Aspettando il G20

Aspettando il G20

Aspettando il G20. Da Daily Reckoning.

Il gruppo dei 20, conosciuto come G20, è un’organizzazione irripetibile e potente che è la cosa più vicina sulla Terra ad un vero governo mondiale.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel, Presidente rotante del G20, ospita la riunione del G20 nella città di Amburgo, sulla foce del fiume Elba, vicino alla costa del Mare del Nord.

Il G20 si riferisce ai suoi 20 Paesi membri. Sono una miscela di quelle che erano una volta le sette maggiori economie mondiali, conosciute come G7, costituite dagli USA, dal Canada, dalla Francia, dalla Germania, dal Regno Unito, dall’Italia e dal Giappone, e da alcune economie in rapida crescita, appena emergenti come il Brasile, la Cina, la Corea del Sud, il Messico, l’India e l’Indonesia. Altri Paesi come la Russia e l’Arabia Saudita sono inclusi a causa delle loro risorse naturali o per motivi di geopolitica.

Il G20 opera a molti livelli. Molte volte ogni anno i loro ministri delle finanze e i capi delle banche centrali si incontrano per discutere questioni tecniche e cercare di raggiungere un consenso su obiettivi specifici.

Le riunioni più importanti, però, sono i vertici dei leader, cui partecipano i Presidenti, i Premier e i Re, che si riuniscono periodicamente per discutere le questioni finanziarie globali.

Web Hosting

E’ al vertice di questi leader, sia nelle sessioni formali che informalmente a margine, che vengono realizzate le iniziative più concrete che formano il sistema finanziario globale.

Negli ultimi anni, i vertici del G20 si sono concentrati meno sulle crisi finanziarie e più sull’unica agenda mondiale dell’Elite Globale.

G20 Classico Ancora con Obama

G20 Classico Ancora con Obama

Aspettando il G20

Questa agenda di Elite include la tassazione mondiale, il cambiamento climatico, il terrorismo, il riciclaggio di denaro e altri aspetti della governance globalizzata.

Oggi il rischio finanziario è nuovamente in evidenza, poiché la crescita globale continua a rallentare.

I leader nazionalisti come Donald Trump, Vladimir Putin e Theresa May sono emersi per sfidare l’agenda globale. Questo mette più stress sulla coesione del processo G20.

Il rischio finanziario, l’antiglobalismo, l’immigrazione e le minacce terroristiche saranno esposte a pieno titolo in questo vertice dei leader del G20.

Ma ci saranno anche tre sottotemi fondamentali che verranno fuori dalla fase principale da osservare da vicino.

Il più importante di questi incontri privati coinvolge Trump e Putin, Macron e Merkel e BRICS.

 

G20 Putin e Trump

G20 Putin e Trump

Aspettando il G20

Gli Stati Uniti e la Russia

Di gran lunga l’incontro più importante al vertice G20 di Amburgo, sarà il primissimo incontro faccia a faccia tra Trump e Putin.

Malgrado la valanga di accuse di collusione tra Trump e Putin per influenzare le elezioni presidenziali statunitensi del 2016 (un’affermazione per la quale non voi è tuttora alcuna prova) e le presunte simpatie tra i due leader sulle politiche che coinvolgono IS e il terrorismo, i due non si sono mai incontrati e hanno avuto solo limitati contatti telefonici.

L’agenda bilaterale dei due leader non potrebbe essere più urgente.

Nonostante le accuse di interferenze russe nelle elezioni statunitensi e gli scandali russi che circondano Trump, i due leader hanno un’importante agenda condivisa, tra cui la Siria, la Corea del Nord, l’Ucraina, le sanzioni commerciali e la politica energetica.

Trump vuole costruire un “ponte” verso la Russia per prepararsi a un confronto con la Cina.

La Russia, la Cina e gli USA sono le uniche tre superpotenze del mondo.

La classica politica di equilibrio di potere impone che se si intende affrontare un potere in un gioco a tre potenze, è essenziale avere un’alleanza con l’altro potere, o almeno mantenerlo neutro.

Gli USA hanno bisogno di una Russia neutrale o amichevole prima di affrontare la Cina sul commercio, sulle valute, sulla Corea del Nord e sul Mar Cinese meridionale.

Purtroppo, gli sforzi di Trump per l’apertura del dialogo con la Russia sono stati trattati in maniera dilettantistica sia da Kushner che da Flynn. Entrambi mentirono sui loro contatti con i russi, che alimentavano la narrativa collusiva. Ciò ha portato alle indagini, e gli sforzi sbagliati di Trump per indirizzare queste indagini hanno ora portato ad accuse di ostruzione alla giustizia.

Nonostante la disfunzione nella Casa Bianca di Trump e nel circo dei media di Washington, le ragioni per la normalizzazione delle relazioni con la Russia non sono meno urgenti di quando sono state prima perseguite da Trump.

Il vertice del G20 sarà un’occasione per Trump di rinvigorire il dialogo USA-Russia al di fuori del contesto della frenesia dei lobbisti americani. Putin lo capisce e sarà un interlocutore attento e disponibile.

La difesa di Trump, la squadra di sicurezza diplomatica e nazionale, e cioè James Mattis, Rex Tillerson e HR McMaster sono molto più in grado di Kushner e Flynn e assistono Trump nel dialogo con Putin.

Che sarà l’evento diplomatico più importante del 2017.

G20 Intrecci Secondari

G20 Intrecci Secondari

Aspettando il G20

I BRICS

Un altro importante punto di vista del G20 è la riunione informale dei BRICS a margine.

Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica sono le quattro maggiori economie emergenti nel mercato globale e hanno scelto il G20 per incontrarsi personalmente e coordinare i programmi con gli altri leader.

BRICS

BRICS

Aspettando il G20

Merkel, Macron e più Europa

Quest’anno la Germania utilizzerà il G20 per annunciare il suo sostegno al “destino dell’Europa”, come descritto da Angela Merkel, indipendente dalle preferenze statunitensi o dalla paura della Russia.

In effetti, una Germania riunificata è finalmente emersa dalle lunghe ombre della seconda guerra mondiale e della guerra fredda.

Merkel e Macron

Merkel e Macron

Aspettando il G20

Avrà il suo posto nella scena mondiale come superpotenza economica con la sua propria agenda, Ovviamente la Merkel esporrà un’agenda europea, essendo ormai la Germania il leader indiscusso dell’Europa.

Francia e Germania hanno un rapporto sempre più stretto, in particolare nella loro prima apparizione congiunta si è notata una cordialità crescente tra il Presidente francese Macron e la cancelliera tedesca. Hanno anche coniato insieme il nuovo motto: Più Europa, e fissato in brevissimo tempo i più importanti obiettivi comuni: regolamento bancario unificato, autorità fiscale centralizzata e il Parlamento Europeo.

La sede del G20 è senz’altro l’opportunità migliore per mettere in mostra la loro alleanza nuova di zecca.

Il probabile beneficiario di questa nuova prospettiva europea è senz’altro la Cina.

Con la Russia ancora soggetta a sanzioni e gli USA sempre in conflitto, la Cina si apre alla nuova Europa, cercando di diversificare la propria posizione di riserva di dollari verso gli euro.

La Cina è da sempre prudente e riluttante nel mercato globale, ma negli ultimi anni ha investito notevolmente in euro, nonostante la crisi del debito sovrano europeo.

Ora la crisi europea è passata, le economie degli stati periferici Spagna, Portogallo, Grecia e Irlanda si sono stabilizzate e la cooperazione franco-tedesca sta crescendo,

La Cina è pronta ad impegnarsi con investimenti di portafoglio nel debito europeo e investimenti esteri diretti sui porti, aeroporti, sistemi autostradali e altre infrastrutture critiche, nonché a grandi partecipazioni in importanti società europee.

Anche la recente iniziativa cinese, la Nuova Via della Seta, prevede collegamenti di trasporto continui da Shangai a Rotterdam e avrà bisogno, necessariamente, della collaborazione Europea.

Mentre Trump e Putin si incontrano privatamente, il Presidente Cinese si impegna nella propria dilomazia trilaterale per osservare da vicino le migliori opportunità di investimento.

Questa sarà la riunione più importante di sempre del G20.

Faciliterà un canale pro-nazionale di Trump e Putin e sarà una piattaforma per l’emergere della nuova Europa sotto la direzione comune di Macron e Merkel.

E così, il tanto temuto e strombazzato Nuovo Ordine Mondiale, non sarà altro che una famelica e luculliana spartizione di potere, risorse e DENARO.

Come al solito.

Ron Paul

Dichiarare Indipendenza

CNN Morta!

Fake News

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

 

Bugia

Potete ingannare tutti per qualche tempo e alcuni per tutto il tempo.
Ma non potete ingannare tutti per tutto il tempo.
 

Abramo Lincoln

 

Web Hosting

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2020 - 3200 € 5% 5%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Fiore della Vita Sticker Pack

Fiore della Vita Sticker Pack - 10 Stickers - 5 Bianchi 5 Neri 9.5 x 9.5 cm

Pin It on Pinterest