Antico Acceleratore di Particelle su Marte - CERN

Antico Acceleratore di Particelle su Marte – CERN

Antico Acceleratore di Particelle su Marte. Continua, anzi accelera, la narrativa verso la Soft Disclosure. Questo articolo è apparso sul sito del CERN e, dopo che la NASA ci ha detto ieri che su Marte probabilmente c’era la vita, ora ci propongono un’altro pezzetto di mistero nella campagna di divulgazione che verrà spalmata, secondo le loro intenzioni, in decenni di tempo lineare Terrestre.

La ricerca di acqua, o anche segni di vita, sul pianeta Marte è in corso da qualche tempo.

Ma con l’annuncio di oggi dal CERN e degli scienziati della NASA, l’esplorazione del Pianeta Rosso ha rivelato una nuova grande scoperta.

Nuove immagini della superficie di Marte scattate dalla sonda Reconnaissance Orbiter della NASA Mars, analizzate da un gruppo interdisciplinare di esperti nel campo della geologia, dell’archeologia e della fisica delle particelle, hanno rivelato la presenza del più grande acceleratore di particelle mai costruito.

Antico Acceleratore di Particelle su Marte Olympus Mons

Olympus Mons

Antico Acceleratore di Particelle su Marte

Il team ha dimostrato che Olympus Mons, che si pensava essere la più ampia formazione vulcanica nel sistema solare alta 27 chilometri, rappresenta invece i resti di un antico acceleratore di particelle che si pensa fosse operativo diversi milioni di anni fa.

Una frana che si estende per diversi chilometri notata da una fotocamera ad alta risoluzione della sonda, ha suscitato l’attenzione degli scienziati.

Questo recente evento ha rivelato una serie di strutture che ha incuriosito gli scienziati, perchè le loro forme somigliavano chiaramente quelle dei superconduttori di acceleratori di particelle come quelli utilizzati nel Large Hadron Collider (LHC).

Con una circonferenza di quasi 2.000 km, questo acceleratore di particelle sarebbe stato circa 75 volte più grande dell’ LHC, e milioni di volte più potente.

Tuttavia, non è ancora noto quale tipo di particelle potrebbe essere stato accelerato in tale macchina.

Questa importante scoperta potrebbe anche aiutare a spiegare le piramidi egizie, uno dei misteri più antichi di archeologia.

Enormi strutture corrose simili a piramidi appaiono anche sulle immagini nelle immediate vicinanze del Monte Olimpo.

Antico Acceleratore di Particelle su Marte Olympus Mons Satellite

Olympus Mons con gli altri tre rilievi.

Antico Acceleratore di Particelle su Marte

Inoltre, gli antichi geroglifici egizi, il cui significato è sempre stato in precedenza un mistero, sembrano corroborare queste osservazioni, che portano gli scienziati a ritenere che le piramidi potrebbero essere servite come antenne giganti.

Le piramidi sulla Terra potrebbero quindi aver permesso all’acceleratore su Marte il controllo a distanza.

La sala di controllo dell’acceleratore era probabilmente sotto le piramidi”, ha detto Friedrich Spader, Responsabile del Design Tecnico del CERN.

Le Magiche Piramidi di Bosnia Visoko

NASA Never a Straight Answer

NASA – Never A Straight Answer

Antico Acceleratore di Particelle su Marte

Questo acceleratore di particelle – un vero e proprio “Stargate” – si pensa sia servito come un portale nel sistema solare per una civiltà tecnologicamente molto avanzata con l’obiettivo di colonizzazione.

Il papiro che è stato recentemente decifrato indica che il potente campo magnetico e il movimento delle particelle nell’acceleratore erano tali che avrebbero creato un portale attraverso lo spazio-tempo”, ha detto Fadela Emmerich, il leader del team di scienziati.

E ‘un fenomeno completamente nuovo al CERN e non vediamo l’ora di studiarlo!

Antico Acceleratore di Particelle su Marte Geroglifici Egizi

Geroglifici dell’antico Egitto, il cui significato era in precedenza un mistero, sembrano corroborare queste osservazioni, che porta gli scienziati a ritenere che le piramidi potrebbero aver servito come antenne giganti

Antico Acceleratore di Particelle su Marte

Una simile tecnologia potrebbe rivoluzionare i viaggi nello spazio e aprire la strada per l’esplorazione intergalattica.

Olympus Mons è stato fino ad oggi considerato il più grande vulcano del sistema solare, con le sue recenti colate laviche stimate in circa 2 milioni di anni.

Gli scienziati ritengono che questa datazione è abbastanza precisa, sulla base delle ultime misurazioni effettuate dalla sonda Mars Odyssey della NASA.

Antico Acceleratore di Particelle su Marte Olympus Mons Veri Colori

Olympus Mons Colate Laviche – Colori non ritoccati.

Antico Acceleratore di Particelle su Marte

Ciò significa che l’acceleratore di particelle è stato utilizzato circa 2 milioni di anni fa” ha suggerito Eilert O’Neil, il geologo che ha guidato questo aspetto della ricerca.

La potente radiazione di sincrotrone emessa dall’ acceleratore di particelle avrebbe generato un calore molto intenso, che spiega la struttura vulcanica e la presenza di colate.

Abbiamo anche sospettato per lungo tempo che una grande quantità di acqua doveva esistere sulla superficie di Marte. Possiamo solo supporre che questa acqua è stata utilizzata a quel tempo per raffreddare le macchine“, ha rivelato Friedrich Spader.

Probabilmente stiamo parlando di tecnologie dimenticate e di una civiltà antica molto avanzata”, ha detto Eilert O’Neil.

Forse anche  nostri lontani antenati.”

Marte come la Terra

Un pianeta caldo e umido

Piramidi

Tecnologia Costruttiva

I click sulle pubblicità ci tengono in vita 🙂

Pillole Disclosure News Testata

Splendere

Ti insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece.  

Pier Paolo Pasolini

Fai una Donazione in Bitocoin

1NrkczypToK9xZAY26nyAn8UEC127cgPk8

  • Supporto per il Costo del Server 2019 - 2400 € 81% 81%
Acquista la Tua Pietra Cintamani

Sostieni Disclosure News Italia

Ci stiamo impegnando molto per mantenere questo blog e ci lavoriamo ogni giorno, cerchiamo e traduciamo articoli ma ne pubblichiamo anche di nostri. Come voi siamo alla ricerca della verità. Se volete collaborare con noi siete i benvenuti, scriveteci! Le spese del blog sono a nostro carico, la pubblicità ci rimborsa in modo molto marginale quindi se vi piace il nostro lavoro e lo trovate utile offriteci un caffè cliccando sul bottone di donazione con PayPal. Ci serve l'aiuto di gente come te!

Pin It on Pinterest