado di rappresentare l’Occidente nei grandi negoziati con l’Oriente.

Anche l’altro centro di potere chiave del G7, il Giappone, è in profondo disordine, perché il regime è visto come un governo di schiavi coloniali.

I Nordcoreani sono visti come il governo legittimo per la Corea e il Giappone, affermano le fonti di destra Giapponesi, ed è per questo che i Giapponesi sono stati esclusi dai negoziati USA/Corea del Nord.

Inoltre, i procuratori di Bush come Richard Armitage (cugino di Barbara Bush) hanno perso potere, il che significa che c’è un vuoto nella rete di controllo coloniale degli Stati Uniti in Giappone.

È in questo contesto che dobbiamo guardare alla decisione di Trump di imporre tariffe sull’acciaio e sull’alluminio Europeo, Giapponese e Canadese.

L’obiettivo è usare questa misura per cambiare la governance economica dell’Occidente. In un certo senso, Trump ha ragione nel dire che se gli Stati Uniti hanno un deficit commerciale di $ 800 miliardi all’anno, allora vincere una guerra commerciale è un gioco da ragazzi.

Tuttavia, ciò che sta realizzando è che l’economia Statunitense fu lasciata svuotata da enormi deficit commerciali perché i proprietari dell’attuale sistema finanziario basato sul petrodollaro erano per lo più non americani, o non americani patriottici.

Le nostre fonti suggeriscono che è per questo che la mossa con Wanta, se è vera, può essere un segnale che Trump sta finalmente trovando l’obiettivo giusto.

Se Trump può ottenere il controllo del sistema basato sul dollaro, l’euro e lo yen, sarà in una posizione molto più forte per negoziare una nuova architettura finanziaria/politica globale con l’alleanza eurasiatica.

Il suo regime ha bisogno solo di accerchiareb un po’ di oligarchi e potrebbe semplicemente farcela: su questo fronte continuano i costanti progressi, dicono fonti del Pentagono.

Per prima cosa, “Il leader n.2 del culto sessuale NXIVM, l’attrice Allison Mack, potrebbe aver cantato per abbattere Hollywood e Bronfmans“, dicono le fonti.

La famiglia Bronfman è diventata ricca vendendo alcol ad Al Capone e ora è una delle principali famiglie di controllo dei media come AOL – Time Warner.

L’altra grande entità media sionista sotto attacco è la Disney. “Roseanne Barr della ABC è stata “martirizzata” per prendere in giro l’agente di Obama Valerie Jarrett e il suo difensore CEO Disney Bob Iger, e il suo show annullato potrebbe essere raccolto da Fox“, affermano fonti del Pentagono.

Inoltre aggiungono: “Harvey Weinstein e il suo ex datore di lavoro Disney potrebbe essere accusato di violazioni RICO per aver gestito un’impresa sessuale criminale, in quanto Trump potrebbe persino nazionalizzare quell’icona culturale per proteggere i bambini“.

Inoltre, a Washington, DC, “gli agenti dello stato profondo e sionisti sono storia, poiché il Dipartimento della Difesa prende in mano il processo di autorizzazioni di sicurezza consentite solo a cappelli bianchi e patrioti“, dicono le fonti.

Tutto ciò significa che il governo militare dietro Trump sta consolidando la sua posizione di rappresentante dell’Occidente nei negoziati con l’alleanza Eurasiatica.

Tuttavia, Trump deve imparare che il bullismo e battere i pugni sul tavolo non vanno molto d’accordo con l’Asia.

La Cina ha chiarito che incontrerà gli Stati Uniti a metà strada, ma che qualsiasi tentativo da parte di Trump di farsi strada a spintoni gli si ritorcerà contro, emettendo una dichiarazione che ha dice, in parte:

Tutti i risultati economici e commerciali dei negoziati non entreranno in vigore se la parte Statunitense imporrà sanzioni commerciali, incluso l’aumento delle tariffe“.

Nondimeno, tutte le mosse descritte sopra rappresentano un fondamentale cambiamento di direzione nel modo in cui il mondo è governato ora che l’incubo apocalittico sionista sta finendo.

L’umanità viene liberata.

Pillole Disclosure News Testata

Soffrire

Ma la grande, tremenda verità è questa: soffrire non serve a niente.  

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 9%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest